Calciomercato Torino, Bruno Peres: i numeri di un affare “vinto” in partenza

Calciomercato Torino, Bruno Peres: i numeri di un affare “vinto” in partenza

Calciomercato / Venduto a circa 15 milioni appena 2 anni fa, il brasiliano è pronto a riabbracciare il granata ad una cifra “da saldo”

di Nicolò Muggianu

A volte ritornano. Bruno Peres e il Torino: è quasi pronto il secondo atto di una storia che si era interrotta appena due anni fa, dopo due stagioni altalenanti che avevano permesso all’esterno brasiliano di attirare su di sé le mire della Roma. Con Spalletti prima e con Di Francesco poi però, l’ex Santos non è mai riuscito a esprimersi ai livelli che aveva mostrato di saper toccare al Torino.

AFFARE – Anche per questo la scelta di tornare “a casa”. Una sorta di “saudade” per il brasiliano che, dopo due anni lontano dal capoluogo piemontese, è pronto a chiudere il cerchio. Un affare per tutti: che soddisfa in primis la Roma, ma anche il Torino e il giocatore. Se da un lato è vero che Monchi è riuscito a “piazzare” uno dei tanti esuberi però è da sottolineare come, dal punto di vista prettamente economico, il vero affare lo abbia fatto la società di via Arcivescovado. Un giocatore ceduto a circa 15 milioni di euro appena 24 mesi fa e (quasi) riacquistato a circa 8/9 milioni a distanza di due anni. Cifre che fanno riflettere e che evidenziano l’ottimo lavoro che i dirigenti del Torino sono stati in grado di portare a termine.

Calciomercato Torino, stretta finale per Bruno Peres

LE CIFRE – Solo quando la trattativa andrà ufficialmente a buon fine il Torino potrà dirsi soddisfatto. La certezza è che Bruno Peres è un giocatore che in granata aveva mostrato le cose migliori della sua carriera, che conosce l’ambiente e che, particolare non da poco, è ancora iscritto all’ultimo bilancio del Torino sotto la voce delle plusvalenze. 11,7 milioni guadagnati complessivamente dalla società di via Arcivescovado nella trattativa che ha portato Bruno Peres alla Roma. Ora il giocatore è pronto a fare il percorso inverso, ma questa volte le cifre saranno ben più basse. Un affare sotto tutti i punti di vista: tecnico ed economico.

36 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-13751096 - 2 mesi fa

    C’è bisogno di un cambio di passo, però. Ora la situazione sportiva è abbastanza stabile e quella economica è ottima e non è cosa da poco al giorno d’oggi. Purtroppo la gente sottovaluta in maniera anche stupida questo aspetto. Poi se avessimo avuto una guida meno scellerata quest’anno potevamo essere in ben altre posizioni. Abbiamo lasciato per strada almeno una decina di punti già in tasca, vedi le partite contro Chievo, Spal, Verona e altre.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. simenem71 - 2 mesi fa

    Torello, sono d’accordo con te… la realtà è che non va mai bene niente… io ho un’età e mi ricordo ancora l’ultimo scudetto, il secondo posto dietro al Verona di Bagnoli, la Coppa Italia vinta (e le finali perse…), Amsterdam… insomma, i periodi belli! ma ricordo anche Cittadella, e il faticoso spareggio con il Mantova (che non è il Real Madrid, che ricordo sconfitto 2-0…)… oggi siamo una realtà in costante crescita, molto lenta, ma da un play off stentato in B siamo se non altro ad una stabile presenza nella parte sinistra della classifica, che non sarà niente se si guarda al Toro fino ai primi anni 90, ma è qualcosa rispetto a ciò che c’era dopo… certo, anche io vorrei un salto di qualità, e continuo a sperare che questa politica dei piccoli passi, che ci ha reso una società solida economicamente, ci possa anche dare qualche soddisfazione, prima o poi… ma perder tempo e bile a maledire la proprietà e il DS non credo farà cambiare le cose…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Torello_621 - 2 mesi fa

    Quando questi giocatori vanno via tutti a insultare il Presidente, quando tornano invece tutti a insultare il Presidente. Quandi De Silvestri deve giocare 38 partite titolare, tutti a insultare il DS, quando si trova un’alternativa invece tutti a insultare il DS. Mi pare semplicemente che Bruno Peres ha dimostrato di non essere da Champions, mentre a noi per arrivare sesti può fare comodo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. blackmapan_78 - 2 mesi fa

      Quindi secondo te se nell’ultimo campionato Peres avesse giocato al posto di de Silvestri saremmo arrivati sesti?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. abatta68 - 2 mesi fa

        …questo non lo so… sicuramente avremmo visto molti più palloni sulla testa del centravanti, piuttosto che in piazza d’Armi!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. drino-san - 2 mesi fa

    Ma cosa segna, anche Glik l’anno che gli ha girato tutto bene ha fatto 7 gol. É un terzino, deve saltare l’uomo, crossare, fare movimento per aprire gli spazi. Tutta roba che con il buon De Silvestri é pura utopia. In campionato 5 gol e 4 assist, e 7-8 gol causati tra rigori e cazzate varie.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. prawda - 2 mesi fa

    Se a TN si ostinano a sparare cifre dovrebbero cominciare prendere qualche lezione base di contabilita’, oppure e sarebbe decisamente meglio, limitarsi a dare una possibile notizia senza volerla infiocchettare con dati economici di cui non comprendono il significato. Intanto se la plusvalenza e’ stata 11,7M non e’ stato venduto a 15M ma ad una cifra inferiore, visto che era stato comprato mi pare a 2,5M ed aveva tre anni di ammortamento, due con il Toro ed uno di prestito; se poi viene acquistato a 8 fra un anno, la Roma difatto non avra’ una minusvalenza perche’ avra’ gia’ due anni di ammortamento ed il Torino si trovera’ un giocatore che avra’ 29 anni da ammortizzare e di cui salvo prestazioni incredibili, terra’ fino a fine contratto o rivendera’ recuperando quasi sicuramente una cifra inferiore. E’ la solita operazione a basso costo, come vuole Cairo, senza impatto sul bilancio 2018 se non per meta’ stipendio e parrebbe 1M di costo per il prestito, venduto ai tifosi come fantastica operazione di rientro ed in cui il super DS fa ancora una volta la parte del volpone e che finanziariamente sara’ ampiamente compensata da qualche cessione eccellente gia’ nel mercato 2018. In realta’ e’ l’ennesima scommessa in pieno stile Petrachi, Peres a Roma non vedono l’ora di farlo fuori e nessuno ad oggi e’ in grado di dire se sara’ il giocatore visto nei due anni a Torino, dove sicuramente non difendeva ma in compenso era l’unico in grado di saltare l’uomo, oppure quello di Roma ed in quel caso si richia un pericoloso flop.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. carlo - 2 mesi fa

      Grande prawda. E comunque la differenza di significati della parola “plusvalenza” (in senso stretto tecnico o di senso ampio) è materia di studio delle meglio Redazioni del calcio mondiali. Ti quoto non poco.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. vittoriogoli_699 - 2 mesi fa

      BravoPrawda! A propósito da cosa viene il
      Nickname?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. prawda - 2 mesi fa

        E’ solo una conseguenza del fatto che non vivo piu’ in Italia, per cui ho scelto una parola in polacco.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Granat....iere di Sardegna - 2 mesi fa

      Condivido pienamente prawda. Sotto avevo scritto più o meno la stessa cosa. Ciò che non capisco è questo incapponirsi della redazione a volerci dimostrare un attivismo diverso del nostro ds rispetto al passato. A me sembra di vedere la solita minestra: operazioni a basso costo con un elevato grado di rischio, accattonaggio fino allo sfinimento sul prezzo di giocatori che si ritiene validi, ricerca spasmodica di occasioni per fare plusvalenze (vedi Sirigu che, alla giusta offerta del Napoli, verrà ceduto in pompa magna con tanto di elogio del ds per averlo acquisito a costo zero e rivenduto a chissà quanto)…sullo sfondo la squadra con i suoi problemi ancora irrisolti….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. prawda - 2 mesi fa

        Ciao Granatiere, io su Sirigu ho ben poche speranze che resti; se poi e’ vero quello che scrivevano a proposito delle clausole del contratto, rischiano di vederlo partire senze neanche incassare un euro.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. user-13797744 - 2 mesi fa

    Una cifra da saldo ? 9 milioni con 2 anni in più e due campionati a dir poco pietosi con dolce vita romana ? Arrivata la Befana , grazie Roma !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. ILuca - 2 mesi fa

    Mi piacerebbe scoprire su che basi è stato scritto questo articolo, come tanti altri senza nessuna fonte attendibile per quanto riguarda i numeri dell’affare. Aspettiamo settembre prima di parlare di castelli in aria. FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. ddavide69 - 2 mesi fa

    Certo che… a leggere l intervista di Carducci, giornalista responsabile della Voce giallorossa, c è da toccarsi gli zebedei…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marino - 2 mesi fa

      Lo avevo letto, ma non volevo infierire :)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. drino-san - 2 mesi fa

    Comunque tutti a dire che Peres sbaglia le diagonali difensive. Ma qualcuno ha le statistiche di quanti gol ci ha fatto prendere De Silvestri, che a quanto pare dovrebbe essere quello con cui blindare la difesa? Almeno questo attacca!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. PrivilegioGranata - 2 mesi fa

      Peres attacca, a modo suo, ma attacca. Lollo però segna. E c’è una certa differenza.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. abatta68 - 2 mesi fa

        Ragazzi… De Silvestri è il mio mito stagionale… però portate pazienza, ci sono quelli che tutta la vita provano a giocare a pallone e quelli che a pallone ci hanno sempre saputo giocare, altrimenti la Roma non sganciava 15milioni no? Ora Peres può aver sbagliato la stagione a Roma, ma basta guardare come corre Peres e come corre De Silvestri senza pallone, figuriamoci con la palla! se Mazzarri saprà toccare i tasti giusti, sono sicuro che per Peres sarà una ottima stagione da protagonista.
        Dopodichè W LOLLO SEMPRE! anche quando non ne prende una…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. menkheperra - 3 mesi fa

    Io preferirò sempre uno come Lollo che, malgrado non sia un fenomeno, ci mette sempre cuore e palle. E vi dirò, a sto punto sarei felice restasse pure Molinaro , uno che non ha mai detto o fatto una cosa fuori posto, e che nonostante tutto ogni volta che è stato chiamato in causa non è mai rientrato negli spogliatoi con la maglietta asciutta …
    E spero che al primo tentativo di cazzata di Brunone i due citati lo prendano a sberle e lo rimettano… in carreggiata (per restare in tema).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Granat....iere di Sardegna - 3 mesi fa

    15 milioni? Non mi risulta proprio altrimenti la plusvalenza non sarebbe stata di 11,8….In ogni caso se è un affare lo dirà il campo. Per ora stiamo acquistando uno scarto della roma

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. gikappa67 - 3 mesi fa

    grande Marino, mi hai fatto ridere……
    La pensò esattamente come te……questo è come Luis Müller, che i più attempati ricorderanno, un discreto giocatore con la testa di minkia!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. menkheperra - 2 mesi fa

      Muller sarebbe stato proprio forte , ma forte !
      Ecco però … nella testa quello aveva solo lumache!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Marino - 2 mesi fa

      Azz gikappa, Muller lo ricordo bene perchè seguivo il campionato brasiliano. Campionato del mondo, il Brasile a fine primo tempo pareggia 0-0 Socrates e un paio di altri senatori vanno dal mister e gli dicono che o entra Muller o escono loro. Entra e il Brasile vince 4-0, Muller fa numeri da circo.
      Giocatore non forte, ma fortissimo, testa pessima, moglie che peggiorava le cose. Al ritorno da non so quale trasferta arriva il pulman e scende Vatta, allora allenatore della 1 squadra e dice andiamo in B per xxxx xxx e si riferiva a lui. Bei tempi: Vatta l’avv Cozzolino, Mario il custode…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. granata - 3 mesi fa

    Premesso che Bruno Peres è uno di quei giocatori che possono venire utili per alzare l’ asticella di un Toro ormai quasi stabilmente da 10/mo posto o giù di lì, se il suo valore si è dimezzato è perchè il suo rendimento non ha corrisposto alla quotazione di mercato. Quindi…di scommessa si tratta, l’ ennesima e spero sia azzeccata. Per ora – se l’ affare si conclude – si tratta di un “ottimo lavoro” (come dice l’ articolista) sul piano della plusvalenza. Comunque, bentornato Bruno Peres, non è che quelli che abbiamo nel suo ruolo siano dei fuoriclasse.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. tric - 3 mesi fa

    Facciamo tornare Darmian, che è meglio!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. CarlosMarinelliCampobasso - 2 mesi fa

      GobbomerdA Darmian basta co sto darmiAn rega.. Finiamola con sta cazzata del professionismo , se vai a superga non vai dalle merde e che caxxo dai …. Basta basta Sto darmian ..ma siam del toro o no?!!??

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. user-13657769 - 3 mesi fa

    Per me non è un affare e poi si riduce lo stipendio per venire al toro???
    Strano, molto strano…o forse non lo vuole nessuno?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marino - 3 mesi fa

      Non dire così. Bruno Ceres era stato offerto al Genoa dopo le grandi prestazioni sportive prima con una Porsche e poi con una Lamborghini, ma non si sa come l’affare non si è concluso. Atleta integerrimo alle 5.20 del mattino era già in auto per andare ad allenarsi con alcuni amici, amiche, insomma una via di mezzo. Purtroppo le auto si sa non tengono la strada e l’atleta si è schiantato. Per non disturbare, l’atleta si rifiutava di andare in ospedale e solo più tardi un medico mai cuntent o laziale, accertava un tasso alcolico leggermente superiore a quello consentito, ma poco eh solo il 400%.
      Beniamino del pubblico, uomo spogliatoio, amato dai tifosi che minacciavano di non andare più allo stadio se non giocava lui, ma Brunone ha preferito il Toro, riducendosi anche lo stipendio per amore della maglia granata.
      Stranamente non leggo su nessun sito romanista pianti, vesti stracciate (un po’ come al Milan quando partì Niang) e nemmeno calcoli sulle plusvalenze, ma sono tifosi scarsi, gente che non ha mai vinto uno scudetto del bilancio, che ne può sapere di calcio?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 2 mesi fa

        Hahaha, bellissima questa cosa scritta in conclusione.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. carlo - 2 mesi fa

        Marino, molto divertente come scrivi. E non sono ironico. A Roma ha smesso di giocare. Doveva fare solo il compitino di inserimento senza palla.
        Non era più lui dopo 5 o 6 partite con Spalletti. Io ricordo che l’ultimo Toro in cui c’era Peres, lui faceva attacco da solo. Un po’ come Ansaldi (con le dovute differenze) nell’ultimo campionato. Gli unici pericoli venivano da Peres. Non so che Peres sarà.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. SiculoGranataSempre - 3 mesi fa

    Non diciamo fesserie. L’affare c’è se lui giocherà bene. Altrimenti sarà grande cantonata di Petrachi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marchese del Grillo - 3 mesi fa

      Hai scritto una cosa ovvia e che vale per chiunque, anche per Neymar. E poi non deve nemmeno infortunarsi, naturalmente.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. prawn - 3 mesi fa

        O schiantarsi in macchina ubriaco – ma di buono c’e’ che e’ un prestito, per cui se fa pena torna al mittente modello sadiq.

        Pena, oddio, i numeri e la classe ce li ha, deve rimettere la testa a posto. Conto su WM per questo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Marchese del Grillo - 3 mesi fa

          No, c’è l’obbligo di riscatto a 25 presenze. Non è così scontato che torni al mittente. In ogni caso io non posso che dargli il benvenuto come nuovo giocatore del Toro e augurarmi ogni bene per lui e, soprattutto, per noi!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Marino - 3 mesi fa

        Mica tanto ovvia, se funziona è merito di Petrachi, altrimenti è colpa dell’allenatore che lo ha caldeggiato. Esattamente identico all’atleta che Mazzarri diceva di volere, cosa fanno due milioni di stipendio eh…

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy