Calciomercato Torino: Avellino su Buongiorno e Aramu, ma ha problemi societari

Calciomercato Torino: Avellino su Buongiorno e Aramu, ma ha problemi societari

In uscita / Ai due giocatori interessato anche il Perugia

di Marco De Rito, @marcoderito

L’Avellino aveva avviato le trattative per cercare di assicurarsi due granata: Mattia Aramu e Alessandro Buongiorno. Il primo è fuori dai piani del Torino, non è neanche stato convocato per il ritiro di Bormio e deve trovare una sistemazione al più presto. Il 19enne ha prolungato quest’anno il suo contratto con i granata sino al 2022 e, in questi giorni, è stato aggregato alla squadra di Mazzarri.

Per la società campana però è arrivata una comunicazione da parte della Co.Vi.So.C. che potrebbe mettere a repentaglio le trattative per arrivare ai due granata. E’ stato riscontrato che l’Avellino non ha i criteri sufficienti per ottenere la Licenza Nazionale e quindi iscriversi al prossimo campionato di Serie B. Il motivo scatenate è un’anomalia relativa a una fideiussione. Gli irpini si sono già dichiarati parte lesa di questa vicenda e si riservano di agire per vie legali. Adesso, l’impegno dell’Avellino è quello di regolarizzare la propria posizione presentando ricorso e, contestualmente, una nuova fideiussione a sostituzione di quella ritenuta non conforme, entro i tempi previsti dalla normativa federale (lunedì 16 luglio).

Torino, Mazzarri vuole una squadra cameleontica: dopo il 3-5-1-1, si riprova il 3-4-3

Questa situazione frena ogni possibile trattativa tra i piemontesi e i campani, almeno fino a che la situazione di quest’ultimi sia chiarita. I due giocatori però non possono aspettare in eterno e vogliono aggregarsi il prima possibile alla nuova squadra. Buongiorno sembra molto vicino a un trasferimento in prestito secco (leggi qua) e su di lui si erano registrati anche gli interessi di Perugia e Ascoli. Nonostante l’ultima stagione sia stata sotto le attese, anche Aramu ha ricevuto diversi sondaggi (leggi qua), su di tutte, l’Hellas Verona e lo stesso Perugia. Per il classe 1995 non si è ancora definita la formula della cessione. Il trasferimento potrebbe avvenire in prestito secco ma, dato che il giocatore ha il contratto in scadenza nel giugno 2019, questa potrebbe essere per lui l’ultima chances di ottenere un riconferma in granata.

 

6 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-13746076 - 4 mesi fa

    Che delusione Aramu…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. granatadellabassa - 4 mesi fa

    Che delusione Aramu! Sembrava destinato a vestire la maglia granata nel giro di pochi anni e invece ha infilato una serie di flop. Mistero, a me piaceva molto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. BeuoGranata03 - 4 mesi fa

    Aramu ha dimostrato di avere un minimo di mercato in B, cerchiamo di venderlo e ricavarci qualcosa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. user-13657710 - 4 mesi fa

      Madama granata- parole sante! Che viene da noi è in “prestito oneroso”, che da noi parte è sempre con la formula “gratuita”!
      In più spesso giocatori stazionano per “enne” anni al Toro, sempre prestati gratuitamente, e alla scadenza del contratto se ne vanno liberi altrove.
      Non potrebbe la società cercare di “venderli”, ricavandoci anche solo qualche “spicciolo”?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Pepe - 4 mesi fa

        ma non puoi metterti un nick come tutti gli altri? sembri un carcerato

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. user-13652724 - 4 mesi fa

      Come si mette il nick?!?!

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy