Ritorno alla vittoria, ma non basta!

Ritorno alla vittoria, ma non basta!

di Stefano Brugnoli

Dopo quattro pareggi (tre vittorie gettate al vento più uno concordato) il Toro torna alla vittoria.
Brutto primo tempo dei granata che nonostante il regalo che ha favorito il gol di Antenucci non sono mai riusciti a tenere in mano il pallino del gioco dando vita a una gara povera di spunti agonistici e bloccata dalla paura di perdere vista l’importanza della posta in palio per entrambe…

di Stefano Brugnoli

Dopo quattro pareggi (tre vittorie gettate al vento più uno concordato) il Toro torna alla vittoria.
Brutto primo tempo dei granata che nonostante il regalo che ha favorito il gol di Antenucci non sono mai riusciti a tenere in mano il pallino del gioco dando vita a una gara povera di spunti agonistici e bloccata dalla paura di perdere vista l’importanza della posta in palio per entrambe le formazioni.
Con sei giocatori fissi a protezione della porta il Torino non rischiava comunque nulla anche se i quattro giocatori offensivi (Antenucci a parte con il gol e un colpo di testa) non hanno mai impensierito il giovane portiere Viotti che nella ripresa ha sfoderato quattro interventi che gli son valsi la palme di migliore in campo.
L’importante era vincere però, per non rischiare di sprecare una vittoria come già troppe volte successo contro un avversario modesto, bisognava giungere al raddoppio il prima possibile.
Non essendoci riusciti nel primo tempo i granata ci hanno provato nella ripresa e pur senza sciorinare un gioco esaltante per mezz’ora hanno confezionato diverse occasioni da rete tutte neutralizzate dal bravo portiere ospite più un salvataggio sulla linea.
Quando la Triestina ha iniziato a prender morale visto i pericoli scampati il Torino l’ha punita con il primo gol in granata del “conte” De Feudis,concedendosi così una volta tanto un finale di gara senza troppi patemi d’animo aiutato anche dalle uniche parate di Rubinho su Della Rocca e Dario D’Ambrosio.
La vittoria si rivela ancora più importante perché dietro le tre principali inseguitrici hanno tutte vinto per 1 a 0. Così facendo la prossima giornata si disputerà il playoff per accedere ai playoff di fine campionato.
La sesta andrà sul campo della nona mentre le due settime a pari punti si scontreranno fra loro con la speranza che nell’anticipo di venerdì i granata non vincano.
Sì perché una vittoria granata ad Empoli metterebbe il Torino in posizione di assoluto vantaggio per centrare il sesto posto finale. Infatti poi ai granata nell’ultima partita contro il Padova basterebbe il pareggio in caso di non sconfitta dei patavini contro il Livorno, mentre se dovesse vincere la formazione di Novellino ai granata occorrerebbe la vittoria anche nell’ultima giornata, ma il Padova a quel punto verrebbe a Torino senza più nessuna velleità. 
Ecco perché il ritorno alla vittoria non deve rimanere isolato ma dev’essere bissato subito nell’anticipo di  Empoli.

(Foto Dreosti)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy