Chievo: fine del miracolo

Chievo: fine del miracolo

La magnifica favola del Chievo, squadra di un quartiere di Verona che conta appena 2500 abitanti, società fondata nel 1929, si è conclusa negli ultimi minuti di questo difficile campionato, domenica contro il Catania in uno spareggio salvezza al fulmicotone. Nel 1964 l’imprenditore Luigi Campedelli, proprietario del marchio Paluani, rilevò la società che passò nel 1992 al figlio Luca per l’improvvisa…

La magnifica favola del Chievo, squadra di un quartiere di Verona che conta appena 2500 abitanti, società fondata nel 1929, si è conclusa negli ultimi minuti di questo difficile campionato, domenica contro il Catania in uno spareggio salvezza al fulmicotone. Nel 1964 l’imprenditore Luigi Campedelli, proprietario del marchio Paluani, rilevò la società che passò nel 1992 al figlio Luca per l’improvvisa morte del padre. I clivensi, dopo la storica promozione in A, grazie a Gigi Del Neri nella stagione 2001/02, non erano mai più ricaduti in B. E’ una retrocessione quasi incredibile in quanto la rosa era di tutto rispetto e non da bassa classifica, la vittoria del Chievo sul Torino il 24 febbraio scorso, per 3-0, costò la panchina a Zaccheroni. Ora parecchi club, tra cui il Torino, stanno alla porta in attesa di poter acquistare i giocatori clivensi, molti dei quali si cercheranno una sistemazione in A.

I nomi più gettonati sono quelli di Semioli, Pellissier, Obinna e Mantovani, i primi due vengono dati molto vicini alla Fiorentina, in particolare il centrocampista che nelle prossime ore potrebbe trovare il definitivo accordo con Corvino. Sergio Pellissier, nato nel ’79 ad Aosta e cresciuto anch’egli nelle giovanili granata come Semioli, al momento resta in stand by, potrebbe rimanere al Chievo, ma allo stesso chiudere anch’egli con i viola. Porte aperte invece per il ritorno di Andrea Mantovani, difensore nato il 22/06/1984 a Torino, il quale ha fatto parte della prima squadra granata dal 2001 al 2003, un anno in prestito alla Triestina e poi il ritorno al Toro nel campionato 2004/05, per un totale di 36 gare ed un gol. Scappato anch’egli dopo il fallimento di Cimminelli, pare ormai vicino a rivestire la maglia granata. Nel futuro derby del prossimo anno potrebbe non ritrovare più sull’altra sponda l’amico del cuore Federico Balzaretti, del quale si parla possa essere ceduto alla Roma o alla Fiorentina.

Dopo il terzino piace anche la punta Victor Obinna, classe ’87, il cui procuratore, Giorgio De Giorgis, non ha nascosto l’interesse dei granata per il giovane nigeriano. Su di lui ci sarebbe anche il Genoa ma è stato puntato soprattutto dall’Inter che lo vorrebbe mettere sotto contratto per poi eventualmente girarlo ad un’altra squadra. Vale la pena sottolineare che in passato sono usciti dalla squadra veneta giocatori del calibro di Corini, Legrottaglie, Perrotta e Luciano.

I clivensi hanno in rosa altri ex granata, tra i quali i difensori Mandelli, Moro e il giovane Marchese, quest’ultimo potrebbe ancora interessare i granata, in quanto si è ben distinto in questo campionato. Da seguire con attenzione il giovane difensore viareggino Riccardo Rickler, classe ’87, alto più di un metro e novanta, che fece una sontuosa partita al Franchi al cospetto della Fiorentina. Rickler è stato convocato da Casiraghi in Under 21 per l’amichevole contro l’Albania. In attacco, oltre ai già citati Pellissier e Obinna, ci sono da tenere d’occhio Bogdani, classe ’77, così il giovane Cozzolino, napoletano classe ’85.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy