Calciomercato Torino, asse con il Frosinone: ipotesi di scambio tra Ajeti e Pryima

Calciomercato Torino, asse con il Frosinone: ipotesi di scambio tra Ajeti e Pryima

Incrocio di maglie / Contatti avviati dalla sponda ciociara: ulteriore maturazione per l’ucraino, l’albanese invece rimarrebbe così in Serie A

Si avvicina l’apertura ufficiale del calciomercato, le società iniziano ad imbastire le prime trame mercatare o progettano di conseguenza la prossima stagione. E così, di recente il Frosinone si è fatto avanti proprio per affrontare il discorso legato a Vasyl Pryyma che vedrebbe a questo punto granata e ciociari coinvolti in uno scambio di mercato dal quale entrambe le società potrebbero trarre benefici, così come anche i giocatori coinvolti.

Sul piatto, andando nel dettaglio, Arlind Ajeti e Vasyl Pryima: entrambi difensori, entrambi approdati nel massimo campionato italiano a stagione in corso, entrambi con un contratto in scadenza e opzione per il rinnovo. I due giocatori sono tuttavia reduci da questi ultimi mesi vissuti agli antipodi. Il primo, di nazionalità albanese e cresciuto nelle giovanili del Basilea (club con il quale ha anche esordito sia in Europa League che in Champions’ League), si è legato al Frosinone nel mese di novembre per diventare un punto fermo della difesa di Stellone: sedici presenze con i ciociari, per un totale di 1292 minuti giocati.

Il secondo è stato invece tesserato ad ottobre dal Torino, quando i granata erano stati colpiti da una forte emergenza nel reparto arretrato: una sola presenza tuttavia per lui in all’ombra della Mole, poi a febbraio il trasferimento in prestito al Frosinone e le cinque presenze collezionate fino al termine della stagione.

In caso di salvezza, sarebbe stato automatico il rinnovo con i ciociari per i due anni successivi per Ajeti, discorso simile per Pryyma con i granata. Ora, dopo la recente esperienza, l’ucraino ha convinto il club frusinate proprio sotto il profilo della professionalità dentro e fuori dal campo. Ed è per questo che da quelle parti sono davvero intenzionati a tenerlo.

In tal senso il Torino non ha mostrato alcuna remora, anzi. Mentre proprio dal club laziale vorrebbero impostare il tutto sulla base di uno scambio di prestiti, in modo tale da non perdere completamente il controllo sul cartellino dell’Albanese, il quale (al contrario di Pryyma) ripartirebbe dalla Serie B con minor entusiasmo.

REGGIO NELL'EMILIA, ITALY - JANUARY 06: Arlind Ajeti of Frosinone celebrates after scoring the goal 1-2 during the Serie A match between US Sassuolo Calcio and Frosinone Calcio at Mapei Stadium - Città del Tricolore on January 6, 2016 in Reggio nell'Emilia, Italy. (Photo by Giuseppe Bellini/Getty Images)
Arlind Ajeti festeggia una rete insieme ai compagni

Un’idea che non ha lasciato totalmente indifferenti i dirigenti di via Arcivescovado, il Torino infatti si ritroverebbe tra le mani un solido difensore centrale – all’occorrenza anche terzino – classe ’93: ben due anni più giovane rispetto all’ucraino e con già 10 presenze tra Europa League e Champions, maturate tra le fila del Basilea. Il quale andrebbe a ringiovanire un reparto che vede in Bovo e Moretti due ragazzi con un anno in più sulle spalle.

Un incrocio di mercato da definire, ma recentemente intavolato dalla dirigenza ciociara e che potrebbe a questo punto essere vantaggioso per tutte le parti coinvolte: l’apertura ufficiale della sessione estiva si avvicina, il Frosinone prova ad anticipare i tempi e pur trattenere Pryyma, il quale ha ben impressionato sotto il profilo professionale, sembra pronto a mettere sul piatto Arlind Ajeti.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy