Calciomercato Torino, giornata chiave in Lega: il Modena spinge per Amauri

Calciomercato Torino, giornata chiave in Lega: il Modena spinge per Amauri

In uscita / Incontro a Milano tra l’entourage della punta e la dirigenza canarina: si attendono sviluppi importanti

8 commenti
Amauri

L’estero, il possibile ritorno in patria, senza mai dimenticare l’Italia. Un Paese che ormai è entrato nel sangue ad Amauri per il quale l’avventura al Torino è sempre più agli sgoccioli: come vi avevamo raccontato (QUI I DETTAGLI) le esigenze familiari avevano sempre spinto il giocatore a mettere in secondo piano le offerte pervenute da Vasco da Gama, Flamengo e non solo.

E mentre quest’oggi, con l’assemblea di Lega in programma. potrebbe essere un giorno buono per chiudere il cerchio e ripartire: per lui e per il club di via Arcivescovado. A margine dell’evento, come è logico che sia. i vari club potranno approfittare di questo evento di “riunione” per approfondire dal vivo discorsi precedentemente imbastiti o tentare qualche affondo inaspettato: il Modena sembra davvero intenzionato a superare una volta per tutte la concorrenza, strappando il definitivo sì del giocatore.

testa
Amauri sembra essere il maggior indiziato per lasciare il Torino

Dal Torino non ci sono mai state, e non ci saranno mai, opposizioni di sorta. D’altronde, come già specificato più volte su queste colonne, i granata ora hanno bisogno di cedere, prima di chiudere altri eventuali colpi in entrata. Petrachi e Cairo quest’oggi cercheranno di trovare il bandolo della matassa, cercando di liberare innanzitutto il posto in rosa occupato attualmente da Amauri. La punta, di fatto fuori dal progetto del tecnico genovese, interessa e non poco ai canarini che vorrebbero assicurarsi le prestazioni dell’italo-brasiliano, nell’ottica di rafforzare il reparto offensivo e tentare così d staccare la concorrenza, impegnata nella lotta per non retrocedere.

La distanza sembra minima, ma l’ingaggio proposto (circa 200mila euro da qui al termine della stagione) non sembra per ora convincere del tutto il giocatore. Servirà un altro incontro, previsto oggi a Milano, tra l’entourage della punta e il club emiliano. In caso di rifiuto – a dirla tutta l’asse appare molto caldo – il giocatore attenderà con ogni probabilità gli sviluppi degli interessi pervenuti dal Brasile. Consapevole che il mercato in entrata da quelle parti chiuderà soltanto a metà aprile.

8 commenti

8 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. ddavide69 - 12 mesi fa

    In ogni caso al di là delle opinioni personali che sono soggettive,
    quando manca l’obiettività e/o l’onestà intellettuale
    c’è chi si ostina a voler far apparire il bianco per il nero e viceversa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Granata71 - 12 mesi fa

    Nessuna squadra aveva ingaggiato Amauri per tutto il calciomercato di gennaio.
    Solo noi potevamo acquistarlo l’ultimo giorno ad 1 milione di €, e garantirgli uno sti pendio di 750000 € all’anno.
    E poi dicono che babbo natale non esiste.
    Eccome se esiste…..vero presidente?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. ddavide69 - 12 mesi fa

    In ogni caso una delle 2 è sicuramente vera :

    -Amauri si è fatto il culo ed è un grande professionista
    quindi ventura ha sbagliato a non utilizzarlo praticamente mai.

    -Amauri non si è fatto il culo e non è piu’ un calciatore .
    Quindi ventura e la società hanno sbagliato ad acquistarlo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. prawda - 12 mesi fa

    Fu una follia prenderlo dal Parma un anno e mezzo fa e ne continuano a pagare le conseguenze. Chiaramente in serie b nessuno puo’ pagare un ingaggio annuo di 750k euro, anche se solo per sei mesi, per cui e’ difficile una cessione se il Torino non si fa comunque carico di una parte dell’ingaggio rimasto.
    Attendere aprile per farlo andare in Brasile non cambierebbe di molto le cifre viste che fino a quel momento il Torino continuerebbe a pagargli lo stipendio.
    In ogni caso Amauri e’ costato al Torino fino ad oggi quasi 3 milioni, tra acquisto e ingaggio, per non giocare praticamente mai e fare l’uomo spogliatoio.
    Considerato che e’ sceso in campo 30 volte, spesso per pochi minuti, significa che ogni volta che si e’ tolto la tuta e’ costato al Torino 100.000 euro oppure le tre reti sono costate 1 milione ciascuna, oppure avendo giocato complessivamente 1399 minuti ha percepito 2145 euro a minuto.
    Credo che Amauri conservera’ ancora per molti anni un fantastico ricordo di Torino.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Papa Urbano I - 12 mesi fa

    …ad Amauri non si può dire niente…se tutti avessero sputato sangue in campo come lui il TORO avrebbe fatto sicuramente meglio…però ormai credo che faccia fatica a reggere una serieA…magari in serieB può ancora dire qualcosa…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. FLAGHI - 12 mesi fa

      In serie A non basta l’ impegno…questo è un giocatore finito da almeno 3 anni..poi tutto questo impegno dove l’ hai visto??? Se le poche volte che ha giocato dopo 5 minuti aveva la lingua di fuori…ma cosa stai dicendo???

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. RDS- toromaremmano - 12 mesi fa

        Ma lui è il genioicompreso…..e poi anche se avesse sputato sangue…. ho letto che in questi due anni ha guadagnato 2000 euro e rotti al minuto.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Luigi-TR - 12 mesi fa

    ha avuto troppo poco spazio, sia l’anno scorso che quest’anno…e se non si gioca la condizione fisica ed il feeling con il campo è impossibile trovarla…mi spiace perchè lo reputo un buon attaccante, grintoso e di peso…però stando così le cose inutile tenerlo in rosa per fargli fare perennemente la panchina
    spero per lui che possa ritrovare altrove un pò di smalto e un pò di fortuna calcistica

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy