Alfred Gomis e il Torino: sì, ma non come terzo portiere. E spunta l’idea di adeguamento

Alfred Gomis e il Torino: sì, ma non come terzo portiere. E spunta l’idea di adeguamento

Calciomercato / Le parti ragionano su ciò che è meglio per l’estremo difensore. E sulla Riforma-Tavecchio…

Mentre l’estremo difensore in prestito all’Avellino ha la testa totalmente proiettata sul campo, quindi sul ritorno dei playoff di Serie B contro il Bologna (all’andata terminò 1-0 in favore dei felsinei), l’entourage del giocatore sta iniziando a ragionare con il club sul futuro del ragazzo. Che per età, e soprattutto per il ruolo, rientrerebbe appieno nei progetti futuri dei granata. 

Riforma Tavecchio a parte, per la quale (ma soltanto per il prossimo campionato) ‘l’ostacolo’ potrebbe essere aggirato spostando i giovani Under-21 già presenti in rosa (Gaston Silva, Benassi e lo stesso Martinez che rientrerebbe ancora per questa stagione nel ciclo dell’Under) nella lista B legata al tesseramento libero, di fatto mantenendo inalterato l’organico complessivo – come anticipato due settimane fa dal direttore sportivo Petrachi (qui il video) e ribadito ieri dal tecnico Ventura (qui le sue parole) -, il ritorno dell’estremo difensore sotto l’ombra della Mole appare ad oggi fortemente legato al progetto tecnico che la società vorrebbe proporgli.

Classe ’93, talento da vendere e diversi minuti accumulati nella cadetteria. Alfred Gomis è pronto a giocarsi le sue carte in granata, ma ovviamente – come tutti i giovani che mostrano un pizzico di sale in zucca – non vorrebbe ‘perdere tempo’ restando vincolato nel ruolo di terzo portiere. Rischiando di passare gran parte della stagione seduto in panchina. 

In tal senso, il giocatore avrebbe già espresso il proprio parere. Lasciando intendere al club che tornerebbe volentieri in granata, ma che allo stesso tempo l’idea di fare ancora un anno da titolare in prestito (magari già nella massima serie) oggettivamente sarebbe una soluzione altrettanto gradita. 

Le parti si incontreranno non appena sarà terminata anche la stagione della serie cadetta, in modo tale da fare il punto della situazione e chiarire in fretta il futuro prossimo del giocatore. Nel quale, ma per ora resta soltanto un discorso piuttosto rarefatto, sarebbe previsto anche un adeguamento salariale. In modo tale da equiparare lo stipendio del portiere agli standard della categoria. In questo momento, infatti, Alfred Gomis vanta un ingaggio tra i più bassi della Serie B, per nulla paragonabile con quello percepito dai ’93 che già militano nella massima serie.

E mentre l’estremo difensore in prestito all’Avellino ha la testa totalmente proiettata sul campo, ecco che la ruota del calciomercato inizia a girare anche per lui…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy