Calciomercato, Torino: il riassunto di giornata. Ancora tutto fermo per El Kaddouri e Benassi

Calciomercato, Torino: il riassunto di giornata. Ancora tutto fermo per El Kaddouri e Benassi

Calciomercato/ Nessuna novità per quanto riguarda il futuro dei due centrocampisti. Verdi, buste possibili, Ichazo riscatto più vicino

Siamo entrati nella settimana decisiva per la risoluzione delle comproprietà e per esercitare le opzioni di riscatto in mano ai diversi club. Molte situazioni legate ai granata sono ancora da risolvere, le principali sono quelle relative a Benassi ed El Kaddouri ma senza dimenticare Verdi che è ancora a metà tra Milan e Torino.

Nella giornata di oggi non ci sono da registrare delle deciso novità riguardo questi giocatori e le scadenze che ormai tutti conosciamo sono vicine: i tempi per il riscatto di El Kaddouri vanno dal 22 al 24 giugno mentre quelli per il relativo controriscatto da parte del Napoli ci sarà tempo dal 25 al 27 giugno. Tempistiche differenti per i giocatori in comproprietà, per i quale ci sarà tempo entro e non oltre le ore 19 del 25 giugno poi si dovrà andare alla lotteria delle buste che però, per Verdi e Benassi, vede favoriti i granata in quanto posso godere del vantaggio di detenere il diritto delle prestazioni sportive dei calciatori e quindi, a parità di offerte, la spunterebbe il club di Via dell’Arcivescovado.

I problemi sono sempre i soliti che impediscono al Toro di concludere queste delicate operazioni, con le altre società c’è un eccessivo distacco tra domanda e offerte quindi per le comproprietà l’ipotesi di andare alle buste non può essere esclusa. Per Benassi e Verdi, rispettivamente, Inter e Milan chiedono una cifra intorno ai tre milioni di euro ritenuta eccessiva dal Torino che non è disposta a spendere un complessivo di sei milioni di euro per la metà di entrambi i giocatori. E in caso di arrivo alle buste, i granata potranno sempre giocarsi il jolly legato ai diritti sportivi sui due giocatori.

Per quanto riguarda El Kaddouri, i granata non hanno alcune intenzione di esercitare il riscatto di 4,7 milioni di euro e sta cercando di trattare con il Napoli per abbassare le pretese ma i partenopei non ritengono la situazione prioritaria e quindi continuano a rimandare con il rischio che non si concluda niente alla fine e che il Toro perda ogni diritto sul belga-marocchino.

Ultimo caso è quello di Ichazo in mattinata Torino e Danubio hanno avuto un dialogo e tra le parti ora si respira un cauto ottimismo, per la buona riuscita dell’operazioni. Petrachi chiedeva uno sconto di 300 mila euro seul 1,6 milioni patiti per il riscatto del portiere il Danubio ha abbassato le pretese a 1,450 milioni di euro cifra ritenuta ancora alta dai granata ma c’è ancora margine di trattativa da far rendere ottimisti le due società. 

Discorsi decisamente più semplici, quelli legati alla compartecipazione di Sperotto e Scaglia, il primo molto probabilmente rientrerà al Carpi, il secondo sarà riscattato dal Torino con il Brescia che ha già chiesto informazioni in caso di ripescaggio in Serie B

La Pro Vercelli ha ufficializzato il ritorno ”in patria” di Danza, campione d’Italia con la Primavera, mentre l’agente di Serafinovaluta seriamente il ritorno in Argentina del giocatore. Infine, con il Parma fallito e pronto a ripartire dalla Serie D, ecco che si aprono diverse occasioni di mercato a parametro zero. Da Pedro Mendes a tutti gli altri tesserati, senza dimenticare Defrel, ora interamente di proprietà del Cesena.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy