Baselli e Zappacosta: per il Torino, un tocco d’azzurro che convince

Baselli e Zappacosta: per il Torino, un tocco d’azzurro che convince

Approfondimento / Due elementi di qualità e prospettiva per una squadra sempre più giovane e talentuosa.

Commenta per primo!

Giornate di addii dolorosi e arrivi di qualità in casa Toro. L’ormai pressoché sicura partenza di Darmian ha infatti permesso alla società di essere vicinissima a concludere due grandi operazioni in entrata. 

OTTIMI PROSPETTI – Entrambi han giocato nell’Atalanta ed entrambi han militato tra le fila dell’Under 21 italiana negli ultimi due anni: stiamo parlando di Davide Zappacosta e Daniele Baselli. Il club di via Arcivescovado ha quindi già trovato l’ideale sostituto di Darmian (a cui spetterà l’arduo compito di non farlo rimpiangere) e un centrocampista centrale finalmente abile in impostazione e dotato di una buona tecnica di base. Per entrambi i giocatori è stato stipulato un contratto quadriennale. Il costo totale dell’operazione è di 12 milioni di euro.
 
IL TOCCO D’AZZURRO CHE CONVINCE – Arriva così in casa-Toro il tanto atteso tocco d’azzurro al mercato in entrata, contraddistinto fino a questo momento sì dal riscatto della comproprietà di Benassi, ma anche dall’approdo di 3 giocatori stranieri su 3. Inutile negarlo, tale dato non può che far piacere, considerato il grande valore dei due ormai ex-orobici e permette alla squadra di assicurarsi due grandi talenti in grado di farle fare il salto di qualità
 
SQUADRA SEMPRE PIÙ GIOVANE E TALENTUOSA – Scopriamo il perché. Con Baselli il centrocampo granata, ricco di interpreti dal grande temperamento, si assicurerebbe un elemento di prospettiva e, soprattutto, dai piedi educati. Analogo discorso vale per Zappacosta, autore di un’ottima stagione in quel di Bergamo, un’annata in cui ha dimostrato di essere uno dei migliori terzini destri italiani in circolazione. A prescindere da quanto appena affermato, è comunque importante sottolineare come la società si stia ancora una volta accingendo a rinforzare la rosa con innesti giovani. Un messaggio certamente positivo quello lanciato dal club granata, intenzionato a “svecchiare” l’organico e a credere nelle promesse future. 
 
Insomma, con questa importante doppia operazione in entrata andata a buon fine, il Toro può realmente ritenersi soddisfatto. La squadra sta crescendo e la dirigenza sembra aver fatto tesoro di alcuni errori commessi in passato. All’appello manca solo il capitolo attaccante, dopodiché l’operato sarà davvero impeccabile. 
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy