Calciomercato, Torino-Immobile: determinante la volontà, non solo a parole

Calciomercato, Torino-Immobile: determinante la volontà, non solo a parole

In entrata / Sul numero 10 granata pende l’opzione di 11 milioni, e il giocatore può sbloccare la trattativa ma quel: “Pensiamo a finire bene la stagione, i tifosi è giusto che sognino, si vedrà…”, lascia tutti con il fiato sospeso

Inter, Immobile

Torino e Ciro Immobile: il matrimonio “definitivo” è un’ipotesi forte, ma nel calciomercato non sempre sono determinanti solo cifre e clausole. Come è noto, il numero 10 granata è in prestito sotto la Mole dal Sevilla, società che ne detiene il cartellino. Il club di Via Arcivescovado, dalla sua, possiede un’opzione per il riscatto del giocatore fissata ad 11 milioni, esercitabile nella prossima sessione di mercato.

A legare Immobile al Torino, però, non ci sono solo contratti e numeri, ma anche quella discriminante fondamentale (non scritta) presente in ogni trattativa: la celebre “volontà del giocatore”. Ed è proprio su questa che l’affaire Immobile prenderà una piega piuttosto che un’altra. Il giocatore ha sempre avuto parole dolci per la piazza e per il Torino in generale (le ultime ieri al Kappa Store), ricordando come lui debba essere grato alla società e allo staff per aver creduto nuovamente nelle sue potenzialità, e ribadendo – ancora – come lui a Torino e al Toro stia benissimo.

Immobile
Immobile è rientrato contro il Napoli dopo 50 giorni di stop

Tra il dire e il fare, però, c’è di mezzo il concreto. Posto che quest’ultima partita contro l’Empoli non stravolgerà intenzioni pregresse o scelte in vista della prossima stagione, Immobile si trova ad un bivio: fare leva sul Sevilla per ottenere uno sconto sugli 11 milioni, chiarendo al club spagnolo che la sua volontà è solo quella di rimanere sotto la Mole, oppure lasciare i due club confrontarsi sulle cifre, senza pronunciarsi in merito. Chiaramente, si parla del suo futuro, e dunque Immobile sicuramente si pronuncerà, ma resta da capire in che verso e con quale vigore. Il Torino, infatti, vuole riscattare il giocatore ma ad una cifra congrua, e per Cairo quegli 11 milioni potrebbero non essere considerati tali: ecco dunque che la comunione d’intenti tra le due parti (Immobile-Torino) nei confronti di una terza (Sevilla) è quantomai necessaria per venire a capo alla trattativa.

Il Toro vuole Immobile, ma a cifre da chiarire; Immobile dice di voler continuare a veder granata, ma di fatto l’attaccante non è privo di mercato, e le richieste al Sevilla non mancano… Per il numero 10 si avvicina il momento dei fatti, fatti che rendano concrete le numerose stupende parole dedicate al mondo granata.

7 commenti

7 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Cecio - 11 mesi fa

    Ovviamente il buon Cairo tenterà di ottenere lo sconticino, ci sta perchè è nelle logiche di commercio cercare di tirare sempre sul prezzo anche se questo è stato stabilito mesi fa.
    Dico solo che dal riscatto o meno di Immobile dipenderanno molte dinamiche di mercato per il Toro del prossimo anno.
    Ipotizziamo che dei possibili partenti (glik, maksi, peres) ne parta solo uno, si rischia che i soldi incassati servano quasi esclusivamente a riscattare Immobile non avanzando nulla o quasi per acquistare i tasselli fondamentali per il prossimo anno (regista, esterni).
    Quindi si renderebbe necessaria una seconda cessione…
    Oppure Immobile non verrà riscattato e ne cediamo uno solo…

    Non so bene cosa preferire delle 2 ipotesi.
    Certo queste pippe mentali non sarebbero necessarie se solo Cairo cacciasse il grano dalle sue tasche…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Luigi-TR - 11 mesi fa

    Stracontento se resta ma se non dovesse questa volta non mi dispero proprio. In fondo se ne era già andato via e non mi rimangio certo tutto quello che ho detto e pensato quando è andata al Dortmund.
    In un campionato dove fà stravedere Pavoletti non c’è bisogno di fenomeni là davanti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. prawda - 11 mesi fa

    Io non sono affatto convinto che Immobile verra’ riscattato, questo sia per la cifra, 11M che per il nostro presidente sono tanti ed infatti e’ cominciato il solito teatrino, ma soprattutto per l’ingaggio che il giocatore percepisce. Ora io capisco che icuramente Immobile voglia giocare ma il contratto che firmo’ con il Borussia, il medesimo che e’ stato girato al Siviglia, prevedeva 2M a salire per cinque anni, significa che Immobile ha ancora tre anni di contratto e mi pare davvero poco realistico che accetti di piu’ che dimezzarsi l’ingaggio come scriveva TN qualche tempo fa, mentre dubito che il Torino voglia anche solo avvicinarsi a quelle cifre. Inoltre sul costo mi sembra che il Siviglia non abbia ancora pagato nulla al Borussia in quanto ha un prestito con obbligo di riscatto fissato a 11M al raggiungimento di cinque presenze nella Liga che Immobile ha fatto e quindi dovra’ essere acquistato dagli spagnoli; il Torino deve incassare ancora una rata dal Borussia ma la plusvalenza e’ gia’ stata contabilizzata per l’intero importo nel bilancio 2014, significa che se il Torino acquistasse Immobile avrebbe comunque una uscita di 11M e non di 6M come spesso viene erroneamente indicato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. RDS- toromaremmano - 11 mesi fa

      Sarà come dici ma non vedo tutta questa voglia di trattenere Ciro ne da parte dei tedeschi ne da parte degli spagnoli, poi se parliamo dell’ingaggio da dare al giocatore i dubbi crescono, secondo me sta tutto nella voglia di Cairo di pagare l’ingaggio e di quanto chiederà Immobile,
      comunque non capirei la sviolinata di Ciro, quando sa bene quali sono i parametri degli ingaggi di braccino.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. prawda - 11 mesi fa

        Sicuramente il Siviglia penso lo cederebbe ben volentieri, lo ha mandato a Torino proprio nella speranza che qualcuno potesse essere interessato, ma dovendolo pagare 11M ai tedeschi dubito che possa fare sconti, credo potrebbe giusto togliere gli 850k del costo del prestito. Immobile cosa potrebbe dire di diverso, chiaro che dica che si trova bene e che dipende dal Torino; per quanto riguarda la societa’ granata la mia impressione e’ che sin dall’inizio fosse chiaro che non avrebbe riscattato Immobile; era la soluzione piu’ economica in un momento in cui serviva un attaccante in grado di dare determinate garanzie ma senza dover spendere. In quel momento Lopez era fuori forma e stava per essere escluso, Quagliarella era separato in casa, Martinez perseverava nel non sapere come e’ fatta la porta, Belotti aveva fatto vedere ancora molto poco ed Amauri faceva l’uomo spogliatoio; quindi Immobile rappresentava una soluzione ideale per il Torino che con pochissimi soldi si prendeva un buon attaccante per sei mesi e che gia’ conosceva l’ambiente, per il Siviglia che aveva l’opportunita’ di trovare un potenziale acquirente visto che in Spagna i risultati erano stati modesti e per Immobile che aveva la possibilita’ di giocare con continuita’ e sperare ancora in una convocazione in Nazionale. Questa e’ la mia opinione, poi magari Immobile decide che pur di rimanere a Torino si dimezza l’ingaggio ed anche qualcosa in piu’, ma ho dei grandi dubbi ed alle favole ho smesso di credere, purtroppo, parecchi anni fa.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. RDS- toromaremmano - 11 mesi fa

    Con l’uscita di Ieri, la situazione mi sembra abbastanza chiara,sennò non avrebbe senso la sviolinata di Ciro verso il Toro, anche tutte queste richieste da parte di altre squadre non ne ho sentite in giro (mi pare la Lazio l’unica), la sensazione è quella che Immobile si accontenterà dell’ingaggio del Toro, ha capito che qui viene considerato un re, ha chance di riconquistare la nazionale e in fondo i soldi anche se molto non sono tutto.
    La palla passa a Cairo che come logico e come sua prassi chiederà uno sconto che penso dopo un lungo tira e molla otterrà, sia il Siviglia sia il Borussia devono ancora pagare per prendere il cartellino di Ciro, (mi pare 7 il Siviglia al Borussia e 5.5 il Borussia a noi) ed è abbastanza chiaro che nessuna delle due ha intenzione di tenersi Immobile, anzi faranno il possibile per disfarsene e risparmiare quei soldi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. gian.ca_181 - 11 mesi fa

      Concordo, anche se mi fa rabbia sempre l’indugiare per lo “sconto”…peraltro con la cifra del riscatto già fissata a gennaio…

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy