Toro: derby per Cruz. Fiore alla regia

Toro: derby per Cruz. Fiore alla regia

La truppa granata sta faticando nel verde di Sappada, ma le attenzioni, oltre al campo dove De Biasi sta preparando la stagione in Serie A, sono ancora rivolte al mercato. La difesa è a posto, ma potrebbe ancora arrivare un centrale, individuato in Lorenzo Stovini, svincolato, in attesa di accasarsi al Siena o al Toro, anche se l’ex leccese aspetta sempre una chiamata dalla Fiorentina. Lorenzo, nativo di Scandicci, trentenne, ultras…

di Redazione Toro News

La truppa granata sta faticando nel verde di Sappada, ma le attenzioni, oltre al campo dove De Biasi sta preparando la stagione in Serie A, sono ancora rivolte al mercato. La difesa è a posto, ma potrebbe ancora arrivare un centrale, individuato in Lorenzo Stovini, svincolato, in attesa di accasarsi al Siena o al Toro, anche se l’ex leccese aspetta sempre una chiamata dalla Fiorentina. Lorenzo, nativo di Scandicci, trentenne, ultras viola, ogni anno sogna che Della Valle si faccia avanti, ma puntualmente non succede e pare sarà così anche quest’anno, per cui prende sempre più corpo l’ipotesi che possa vestire la maglia dei gemellati granata. Al Toro almeno troverebbe di che discutere sulla Viola essendo arrivato il gigante Gabriele Cioffi, fiorentino doc.

Il mercato di Cairo e Tosi ha preso la direzione dell’Artemio Franchi, infatti dopo aver acquisito Pancaro, lasciato libero dalla Fiorentina, si fa sempre più insistente l’interesse per Stefano Fiore, sedotto e abbandonato dai gigliati. Più che una voce è quasi una certezza, a Firenze ormai lo danno in maglia granata certa e l’ex laziale e Valencia andrebbe a ricoprire quel ruolo di regista che ancora manca ad alti livelli. Fiore andrebbe ad aggiungersi ad Abbiati tra i rinforzi di prima fascia, cui manca ancora il cosiddetto botto in attacco. Fino a poche ore fa si stava giocando un altro derby di mercato tra Torino e Juventus, già affrontato con Abbiati, che segnava il vantaggio per i granata, l’altro gol, quello del raddoppio poteva essere un certo Julio Cruz, chiamato il Giardiniere in Argentina. Moratti l’ha dichiarato incedibile, ma sembra strano che avendo nelle mire Toni o Trezeguet, si tenga anche Cruz, perché non credere che allora sia incedibile solo per la Juventus? Merita invece attenzione il ventiduenne ungherese, naturalizzato austriaco, Gyorgy Garics, capitano dell’Under 21 austriaca e centrocampista del Rapid Vienna, che vanta già delle presenze in Champions League. Da Sappada arrivano le prime indiscrezioni che il giovane austriaco, abile a ricoprire anche il ruolo di difensore, interessa al Toro. Il suo arrivo deve essere considerato in proiezione futura vista la sua giovane età, ma intanto è utile tenere sotto controllo i giovani più ambiti d’Europa, per tornare ad avere la giusta visibilità anche fuori dall’Italia.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy