Calciomercato Torino, i tavoli delle trattative: Verissimo, Peres, Barkok e le uscite

Calciomercato Torino, i tavoli delle trattative: Verissimo, Peres, Barkok e le uscite

Calciomercato / Toro al lavoro su più tavoli: in entrata si lavora per Verissimo, Peres e Barkok

di Alberto Giulini, @albigiulini

Si apre una settimana importante per quel che riguarda il mercato del Toro. Sono infatti diverse le trattative che tengono banco in casa granata e la società di via Arcivescovado è al lavoro per fare in modo che si possa giungere al più presto alla conclusione.

VERISSIMO – Come avevamo già raccontato qualche giorno fa, il Lione si è defilato nella corsa al giovane centrale dopo aver compreso la preferenza del giocatore per il Toro ed il campionato italiano. In casa granata filtra dunque ottimismo, ma ora bisognerà trovare un accordo con il Santos per evitare che la trattativa prenda nuovamente pieghe sfavorevoli. La richiesta del club brasiliano è di 10 milioni di euro, mentre il Toro è fermo ad un’offerta di 7 milioni più bonus. Si continuerà dunque a lavorare, alla ricerca di una soluzione che possa accontentare tutte le parti chiamate in causa.

TN Quiz – Toro e Mondiale: quante ne sai?

PERES – Continua a tenere banco anche la questione legata a Bruno Peres, per il quale è stato trovato un accordo con la Roma: un milione per il prestito oneroso con riscatto obbligatorio alla venticinquesima presenza fissato a sette milioni. Rimane da trovare un’intesa economica con il giocatore, che in giallorosso percepisce 1,7 milioni netti con la possibilità di arrivare a 2,2 milioni in caso di piazzamento in Champions. I granata propongono invece 1,5 milioni netti con bonus legati alla qualificazione in Europa League. Un accordo tra le parti non è ancora stato trovato ed al momento la Roma non sembrerebbe intenzionata a colmare la differenza almeno per la prossima stagione. Trovare una soluzione per l’approdo al Toro accontenterebbe tutti: i giallorossi che si libererebbero di un giocatore che non rientra nel progetto, i granata che rinforzerebbero la propria rosa ed il giocatore che potrebbe rimettersi in gioco in un ambiente che potrebbe rilanciarlo. Si continua dunque a lavorare, alla ricerca della giusta quadra.

BARKOK – Il Toro è al lavoro anche per rinforzare la propria mediana. Un nome tornato di moda negli ultimi giorni  è quello di Aymen Barkok , centrocampista classe 1998 di proprietà dell’Eintracht Francoforte. Il club tedesco avrebbe infatti aperto ad una cessione a titolo definitivo del giocatore ed i contatti con il club granata sarebbero ripresi. Per la cessione del cartellino la richiesta dell’Eintracht si aggira intorno agli 8 milioni, cifra che il Toro al momento reputa eccessiva: i granata stanno dunque lavorando per far calare le pretese dei tedeschi. Il giocatore piace molto per la sua duttilità che gli permetterebbe di agire sia in mediana che da trequartista alle spalle delle punte. Un profilo che si sposerebbe dunque con le richieste di Mazzarri, che vorrebbe lavorare con una rosa composta da un numero ristretto di elementi: i contatti tra le parti potrebbero proseguire, la pista che porta a Barkok è da tenere in grande considerazione.

Russia 2018, Costa Rica-Serbia 0-1: Ljajic non brilla, ma arrivano i tre punti

IN USCITA – Per quel che riguarda i giocatori in uscita dal Toro, una pista da tenere in considerazione è quella che potrebbe portare Mirko Valdifiori a vestire la maglia della SPAL. Il regista ex Napoli non rientra infatti nei piani di Mazzarri e sembra convinto della proposta giuntagli dal club ferrarese, che avrebbe messo sul piatto un triennale. Bisognerà trovare un accordo anche con il Toro, che cedendo Valdifiori si libererebbe anche di un ingaggio importante (800mila euro): i presupposti per la chiusura ci sono, i contatti tra le parti proseguiranno. Quasi tutto fatto per il passaggio di Danilo Avelar al Corinthians. Il terzino, reduce dall’esperienza in Ligue 1 con la maglia dell’Amiens, dovrebbe trasferirsi in Brasile con la formula del prestito. La trattativa è giunta alle fasi finali, a breve si attendono le ultime novità. Al lavoro è anche il nuovo procuratore di Barreca, Giuseppe Riso, per trovare una nuova sistemazione al giocatore: la sensazione è che il futuro prossimo del terzino sinistro possa essere lontano da Torino.

 

22 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Dani toro - 1 mese fa

    Ma scusate un’attimo, giusto x chiarezza, sto barkok, chi è? A me suona tanto come un donsah straniero… Poi magari mi sbaglierò, ma…. Lasciatemi almeno il beneficio del dubbio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Granat....iere di Sardegna - 1 mese fa

    Aldilà di tutte le considerazioni c è una costante in tutte le trattative: tirare sul prezzo all infinito, anche a costo di far sfumare l acquisto. Si può certo essere d accordo su questa strategia, nessuno dice che non si debbano gestire le risorse con oculatezza. Tuttavia è un dato oggettivo che ogni scelta viene fatta solo e soltanto mettendo i criteri economici alla base di tutto. Se non fosse così e veramente ritieni che un profilo possa darti un quid in più la trattativa a un certo punto la chiudi. Mi vengono in mente le parole della mamma di cairo da lui stesso riferite in occasione dell acquisto di cerci. Anche li ballavano circa 500 mila euro e a un certo punto la madre disse a Cairo; sa, smettila di giocare e compra cerci. E cerci venne appunto acquistato per 5,5 mlni…Ora la mamma non c’è più ma il presidente è rimasto uguale, anzi è peggiorato, ora tratta anche su 50 mila euro, Ansaldi docet.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. carlo - 1 mese fa

    Abbiamo il sì di Zaza. Erano molti anni che aspettavo il sì di Zaza, e arriva proprio il giorno del sì di Peres e poi Buruk Barak. Ah scusate ho sbagliato sito.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Ospunda - 1 mese fa

    Se non arrivasse Peres, non mi straccerei le vesti. Conosciamo bene la classe del giocatore, ma ne conosciamo anche il rendimento incostante. De Silvestri avrà piedi peggiori, ma è uno che dà tutto in campo.
    Perché non pensare a Berenguer jolly sulle fasce e tenerci anche Barreca come alternativa ad Ansaldi?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. granatadellabassa - 1 mese fa

    certo che nel fare acquisti siamo sempre dei bradipi!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. BACIGALUPO1967 - 1 mese fa

    Peres può restare dov’è.
    Mi costa dirlo, perché appena arrivato al TORO nel ritiro di Mondovì con il contratto ancora non formalizzato per problemi burocratici a differenza di altri pseudofenomemi si fermò al termine dell’allenamento, fece l’autografo con dedica a mio figlio e gli regalò la sua pettorina oltre ad un sorriso da bravo ed umile ragazzo.
    Evidentemente i soldi, la fama e le brezze romane lo hanno cambiato in peggio.
    Molto meglio e funzionale Laxalt del Genoa.
    Per il resto se arrivasse Zaza avremmo un calciatore che per fame e grinta potrebbe non solo fare in granata le sue e le nostre fortune, ma sarebbe da pungolo per Belotti e darebbe a Mazzarri più soluzioni tattiche.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marino - 1 mese fa

      Guardi che Belotti e Zaza non possono coesistere, non sono complementari. Se Arriva Zaza è perchè Belotti è venduto, ad una cifra maggiore di Zaza. L’operazione ha il solo scopo di creare plusvalenze. Ovviamente sono solo cattiverie mie, in realtà Cairo non ha mai creato plusvalenze, tutti gli anni c’è una squadra competitiva e i soprannomi bracciamozze, braccino e altri peggiori non glieli hanno dati alla 7, dove notoriamente sono tutti juventini o maicuntent.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Torello_621 - 1 mese fa

        Se lo dici tu…A me pare che nel 3 5 2 di Mazzarri Zaza e Belotti possano tranquillamente giocare insieme. Via invece Iago che ha richieste e dubbi su Ljajic anche se io lo confermerei e lo farei giocare al posto di Baselli a fianco di due centrocampisti validi (e con questo escludo Rincogl)

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Marino - 1 mese fa

          Non sono l’oracolo. Vedremo se la suqadra sarà rafforzata o meno.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. BACIGALUPO1967 - 1 mese fa

            Se la squadra verrà rafforzata non lo so. A mio modestissimo parere Belotti e Zaza sarebbero complementari.

            Mi piace Non mi piace
      2. VivaBangladesheToroforsa - 1 mese fa

        আপনি বিষ্ঠা হয়

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. ddavide69 - 1 mese fa

          Sei una merda (traduzione del testo ) a chi sarebbe riferito ?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. VivaBangladesheToroforsa - 1 mese fa

            Acquah chi vuole andare in inghilterra

            Mi piace Non mi piace
    2. ddavide69 - 1 mese fa

      Magari prendessimo Laxalt. Peres lo lascerei perdere.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. user-13797744 - 1 mese fa

    Abbiamo anche il SI di Zaza A breve anche il si di B, B. S

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. user-13657710 - 1 mese fa

    Madama granata- VERISSIMO: il Lione si è informato, ha valutato bene e a fondo, e se l’è data, lasciandolo eventualmente al Toro (È Peres che lo ha consigliato di venire da noi?)!
    L’approdo di PERES AL TORO ACCONTENTEREBBE TUTTI, dice l’articolo!
    La Roma, sicuramente si! Il Torino: forse…
    Il giocatore:mah… Visto che non ha altre richieste e da Roma lo cacciano comunque.. E poi basta arraffare più denari possibile, indipendentemente dal proprio reale valore, e se qualcuno è pronto a pagare… (io Peres lo vedo con i dollari negli occhi come Zio Paperone!). I TIFOSI,STANDO AI TANTI COMMENTI,SICURAMENTE NO! Perché ToroNews non ripropone ora il sondaggio su Peres? Sarebbe interessante vedere il risultato!
    Su BARKOKnon mi pronuncio:non so!
    Il dispiacere maggiore, X me, sarebbe la partenza di BARRECA: auguro a lui di avere lo stesso successo di Verdi e di tanti altri giovani di cui il Toro si è troppo frettolosamente liberato!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BACIGALUPO1967 - 1 mese fa

      Ciao Madama,
      Quali sono gli altri giovani dei quali il TORO si è liberato e che hanno poi fatto fortuna altrove? Verdi a parte che per altro non era un nostro giovane, ma proveniva dal vivaio del Milan.
      Non mi pare esistano nell’era Cairo situazioni simili a Coutinho transitato nell’Inter, ed venduto dal Liverpool per 160 milioni al Barcellona.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Pepe - 1 mese fa

        Forse lha detto senza pensarci… forse

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. joe69 - 1 mese fa

      Va bene che noi del Toro siamo sempre teneri e pazienti con i giovani ma Barreca è una pippa , assolutamente scarso in fase difensiva e dato che in fase offensiva non è che sia Roberto Carlos questo è un limite molto serio
      Invece di buttare soldi per Peres o Verissimo non capisco eprchè non acquistino Laxalt, uno dei più forti esterni sinistri da 352 del campionato se non il più forte , che non costa poco ma nemmeno una follia

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. granata - 1 mese fa

    Sul fatto che il Lione volesse veramente Vertissimo ho seri dubbi. E’ credibile che il giocatore, che probabilmente non sa nulla nè di Torino nè del Torino, si sia innamorato a prima vista del Toro e abbia alzato un muro contro il Lione, squadra francese di buonissimo livello? Mi sembra una balla o del Santos o del suo procuratore per tirare sul prezzo. Per quanto riguarda Bruno Peres, sarebbe logico che non pretendesse di guadagnare come alla Roma. Speriamo solo che queste trattative non ci facciamo perdere altre opportunità.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Marino - 1 mese fa

    Redazione, ci avevate raccontato che Peres veniva perchè aveva nostalgia della maglia granata, i Ciro boys dicevano che lo ambivano molte squadre. Adesso invece salta fuori che lui vuole lo stesso stipendio che a Roma con il bonus per la Champions e che nessuna squadra lo ha voluto. Vo siete dei giornalisti, il vostro mestiere dovrebbe essere farvi delle domande, come mai non vi chiedete come la Roma lo abbia messo alla porta e nessuno lo voglia?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. user-13746076 - 1 mese fa

    Peres comincia ad innervosirmi….Possibile che non ci siano altri prospetti simili? Sulla questione ingaggio per una volta mi trovo d’accordo con la società. Giusto dare un maxi ingaggio a giocatori che spostano equilibri, vedi Sirigu, ma non è il caso di Bruno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy