Calciomercato Torino, i tavoli delle trattative: da Peres e Verissimo al fronte uscite

Calciomercato Torino, i tavoli delle trattative: da Peres e Verissimo al fronte uscite

Calciomercato / Settimana importante per il Torino che si avvicina sempre di più al 6 luglio e potrebbe quindi chiudere le prime trattative: soprattutto in uscita potrebbero arrivare alcune ufficialità

di Silvio Luciani, @silvioluciani_

Si avvicina l’inizio del ritiro estivo per il Torino e per la società inizia una settimana importante con il fine ultimo di consegnare nelle mani di Walter Mazzarri una rosa adeguata agli obiettivi e alle ambizioni di un club come il Toro e di un allenatore come quello toscano. Quindi innanzitutto sul fronte uscite potrebbero arrivare le prime ufficialità, mentre in entrata continuano a  tenere banco le trattative per Bruno Peres e Lucas Verissimo. 

PERES – La settimana che sta iniziando potrebbe essere – finalmente – quella decisiva per restituire la maglia 33 granata a Bruno Peres. La freccia brasiliana è ormai vicino ai granata e a meno di clamorosi quanto inaspettati ribaltoni dovrebbe mettere la firma sul contratto che lo legherà al Torino. La formula, come ampiamente detto, è quella del prestito oneroso (1 milione di euro) con diritto di riscatto (6 milioni di euro) che diventerebbe obbligo alla 25ª presenza col Toro. Dopo qualche nodo riguardante l’ingaggio alla fine sarebbe arrivato il sì del giocatore, ma alle condizioni dettate dal Torino (1,5 milioni più bonus) e ora si stanno limando i dettagli dell’operazione che potrebbe essere in dirittura d’arrivo.

Calciomercato Torino, per Bruno Peres si lavora sui dettagli

VERISSIMO – Come vi abbiamo riferito sulle nostre colonne (leggi quì), il Torino ha la preferenza assoluta del centrale brasiliano, ma non ancora quella del Santos che vuole solamente strappare il prezzo più alto possibile per Lucas Verissimo. Il ragazzo spinge per andare via, allettato dalle sirene del grande salto nel calcio europeo e soprattutto dall’attrazione verso la maglia granata e il campionato italiano. D’altra parte in questa settimana si dovranno superare vari ostacoli, tra cui c’è sicuramente il cambio del direttore sportivo da parte del club carioca. La scelta del Santos potrebbe quindi allungare i termini di chiusura dell’operazione, che il Toro spera invece di chiudere al più presto per portare il giocatore al raduno del 6 luglio.

IN USCITA – Con l’avvicinarsi del raduno estivo del Toro aumentano le probabilità che arrivino le ufficialità di alcune operazioni che verranno chiuse in uscita. Sarà infatti difficile nel raduno granata vedere in toto la stessa rosa che ha terminato il campionato. Mazzarri vuole una rosa molto corta e il Torino ha diversi nodi da sciogliere sotto questo punto di vista. Più che gli esuberi, riguardano più giovani che probabilmente potrebbero essere mandati a fare esperienza in prestito. Tra questi ci sono Bonifazi anche se è poco probabile che parta, Barreca, che senza certezze di giocare potrebbe voler cambiare aria ed Edera che piace a mezza Serie A. Chi lascerà quasi sicuramente il Torino è Mirko Valdifiori, sempre più vicino alla SPAL, mentre tra i nomi dei possibili partenti ci sono anche quelli di Joel Obi, Afriye Acquah, Lucas Boyè. Danilo Avelar è de facto un giocatore del Corinthians, mentre anche per quanto riguarda giovani come Manuel De Luca, e altri ex-canterani, c’è da valutare la soluzione migliore.

7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Bobbogar - 4 settimane fa

    Scusate, ma solo io penso che con l’arrivo di Kluivert alla Roma El Shaarawy sia un pò chiuso? Visto i buoni rapporti con la società capitolina… quanto ci farebbe comodo “il Faraone”?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. bertu62 - 4 settimane fa

    La mia impressione:
    Peres verrà, la questione è già stata definita, con il Torino che toglierà la castagna (Peres) dal fuoco (alla Roma), è solo una questione di soldi che Peres vuole DALLA ROMA credo come “risarcimento” per questi ultimi 2 anni (giusto? Sbagliato? credo che solo poi vedendolo giocare potremo capire se davvero è un giocatore “finito” oppure più probabilmente ha incontrato “difficoltà” che la Roma non ha saputo/voluto gestire…) ed in più mi sa che ci prenderemo anche Juan Jesus, altro esubero dei Capitolini, a suggellare la trattativa….
    Su Verissimo invece mi sa tanto che sia già tutto fatto e che sia solo una questione “di facciata”, quella del Santos per intenderci, ma a fine settimana dovranno decidersi a dichiarare che ce l’hanno venduto…Che poi si riveli un affare beh, solo poi vedendolo giocare lo sapremo…
    Invece sui nostri “esuberi” è chiaro che TUTTI vorremmo vedere i nostri giovani giocare in prima squadra, ma è altrettanto vero che vorremmo vedere la prima squadra VINCERE oltre che “giocare”, e questo non è detto che accadrebbe se la imbottissimo di giovani CHE NON SONO PRONTI! Quindi per me va benissimo che alcuni tra quelli “meno promettenti” li si mandi a farsi le ossa altrove, dove possono giocare SENZA la pressione o l’assillo del DOVER FARE BENE ALRIMENTI….Quindi ben vengano le cessioni in prestito di Bonifazi Barreca Gustafson se servono a farli “crescere”, giusto invece valutare Lukic per verificare se avendo giocato in Liga è migliorato…Sugli altri, da Ayeti a Valdifiori a Obi ad Acquah a Berenguer a Baselli….Vediamo di volta in volta cosa viene fuori dal mercato!
    Infine 2 precisazioni: dobbiamo smettere di “etichettare” come scarti i giocatori che prendiamo dalle altre squadre! TUTTI allora sono scarti, giusto? Da Sirigu a N’Koulou! Così come dobbiame smettere di “etichettare” come fenomeni ogni calciatore che va via da noi!
    L’altra è pensare che si sia una “discarica che ricicla” ex-calciatori della ROMA! Ho letto troppe volte sta cosa, e francamente comincia a darmi fastidio! NESSUNO obbliga il Torino a prendere calciatori puntando armi alla nuca! NESSUNO oltretutto sta COMPRANDO oppure VENDENDO: c’è questa formula del “prestito con diritto di riscatto” dove si valuta se vale la pena oppure meno, come nal caso di Castan o Iturbe, ad esempio, oppure di Falque (non dimentichiamolo!!), ed eventualmente anche il Peres della situa arriverebbe con un riscatto fissato CHE SCATTA SOLO DOPO che abbia disputato 22 o 25 partite (ancora scrivono numeri diversi..), quindi SE GIOCA, e gioca bene, LO SI TIENE, altrimenti si rimanda a Roma!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. prawn - 4 settimane fa

    A volte il silenzio paga

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Aiax76 - 4 settimane fa

    …e anche per oggi quello buono lo compriamo domani…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. user-13746076 - 4 settimane fa

    Basta con Peres-Ceres…. Se ne stia dov’è … Cerchiamoci uno più affamato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Gud_74 - 4 settimane fa

    Vedo che ci sono grandi novità anche oggi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. vittoriogoli_584 - 4 settimane fa

    E Aramu,Parigini,Gustafson? Che fine hanno fatto? Sono un valore non indifferente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy