Niente di nuovo sotto il sole

Niente di nuovo sotto il sole

In una partita falsa come una moneta da 3 euro, Siena e Torino giocano il primo tempo (a cui è riferito il titolo) e poi aggiustano il risultato nella ripresa.
Secondo tempo giocato in maniera indegna dagli uomini di Conte che non hanno mai attaccato seriamente la porta di Rubinho e che hanno allentato sempre di più le marcature fino a che il Torino ha pareggiato.
Solita partita del Toro con errori da denuncia nelle aree…

In una partita falsa come una moneta da 3 euro, Siena e Torino giocano il primo tempo (a cui è riferito il titolo) e poi aggiustano il risultato nella ripresa.
Secondo tempo giocato in maniera indegna dagli uomini di Conte che non hanno mai attaccato seriamente la porta di Rubinho e che hanno allentato sempre di più le marcature fino a che il Torino ha pareggiato.
Solita partita del Toro con errori da denuncia nelle aree di rigore, ridicolo il primo gol preso quando Rubinho non chiama o chiama in ritardo la palla a Pratali che sbagliando lo stop regala un corner ai senesi dove Budel confeziona la frittata perdendo la marcatura su Calaiò che così riesce indisturbato a segnare il gol del vantaggio in rovesciata, poi i granata si rimboccano le maniche e giungono al pareggio con una classica azione di Sgrigna che accentrandosi trafigge di destro il non perfetto Coppola. L’estremo difensore poi si riscatterà su un tiro da fuori di De Vezze e su una pregevole punizione di Bianchi prima di regalare, nella ripresa, il gol del pareggio.
I risultati delle altre però fanno paura, il Torino ora è quinto ma la Reggina ha due partite in meno e presumibilmente come minimo aggancerà i granata. Le tre squadre che dovremo affrontare da qui al termine della stagione hanno tutte vinto sfruttando il turno casalingo e rimanendo in corsa per i loro obiettivi.
Domenica sarà fondamentale battere la non più spacciata Triestina e sperare in passi falsi dell’Empoli e del Padova per non trovarli agguerriti e di conseguenza concorrenti per raggiungere i playoff nelle ultime due partite.  
Per ora il Torino ha un calendario con tre partite vere e in queste partite dovrà far valere la sua presunta superiorità, ma per far questo occorrerà invertire il trend di errori nelle aree di rigore, costante criticità di questa stagione.
E qui chiudo, la partita di oggi non merita ulteriori commenti.

(Foto Dreosti)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy