Calciomercato, Torino e Peres: altra giornata di lavoro per arrivare all’annuncio

Calciomercato, Torino e Peres: altra giornata di lavoro per arrivare all’annuncio

In entrata / Il Toro vorrebbe che la Roma partecipasse agli emolumenti del giocatore: ecco come

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

Altra giornata di lavoro per portare Bruno Peres a Torino. Si è raccontato ieri della giornata campale vissuta a Milano da Gianluca Petrachi, diesse del Torino, a colloquio con Mauro Baldissoni della Roma e con gli intermediari della trattativa per ore. Incontri che sono stati intrapresi con il comune intento di arrivare ad una felice conclusione della trattativa. L’accordo con la Roma sul trasferimento del cartellino del giocatore, come noto, è stato trovato da tempo: un milione per il prestito oneroso, sette milioni per il riscatto, che diventa obbligatorio al raggiungimento della 25° presenza. Resta da lavorare sull’ingaggio del giocatore; ed anche la Roma è coinvolta, ecco perchè la trattativa si svolge ancora tra tutte le parti in causa.

Ansaldi scherza con Iago Falque: “La gente non lo sa che sei già venduto”

Infatti, il Torino vorrebbe che la Roma partecipasse allo stipendio del giocatore, almeno in questa stagione in cui il cartellino resterebbe di proprietà giallorossa. Lo potrebbe fare, il club di James Pallotta, attraverso il compimento di un particolare meccanismo che riguarda i bonus sullo stipendio in giallorosso, che gli agenti del brasiliano vorrebbero sostanzialmente mantenere anche in granata. Normali schermaglie che rientrano nelle dinamiche di una trattativa di mercato. A tal proposito si continuerà a lavorare, ancora oggi, per arrivare il più in fretta possibile ad una conclusione positiva della trattativa. Permane ottimismo e fiducia in tutte le parti in causa. Difficile dire, però, se già in giornata arriverà l’annuncio.

21 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. joe69 - 4 giorni fa

    complimenti alla dirigenza , continuate pure a collezionare terzini destri così l’anno prossimo a sinistra o ci mettete ancora Ansaldi fuori ruolo o quellom scarso di Barreca , comprate Laxalt altro che Peres ! che tra l’altro al Genoa interesserebbe anche Acquah come parziale contropartita ….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 4 giorni fa

      La penso esattamente come te.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-13657769 - 5 giorni fa

    Manco fosse un fenomeno.
    Comunque le grandi squadre vanno, comprano e annunciano noi ci dimostriamo sempre più una provinciale.
    Comunque è sempre un giocatore da mezza classifica, e per di più assolutamente indisciplinato e da bella vita….
    Meglio perderlo che trovarlo uno così.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. La Rovesciata Di Cristiano - 5 giorni fa

    A qualcuno hanno censurato il commento??

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Vanni - 5 giorni fa

      Si e non solo uno

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user-13657710 - 5 giorni fa

    Madama granata- corse in macchina, alcool, donne, amici “vivaci” li trovi anche nelle cittadine di provincia! Un professionista serio è tale anche nelle metropoli! La Roma non ne vuole neanche più sentir parlare: è pronta a rimetterci, pur di sbarazzarsene! Nessuna grande squadra, italiana o straniera, si è minimamente interessata al “fenomeno”, neanche sapendo di pagarlo a prezzo di saldo: CHISSÀ PERCHÉ?
    Non ha mercato, nessuno se lo vuole accollare.. Inoltre non dimostra nessun piacere a tornare nel Toro e mira solo ad arraffare più denaro possibile, pur essendo già strapagato!
    Spero ancora che la trattativa fallisca e che se ne vada altrove! Se proprio ce lo ritroveremo tra i piedi, però, X me dovrà assolutamente fare la riserva a De Silvestri. Intanto prendere esempio da un professionista integerrimo nel comportamento,in e fuori dal campo. E poi imparare ad essere più concreto, a difendere meglio e a fare gol!
    L’ho già detto altre volte: per il bene del Toro sarei la prima a gioire, dovessi sbagliarmi..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. user-13746076 - 5 giorni fa

    Nonostante tutto soddisfatto del ritorno di Peres.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Vanni - 5 giorni fa

      Veramente. Fosse il ritorno di Gaston Perez sarebbe peggio. La scuderia di petracchio sta perdendo i pezzi ovvero il vero valore di sto DS viene a galla.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. anpav - 5 giorni fa

    E’ giocatore di classe altroché! Mazzarri lo terrà al guinzaglio. E in quel caso verrà fuori solo il bello. Soddisfatto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. granata - 5 giorni fa

    Non si può dire che Bruno Peres non sia stato un utile elemento al Torino. Certo ha alti e bassi, ma anche giocate di classe, velocità e capacità di crossare dal fondo. Purtroppo gli piace la bella vita e Roma non e’ proprio la città ideale per un atleta con la sua testa. Il Torino deve saperlo gestire dal punto di vista extracalcistico, altrimenti temo che sarà un acquisto sbagliato, nonostante le buone potenzialità del giocatore.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. PrivilegioGranata - 5 giorni fa

    E’ prassi comune che il giocatore scaricato da una società “top” si veda riconosciuta una buonuscita o un contributo al pagamento del proprio stipendio. Conviene a tutti: alla società che lo “scarica”, che comunque abbassa di parecchio i costi; alla società che lo “imbarca” perché diversamente dovrebbe rinunciare visto lo sforamento del tetto salariale; al giocatore stesso, che può rimettersi in gioco in una nuova realtà senza gravi arretramenti dal punto di vista economico.
    Resta da vedere se l’arrivo di Peres al Toro con gli schemi di Mazzarri sarà un affare per tutti o se si tratterà di un semplice cavallo, bolso, di ritorno.
    Maxi Lopez al Chievo faceva panchina, arrivato da noi ha fatto faville per una decina di mesi, salvo poi spegnersi per scarsa volontà e applicazione.
    Immobile, quando è ritornato in granata, si è ripreso alla grande.
    Chissà cosa succederà con Peres? A me non piaceva e mi sembrava il classico giocatore che fa la bella giocata o la bella sgroppata, ma che nell’arco del match e del campionato incide veramente poco.
    Chissà se Mazzarri riesce a inquadrarlo come Ventura fece con Cerci.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. anpav - 5 giorni fa

      mi piace il commento

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Granat....iere di Sardegna - 5 giorni fa

    Normali schermaglie? In prestito con obbligo di riscatto a 25 presenze (!) e parte dello stipendio dovrebbe pure pagarlo la Roma. È come se volessi comprare una lavatrice che costa un po pagandola a rate e chiedo al venditore se mi paga la corrente. Tra un po petrachi chiederà i giocatori in comodato d uso gratuito…probabilmente peres non se lo fila nessuno altrimenti la Roma ci avrebbe mandato a cagare da tempo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. carlo - 5 giorni fa

      Granatiere, ti immagini 25 presenze? Cioè, ti immagini che tipo di farsa che viene fuori? Fa conto: tra squalifiche e piccoli infortuni muscolari (che ha già avuto in questi due anni), le presenze diventerebbero non più di 31/32. Ad arrivare a 25, tra le volte che gioca De Silverstri E BASTA, le probabilità che arrivi a 26 sono quasi ridicole. Sono progetti importanti. Anche lo stesso Peres, quando è sobrio, sarà carico perché sa che il progetto c’è, e si vede.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Granat....iere di Sardegna - 5 giorni fa

        Ma infatti 25 presenze sono tante per uno che ora come ora parte da riserva di De Silvestri. Ammenochè non si voglia vendere De Silvestri in Inghilterra…si vede lontano un miglio che la Roma vuole sbolognare il giocatore a tutti i costi e quando si tratta di acquisire giocatori sbolognati a tutti i costi dagli altri Petrachi è imbattibile nel prenderli

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. PUPIGOAL60 - 5 giorni fa

          Riserva di De Silvestri? Ma stiamo scherzando? Nel 352 è molto più utile di De Silvestri, a meno che non sia in condizione. E’ chiaro che alla Roma non può più stare…se tornasse quello di due anni fa sarebbe perfetto.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Granat....iere di Sardegna - 5 giorni fa

            Bisogna vedere cosa ne pensa Mazzarri…io non credo che De Silvestri faccia la riserva di Peres

            Mi piace Non mi piace
          2. drino-san - 5 giorni fa

            Hai ragione, nel 352 serve un laterale di spinta, uno che salta l’uomo e crossa. Probabilmente un laterale rapido è proprio la richiesta del mister, visto il gioco “storicamente” proposto da Mazzarri

            Mi piace Non mi piace
    2. prawda - 5 giorni fa

      Granat….iere di Sardegna – Ciao, concordo ma da come viene impostata tutta la trattativa, lo stesso numero di presenze per il riscatto obbligatorio decisamente alto, mi fa piu’ pensare ad una operazione sullo stile di quella messa in scena con il ritorno di Immobile, con Peres che viene a mettersi in vetrina per poi essere il prossimo anno davvero ceduto dalla Roma a qualche altra societa’. Chiaro che dopo due anni deludenti, dopo vicende extrasportive poco edificanti, il valore del giocatore e’ calato e quelle poche societa’ potenzialmente interessate non sono in grado di sobbarcarsi un ingaggio elevato come quello del brasiliano.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Granat....iere di Sardegna - 5 giorni fa

        A me ricorda più Sadiq, una operazione tappabuchi al minimo costo possibile, spacciata per chissà quale operazione di mercato…mi potrebbe stare bene, una riserva di De Silvestri ci vuole, se ci fosse altro che bolle in pentola…il problema è che forse non c’è neanche la pentola, il problema è che il sapere che ci sono stati utili nel 2017 ha fuorviato tutti, in primis gli addetti ai lavori. Non ci sarà nessun investimento se non finanziato in minima parte dalle cessioni. Il Toro è fermo nelle cessioni, Petrachi non riesce a vendere nessuno se non Valdifiori e il “tesoretto” non è altro che uno strumento statistico per gli analisti finanziari per asserire che il Toro gode di buona salute ma, come del resto tu hai sottolineato più volte, non c’è nessuna volontà di migliorare. E non mi si dica che il calciomercato è lungo. E’ risaputo che più vai avanti e più la concorrenza per acquistare i giocatori che servono aumenta, oppure ti prendi gli scarti degli altri. Se questo Verissimo è veramente così forte perché non si è fatto come Lyanco…? Vabbè il motivo tu lo conosci meglio di me: quando si è acquistato Lyanco si erano già fatte le cessioni di Martinez e Jansson e si sapeva già che sarebbero stati ceduti Maksi e lo stesso peres, insomma siamo alle solite, altro che tesoretto

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. prawda - 5 giorni fa

          Concordo non c’e’ nessun tesoretto anzi c’e’ bisogno di vendere per pagare Rincon e Niang; anche io non prevedo nessuna novita’ o cambi di gestione, adesso poi che Cairo sa che dai diritti televisivi non incassera’ molto di piu’ di quanto preso in questo campionato, calmiera’ ulteriormente i costi fissi. Sinceramente non credo che il Torino si possa permettere di pagare 1,7M di ingaggio la riserva di De Silvestri per cui credo che Peres spesso partira’ titolare anche per mettersi nuovamente in vetrina ma non fara’ le 25 presenze. Sul mercato in Brasile in generale, ho sempre avuto molti dubbi; ho come l’immagine di una bella lavatrice bianca.

          Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy