Calciomercato Torino, il punto: Edera non ha fretta di partire, Damascan sì

Calciomercato Torino, il punto: Edera non ha fretta di partire, Damascan sì

La situazione / Zaccagno alla Vibonese, Djoulou ufficiale al Bisceglie

di Marco De Rito, @marcoderito

EDERA

Torino FC v SS Lazio - Serie A

Simone Edera è stato convocato per la gara contro la Roma. Congelata, almeno per il momento, la sua cessione in prestito. In questo campionato – avendo davanti giocatori come Zaza, Belotti e Iago Falque – non ha avuto le possibilità per mettersi in mostra, ma per ora l’attaccante non sembra avere fretta di trovare un’altra sistemazione. Su di lui rimangono vigili diverse squadre della Serie A (Udinese, Parma e Frosinone in primis), ma il destino si deciderà probabilmente nell’ultima settimana di mercato.

6 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Madama_granata - 2 mesi fa

    Se continuiamo a non avere nessuno che fa gol, non riuscirò mai a capire perché Edera deve andarsene senza essere “testato”.
    Non si dica che è bocciato perché ha giocato male una partita, una, 4 mesi fa, e poi basta, perché è assurdo.
    Qui si parla ogni giorno di seconde, terze, quarte, quinte chances ad ogni giocatore con gare fallimentari alle spalle..
    Non riesco a capacitarmi del perché quelli “pagati” milioni di euro nel Toro, capaci o brocchi che siano, abbiano tanta più comprensione ed attenzioni che non i giovani provenienti dalla nostra Primavera, tutti quanti, non solo Edera!
    Bene i prestiti di Zaccagno e Damascan.
    Il primo speriamo possa giocare e farsi valere. Auspico che ritorni presto alla “scuola” di Sirigu.
    Il moldavo speriamo maturi, visto che per ora non se l’è cavata né in prima squadra, né in Primavera. Non credo ci si potesse aspettare molto di più da un ragazzo che gioca in una Nazionale, la sua, relegata nella fascia C. È giovane: speriamo cresca bene..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 2 mesi fa

      Non comprendo la tua ostilità ad un prestito di edera dove possa giocare con continuità.
      A che serve rimanere qui se davanti ha gallo, Zaza, Iago e Parigini? Deve attendere ancora in panchina o sarebbe meglio che mettesse minuti nelle gambe? Quanto è sceso il suo valore stando sempre in panca?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Madama_granata - 2 mesi fa

        Buongiorno, Simone.
        Provo a risponderti.
        Io penso che, Belotti a parte:
        -Zaza va maluccio, gli riconosco tanta voglia, ma nulla più. Siamo a quota 1gol!
        -Falque, il nostro miglior marcatore (rigori a parte), è stanco, fuori forma e fuori ruolo. Mazzarri spesso non gli fa completare la partita. Da questa estate non io, ma gli esperti, dicevano che Edera era il “sostituto naturale” di Falque. Perché Mazzarri ha sempre messo Berenguer (x me molto deludente, non certo meglio di Parigini ed Edera) e, raramente, per soli 5/10 minuti finali Parigini?
        – Parigini, appunto! Tanti complimenti da Mazzarri e giornalisti, e tanti voti dai tifosi.
        Corsa, buoni cross ai compagni, grandi grinta e voglia, discreta precisione, non paura di tirare in porta, poca difesa (non certo peggio di Berenguer, però!).
        A questo punto io tifosa penso: bene, ora giocherà con regolarità, anche perché può ricoprire più ruoli. E invece, no! Anche lui solo più in panchina.
        RIASSUMENDO: l’attacco va male e non fa gol.
        Via Soriano (bene!), abbiamo comunque numericamente un uomo in meno.
        Visto che non arriverà il “Ronaldo” di turno, perché, prima di mandarlo altrove, non provare Edera con continuità, per almeno mezz’ora e per almeno 3/4 partite?
        O rimettere Parigini che aveva ben figurato?
        Quello che a me fa rabbia sono le dichiarazioni dei giornalisti:
        – Berenguer “merita”(perche?) di essere riprovato. Ancora, dico io? Ha avuto molte possibilità, e le ha sprecate quasi tutte!
        – Lyanco ha fatto male (Fiorentina) e per un suo errore abbiamo preso gol, ma merita una seconda chance. Giusto, deve riprendersi, ma poco alla volta. Entrare in partite in cui stiamo già vincendo, non essre mandato allo sbaraglio!
        -Djidji ultimamente è calato (es. su suo errore altro gol della Fiorentina), ma non si pensa certo di toglierlo, nemmeno per qualche mezz’ora!
        È giovane, dicono, può sbagliare: “bisogna” insistere, dargli fiducia.
        E poi non ci sono altri giocatori disponibili.
        Spazio a Ferigra? Mai!
        E Bonifazi alla Spal!
        -Aina – stesso discorso di Djidji. Alti e bassi. Ultimamente calato, impreciso su cross, tiri e passaggi (sempre pareri letti, di giornalisti, non miei).
        – Meité calato anche lui. Deludente nelle ultime partite (sempre voci giornali).
        Comprensione e fiducia per tutti, mai bocciature per nessuno, seconde, terze, quarte possibilità per tutti. Sono giovani, miglioreranno:.”errare humanum est”!
        Concludo domandando:
        perché Edera non ha potuto godere dello stesso trattamento?
        Per tutti questi motivi io penso che Edera non sia di troppo, ma che andrebbe provato, e se mai sfruttato, anche lui come tutti i suoi compagni. Per provare a cambiare qualcosa,per tentare di ridare brio e freschezza al gioco, e per NON AVERE LA PANCHINA TROPPO CORTA, come in questi giorni.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-13658280 - 2 mesi fa

    eh si spazio x edera non può esserci in attacco con una concorrenza come gallo falque e zaza ke in tre hanno fatto sette gol su azione…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 2 mesi fa

      Con Edera sarebbe tutt’altra musica, uhhhhhhhh

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-13658280 - 2 mesi fa

    eh si spazio x edera non può esserci in attacco con una concorrenza come gallo falque e zaza ke in tre hanno fatto sette gol su azione…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy