Calciomercato Torino: a gennaio, centrocampo e attacco possono rimanere così

Calciomercato Torino: a gennaio, centrocampo e attacco possono rimanere così

Calciomercato / Dalla cintola in su il Toro appare già ben coperto e si muoverà sul mercato solo in caso di cessioni, ricordando la limitazione della rosa a 25

9 commenti

IN DIFESA

TURIN, ITALY - OCTOBER 23:  Luca Rossettini (L) of FC Torino competes with Keita Balde of SS Lazio during the Serie A match between FC Torino and SS Lazio at Stadio Olimpico di Torino on October 23, 2016 in Turin, Italy.  (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)
TURIN, ITALY – OCTOBER 23: Luca Rossettini (L) of FC Torino competes with Keita Balde of SS Lazio during the Serie A match between FC Torino and SS Lazio at Stadio Olimpico di Torino on October 23, 2016 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

Manca ancora più di un mese all’inizio della sessione invernale di calciomercato ma già si pensa a quali potrebbero essere i possibili colpi di mercato. I granata, in particolar modo, pensano a quali potrebbero essere gli innesti giusti per migliorare una rosa che, nonostante tutto, si è già dimostrata completa e competitiva.

PRIORITA’ ALLA DIFESA – Il reparto su cui si concentreranno le maggiori attenzioni della dirigenza granata in fase di mercato sarà certamente la difesa. Cairo, Petrachi e Mihajlovic hanno infatti già convenuto la necessità di rinforzi in quella zona di campo, al fine di alzare l’asticella e potenziare ulteriormente una squadra già competitiva. L’out di sinistra rappresenta un’importante incognita. Barreca è il titolare di ruolo ma dietro di lui non ci sono giocatori che hanno nel ruolo di terzino sinistro il loro ruolo madre. Al posto del giovane Nazionale Under 21 è stato infatti utilizzato Moretti, centrale di ruolo, a causa degli infortuni di Avelar e Molinaro che stanno ancora recuperando dai rispettivi infortuni: per il Toro non è però facile mettere sotto contratto il quarto laterale mancino, per cui al momento l’ipotesi più probabile è “tenere botta” fino al ritorno di uno dei due lungodegenti. Un altro tassello fondamentale e quello del centrale difensivo di destra. Il principale indiziato rimane Domagoj Vida, colosso croato attualmente in forza alla Dinamo Kiev per cui il Torino già in Estate aveva fatto un tentativo, ma la situazione in vista di gennaio non appare meno intricata, col cartellino del difensore che resta valutato per 7-8 milioni di Euro. Con la sessione di mercato invernale sempre più alle porte la dirigenza granata sta studiando i papabili profili in grado di portare un surplus alla rosa senza rompere gli equilibri che si sono formati.

9 commenti

9 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. abatta68 - 1 settimana fa

    Anche a me Castro piace molto, già dallo scorso anno. Certo che aver dato via Jansonn… boh! era veramente un giocatore da dar via, con tutti i problemi che ci ritroviamo in difesa?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abatta68 - 1 settimana fa

      …inoltre tenendo conto che Glik e Maksimovic se ne andavano?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. abatta68 - 1 settimana fa

    Se le ambizioni crescono nel corso del campionato, non si può pensare di vedere chissà quali esperimenti, perchè ogni partita diventa fondamentale… altrimenti avremmo visto Gustaffson a Crotone o Lukic contro il Chievo. Ma è giusto che sia cosi, se si punta ad alti livelli, anche perchè li davanti vanno tutti forte e dietro Inter e Fiorentina rientreranno nel gruppo che si gioca l’Europa, quindi in 9 per 6 posti.
    L’acquisto fondamentale è il centrale di difesa, ce lo siamo detti mille volte, da mesi. Non perchè Rossettini e Castan non siano validi, ma perchè serve una roccia bella grossa che dia peso e sicurezza alla difesa, come è stato il miglio Glik. Se sarà Vida o no non lo so, però sicuramente un giocatore cosi, con esperienza internazionale, ci serve come il pane se si vuole ambire all’EL.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Ospunda - 1 settimana fa

    Mi pare che Avelar possa essere recuperato prima di Molinaro. Si tratta di aspettare gennaio. In prospettiva andrà valutata la difesa: Castan tornerà a Roma? I due difensori in prestito all’estero torneranno o saranno ceduti? Si pensa che Bovo e Moretti potranno fare un’altra stagione?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Waggachuggabonka - 1 settimana fa

    Penso che un centrocampista non guasterebbe invece.. Castro del Chievo sarebbe un acquisto straordinario (se non erro Mihajlovic lo ha avuto a Catania anche).. Baselli e Benassi sono 2 giocatori straordinari data l’età e il talento, ma sono poco fisici e non sempre continui.. col centrale di difesa e il TS di “scorta” (ormai svincolerei Avelar) diventiamo una corazzata incazzutissima

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. eesmi_821 - 1 settimana fa

    Io credo che dobbiamo iniziare anche a testare le “riserve” Lukic e GUSTAFSON. Poi per quanto riguarda i portieri riporterei alla base Gomis, mentre Parigini ed Aramu li manderei in squadre di A che daranno la disponibilità ad un impiego minino (non come il Chievo). Forza Toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Simone - 1 settimana fa

    Priorità alla difesa ma serve un sostituto x Valdifiori.
    Non possiamo contare su Vives

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. MB - 1 settimana fa

      Lukic?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Simone - 1 settimana fa

        non lo fa giocare, forse nn lo reputa pronto

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy