Calciomercato Torino: 7 e più movimenti in 8 giorni? Non date retta alle favole, né a chi ve le racconta

Calciomercato Torino: 7 e più movimenti in 8 giorni? Non date retta alle favole, né a chi ve le racconta

Entrate e uscite / Le gare si vincono con il collettivo e non c’è tempo (e nemmeno necessità) di stravolgerlo: da Padelli a El Kaddouri, occorre concentrare gli sforzi

Cairo, calciomercato

La riforma delle Liste parla chiaro: per fare mercato occorre liberare i posti in entrata con le relative e opportune uscite. Fuori Padelli, Amauri, Prcic ed eventualmente Quagliarella, dentro Sirigu (o chi per esso), Tachtsidis ed eventualmente El Kaddouri. Sono 7 movimenti di mercato da effettuare in 8 giorni.

Il tempo stringe, alcune delle succitate trattative in realtà sono già state abbozzate, anzi. Si potrebbe dire che siano in uno stato piuttosto avanzato. Resta il fatto che il tempo per fare tutti quegli spostamenti è poco. Troppo poco. Inutile illudersi ancora: non date retta alle favole, né in chi ve le racconta. É un consiglio spassionato. Perché il rischio è di rimanere ancora una volta delusi.

Padelli, calciomercato
Daniele Padelli, portiere del Torino

PADELLI NON ACCETTA LA PANCHINA. STRETTA PER SIRIGU? – Padelli pare abbia mercato anche all’estero con l’Aston Villa apparentemente interessata alle prestazioni del ragazzo. E in ogni caso lo stesso è finito per la terza volta di fila in panchina, ergo, difficile pensare che accetti di buon grado il ruolo di comprimario: non sarebbe più da considerarsi un professionista e in quel caso sarebbe completamente superfluo il suo apporto alla causa. Per questo l’entourage del giocatore si sta adoperando per trovare una soluzione a stretto giro di posta. Contestualmente il Torino tenterà di stringere per Sirigu, o chi per esso. Per il giocatore, un po’ come Immobile, vuole ritrovare la Nazionale e sarebbe anche disposto ad abbassarsi l’ingaggio. Questo però ad oggi resta alto e i granata starebbero valutando anche altre possibili alternative.

Tachtsidis, Gazzi. calciomercato
Tachtsidis, centrocampista del Genoa

PRCIC OUT – TACHTSIDIS IN  – Altra possibile doppia operazione, potrebbe essere quella che vedrebbe il ritorno di Tachtsidis e l’addio anticipato di Prcic. Le offerte vere e concrete, un po’ come per Padelli, in realtà in questo momento latitano. Senza dimenticare che lo stesso greco potrebbe eventualmente giostrare anche come mezzo sinistro, per dare il cambio a Baselli, pur non essendo propriamente il suo ruolo. Un po’ come per i portieri, in tal senso c’è una trattativa avanzata in entrata ed una paio abbozzate in uscita. Fino a qui tutto è possibile.

calciomercato
Omar El Kaddouri, non semplice il suo ritorno in maglia granata

VIA QUAGLIARELLA, DENTRO EL KADDOURI – Situazioni intrecciate, non per questioni di ruoli (sebbene il belga-marocchino potrebbe giocare ‘sotto punta’, dando il cambio di volta in volta ad uno tra Immobile e Belotti) per una questione meramente numerica, legata ai posti in lista. L’Udinese ora spinge per avere il bomber di Castellammare di Stabia, parallelamente il Napoli continua a puntare i piedi per il trequartista, cercando ogni volta di aggiungere un pezzo, un nuovo intreccio (Maksimovic e non solo). E più il tempo passa, e più diventa difficile.

AMAURI E I GIOVANI LUKIC E MACHACH – L’italo-brasiliano deve lasciare il capoluogo piemontese (molti campionati esteri chiuderanno dopo il primo febbraio) e il suo agente ha preso in carico la situazione. Nel mentre i granata stanno cercando di giocare d’anticipo per i giovani Lukic e Machach, entrambi sotto osservazione, le cui trattative non posso ad oggi dirsi semplici.

E allora eccoci qui: 7 movimenti e più in 8 giorni, il tempo stringe. Difficile pensare che anche un bravo direttore sportivo come Petrachi sia in grado di chiudere un cerchio così ampio in così poco tempo. Il gong si avvicina, nel calciomercato tutto è possibile: ma ad oggi meglio non illudersi. D’altronde le partite si vincono con il collettivo e non  stravolgendo la squadra – vedi il Genoa – ad ogni sessione mercatara. Anche sotto questo aspetto: non date retta alle favole, né a chi ve le racconta…

11 commenti

11 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Brawler Demon - 1 anno fa

    -Tachtsidis è al Genoa perché qui non serviva e ora lo facciamo ritornare?
    -El Kaddouri se ne è voluto tornare lui al Napoli e ora gli corriamo dietro?
    -Padelli è cercato dall’Aston Villa? Daniele cosa aspetti?
    -Sirigu è integro? L’affare Obi non insegna nulla?

    Qui di balle ne raccontano in tanti e non si capisce più chi le ha raccontate per primo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. esseti - 1 anno fa

    mah..io so solo che il pesce puzza dalla testa!!

    ergo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. ziocane66 - 1 anno fa

    se riuscissimo a levarci di mezzo i giocatori che non hanno più voglia di giocare nel Toro sarebbe già un ottimo risultato , poi a giugno si farà mercato per gli obiettivi da raggiungere: non siamo scarsi è la voglia che manca!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. aste - 1 anno fa

    “Padelli pare abbia mercato anche all’estero con l’Aston Villa interessata alle prestazioni del ragazzo”
    Questa si che sembra una bella favola

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. RDS- toromaremmano - 1 anno fa

      Eppure in Inghilterra già lo conoscono bene….questa è una megacazzata!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. aste - 1 anno fa

    “Padelli pare abbia mercato anche all’estero con l’Aston Villa interessata
    alle prestazioni del ragazzo.”
    Questa si che sembra una bella favola

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Daniele abbiamo perso l'anima - 1 anno fa

    P.s
    La vera rivoluzione con relativa difficoltà andrà fatta a giugno quando perderemo Maksimovic Peres e Glik e dovremo sostituire Vives Moretti e Vives

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Daniele abbiamo perso l'anima - 1 anno fa

    Condivido in generale il commento della redazione. Ma spero che almeno 5tra entrare e uscite si possano realizzare. Via Amauri Pricic e Padelli e dentro un trequartista e un portiere.
    Bisogna vedere se la società ha la volontà di farlo.
    Restare così come oggi significa solo una salvezza nemmeno tanto tranquilla. Dietro di noi molte giocano meglio il Genoa si è rinforzato e il Carpi è in ripresa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. RDS- toromaremmano - 1 anno fa

    Se si aspettano gli ultimi giorni per effettuare queste manovre la colpa è unicamente della società che sembra navigare a vista in base ai risultati ottenuti durante i turni di campionato, probabilmente se ieri ottenevano non si sa come un buon risultato la squadra secondo loro era perfetta così.À

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Mamma Urbana I - 1 anno fa

    “…ergo, difficile pensare che accetti di buon grado il ruolo di comprimario: non sarebbe più da considerarsi un professionista e in quel caso sarebbe completamente superfluo il suo apporto alla causa.”

    Ma qui chiunque si sveglia al mattino può dire la sua ????
    Qualcuno mi spiega come può essere mancanza di professionalità accettare la panchina ????? Io credo sia proprio il contrario,accetti la panchina e ti dai da far per tornare protagonsta !!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Nithael - 1 anno fa

      È tutto giusto quello che dici … Vorrei invitarti a considerare altri aspetti che mi piacerebbe dirti a quattro occhi. Ti sintetizzo due aspetti che una persona di calcio come te difficilmente può credere, ma fidati accade anche questo. Devi considerare le così dette gerarchie di spogliatoio che se ti vedono panchinaro non sempre può significare che puoi giocarti il posto. Conosco un ragazzo che dalla panchina ha fatto di tutto per guadagnarsi il posto , fino al punto che la sua caparbietà infastidì gli addetti ai lavori che non sapendo come liberarsene gli attribuirono comportamenti infami ed infamanti, lui rimase al suo posto a lavorare con dedizione e sai come finì??? Se sei in orbita Torino lo saprai presto. Comunque io accetto la panchina se la scelta è tecnica, perché posso migliorare e riconquistarlo il posto, ma se le scelte sono altre posso garantirti che manco se ti trasformerai nel mitico Yashin lo riconquisti. Spero di poter parlare di calcio con te un giorno e dirti che non è tutto profumato il granata che ci circonda.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy