Ancora un esterno: ecco il perchè

Ancora un esterno: ecco il perchè

di Valentino Della Casa – Sugli esterni la strategia è chiara: il Toro vuole un altro elemento da schierare a destra, a scapito dei tre giovani (con Odu che però giostrerà sicuramente più sull’altra fascia) e di Biagio Pagano. Ma per quale motivo, si chiedono i tifosi, si cerca un giocatore in un settore già piuttosto fornito? Anche in questo caso, la risposta del Torino è (finalmente)…

di Valentino Della Casa – Sugli esterni la strategia è chiara: il Toro vuole un altro elemento da schierare a destra, a scapito dei tre giovani (con Odu che però giostrerà sicuramente più sull’altra fascia) e di Biagio Pagano. Ma per quale motivo, si chiedono i tifosi, si cerca un giocatore in un settore già piuttosto fornito? Anche in questo caso, la risposta del Torino è (finalmente) piuttosto precisa e ruota proprio intorno a Pagano.

 Se non fosse stata per quell’operazione al ginocchio che di fatto ha impedito all’ex Reggina di svolgere la preparazione con il resto del gruppo, probabilmente anche sulle fasce il mercato sarebbe da considerarsi chiuso. Tuttavia, a causa i tempi del rientro leggermente posticipati (si parla di fine Settembre-inizio Ottobre prima di poter vedere l’esterno completamente in forma), Pagano non potrà essere schierato nelle prime, fondamentali, partite, quando il Toro dovrà già dare un segnale di essere tra le pretendenti al primo posto.

Troppe sarebbero le pressioni, secondo la dirigenza granata, per i giovani giocatori in rosa, che avranno sicuramente il loro spazio, ma che non hanno giustamente bisogno di essere buttati nella mischia in maniera così traumatica (eccetto Stevanovic che però deve ricucire il piccolo strappo con l’ambiente, dopo la brutta annata appena conclusa). E allora caccia all’esterno, del quale si individua la prima scelta in Alvarez.

Anche ieri, il ds Petrachi alle domande dei tifosi presenti ad Omegna ripeteva: “Speriamo di riuscire a portarlo con noi”. Ci proverà oggi, essendo a Milano a trattare con Angelozzi proprio per il giocatore che il Bari ha messo sul mercato e su cui il Torino sa di essere in netta pole. Valida alternativa, tenuta “calda”, resta sempre Surraco, cercato però in maniera molto più insistita dal Livorno di Novellino, che lo rivorrebbe assolutamente nel gruppo dopo l’annata (mezza, visto l’infortunio nella seconda parte della stagione) positiva.

E i giovani? Per ora, salvo sorprese dell’ultimo minuto, come detto da TN resteranno. Almeno fino a Gennaio, quando verranno compiute ulteriori valutazioni, con eventuale cessione di uno o due dei tre in prestito nel mercato invernale, così da avere più spazio per il resto dell’anno. Su tutti e tre, comunque, il Torino vorrebbe contare. Se non nel presente, almeno nel futuro.

(Foto: M. Dreosti)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy