Il cuore in stand-by

Il cuore in stand-by

“Pietas granata” è uno spazio ospitato sulle pagine di TN e realizzato da tifosi facenti parte del direttivo del Centro Coordinamento Toro Clubs, aperto con l’obiettivo di creare un confronto tra chi scrive e tutti gli altri tifosi che leggessero. Gi autori si offrono infatti di condurre un dialogo aperto anche attraverso i commenti a pié di pagina; sarà pertanto possibile chiedere, osservare, affermare e anche criticare….

“Pietas granata” è uno spazio ospitato sulle pagine di TN e realizzato da tifosi facenti parte del direttivo del Centro Coordinamento Toro Clubs, aperto con l’obiettivo di creare un confronto tra chi scrive e tutti gli altri tifosi che leggessero. Gi autori si offrono infatti di condurre un dialogo aperto anche attraverso i commenti a pié di pagina; sarà pertanto possibile chiedere, osservare, affermare e anche criticare. Senza offese, illazioni e post incivili in generale, naturalmente.

Quando 6 anni fa uscimmo dal fallimento con un nuovo stemma l’entusiasmo dei cuori granata  sembrava tornato ai livelli dei tempi d’oro.
Dopo questi ultimi  lunghissimi anni, non solo non c’e’ piu’ traccia di migliaia di tifosi granata, sepolti dall’indifferenza e dall’oblio in cui è caduta quella che fu una leggenda, ma nei pochi che ancora hanno la forza di seguire i colori di capitan Valentino, alberga una desolazione ed una aridita’ di sentimenti che non ci appartiene.
Noi siamo passione, calore, e sangue. La nostra squadra deve rispettarne i valori, non importa il risultato sul campo ma deve lottare su ogni pallone, avere furore agonistico! Altrimenti è tradimento!
Oggi possiamo solo dire che si è arrivati al capolinea.
La fiducia, la disponibilita’, persino  la tolleranza che si è cercato di mantenere nonostante situazioni penose, errori di gestione ripetuti e marchiani, insulti alla nostra intelligenza di tifosi e alla nostra storia, adesso sono finite.
Per questa societa’ non esistono altre azioni da intraprendere,  non piu’ parole da dire, non piu’ giustificazioni da cercare.
La situazione è irreversibile.
Questa societa’ non rappresenta piu’ nessuno meno che meno i colori di Capitan Valentino.
In queste settimane abbiamo assistito ad un’azione sinergica ed unita di tutti quei tifosi granata che non vogliono morire sotto l’inedia di questa gestione: la raccolta fondi ed il sostegno morale che permetteranno alle associazioni dei tifosi di entrare nella Fondazione Filadelfia sono stati commoventi per la partecipazione entusiastica da parte di clubs e singoli. La volonta’ ferrea che la gens granata sta dimostrando nel riprendersi  la sua casa, la grande spinta a questa lotta che hanno dato Maratona e Primavera costituendosi soggetti giuridici per garantire vigilanza e supporto, ecco cosa ci rende ancora vivi oggi!
Attorno ai nostri simboli (Il FILA) e al nostro cuore (LA MARATONA) oggi dobbiamo serrare le nostre fila per continuare a lottare, solo nell’unita’ troveremo le forze per sopravvivere a questa gestione societaria in attesa di quel cambio di proprieta’ che ormai è l’unica soluzione per ritrovare la dignita’.
Ora piu’ che mai il TORO siamo noi, soltanto noi!

Monica Audoglio

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy