”Ti hanno regalato una Porsche…”

”Ti hanno regalato una Porsche…”

 

“Pietas granata” è uno spazio ospitato sulle pagine di TN e realizzato da tifosi facenti parte del direttivo del Centro Coordinamento Toro Clubs, aperto con l’obiettivo di creare un confronto tra chi scrive e tutti gli altri tifosi che leggessero. Gi autori si offrono infatti di condurre un dialogo aperto anche attraverso i commenti a pié di pagina; sarà pertanto possibile chiedere, osservare, affermare e…

 

“Pietas granata” è uno spazio ospitato sulle pagine di TN e realizzato da tifosi facenti parte del direttivo del Centro Coordinamento Toro Clubs, aperto con l’obiettivo di creare un confronto tra chi scrive e tutti gli altri tifosi che leggessero. Gi autori si offrono infatti di condurre un dialogo aperto anche attraverso i commenti a pié di pagina; sarà pertanto possibile chiedere, osservare, affermare e anche criticare. Senza offese, illazioni e post incivili in generale, naturalmente.

 

 

Partiamo dal fatto che stavolta qualcuno veramente ha offerto a cairo una cifra per rilevare il torino fc. (Lasciamo perdere che c’è ancora gente che non ci crede, ma questi non li sposti nemmeno con la gru). 

Prendiamo atto che cairo dopo avere detto più volte di voler vendere, ha invece dimostrato di non volerlo fare. Alcuni dei motivi per cui cairo non vuole vendere sono venuti fuori sui giornali: visibilità, concordato fiscale ecc ecc. ; probabilmente ce ne sono altri che sui giornali non possono venire fuori per motivi fiscali. Questi sono i fatti noti a tutti. 

Adesso aggiungiamo che le persone promotrici della “proposta americana” sono persone veramente granata e al di sopra di ogni sospetto (interrogate negherebbero di aver fatto alcunché, ma si sa che è vero). Che cosa facciamo adesso? Cairo (maiuscolo perché dopo un punto) ha rifiutato un’offerta che probabilmente era congrua. Qualcuno dirà che non lo fosse, ma facciamo un esempio: diciamo che a cairo è stata regalata qualche anno fa una Porsche (il Toro) che era stata presa dal fallimento Cimminelli, un po’ ammaccata e senza benzina. Cosa ci aspettavamo che facesse? Un giro dal carrozziere una regolata alle valvole e via. Lui cosa ha fatto? Niente carrozziere, ha venduto i sedili in pelle, ha messo i sedili di una panda, si e’ fatto prestare  4 tappetini usati, ha montato l’impianto a gas e messo il portapacchi, poi l’ha sempre tenuta sotto la pioggia e nel fango, anche se avrebbe potuto costruire gratis un bel garage in via Filadelfia.

A noi che siamo appassionati di Porsche hanno iniziato a girarci le palle. “Sa oh, o sta Porsche la vendi a qualcuno che la tiene come si deve o rimettila a posto e facci costruire un bel garage in via Filadelfia”. “La vendo la vendo, ma nessuno la compra”. “Te lo troviamo noi uno che la compra”. Bene questo qui arriva e valuta la Porsche (come se fosse nuova e tenuta in garage) 25, Lui chiede 40. Poi alla Porsche rubano le gomme e gli tolgono il permesso di circolare in A..utostrada. Il compratore ritorna “la vendi? ti do sempre 25”. Lui a questo punto dice che la Porsche vale 50 e se gli ridanno il permesso per l’A..utostrada ne vale 70.

Allora cosa facciamo adesso? Come minimo dobbiamo pretendere da cairo un motore nuovo per la Porsche, via l’impianto a gas, via il portapacchi. Vogliamo anche un autista e soprattutto vogliamo il garage in via Filadelfia, se no aria e camminare. Anzi prima aria e camminare, che a tutto il resto ci pensiamo noi.

 

Piero Gagliardi

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy