Calciomercato Torino: Independiente su Sanchez Mino

Calciomercato Torino: Independiente su Sanchez Mino

In uscita / L’oriundo interessa al tecnico Milito che lo aveva già allenato all’Estudiantes. I granata gradirebbero monetizzare

10 commenti
Sanchez Mino
In Argentina la Primera Division si è da poco conclusa e già si pensa ai possibili rinforzi, anche per il club dell’Independiente di Avellaneda. Los Diablos Rojos (i Diavoli Rossi), così chiamati nel 1905 in omaggio al Nottingham Forest che portava un forte rosso sulle proprie maglie, hanno chiuso il campionato raggiungendo la terza posizione della zona 1.
L’allenatore Gabriel Milito, fratello dell'”italiano” Diego, ha manifestato alla sua dirigenza l’interesse per un giocatore che conosce già per averlo allenato nel 2015 all’Estudiantes: si tratta di Sanchez Mino, in prestito al Cruzeiro per tutto l’anno solare 2016 ma di proprietà del Torino, che ha la possibilità di rompere l’accordo col club brasiliano in qualsiasi momento.
Sanchez Mino estudiantes
Sanchez Mino in conferenza stampa ai tempi dell’Estudiantes
I vertici della società argentina hanno già avviato i contatti con il Torino e dai colloqui intercorsi hanno potuto conoscere le condizioni per arrivare al giocatore. Sanchez Mino fu acquistato dal Torino nell’estate del 2014 dal Boca Juniors, ma in granata ha deluso le aspettative. I tifosi granata ricordano di più la corsa contro il tempo per ottenere la cittadinanza italiana grazie al trisavolo calabrese, che le sue prestazioni sportive. E pensare che quei pochi minuti nella prima giornata di campionato contro l’Inter avevano fatto intravedere le sue doti e si attendeva soltanto la sua affermazione di lì a poco. Nei match successivi ha avuto più minuti a disposizione ma le giocate di qualità venivano puntualmente alternate da pause pericolose che non gli hanno mai consentito di incidere sul gioco del Torino. La bocciatura definitiva si ha però nella partita contro il Sassuolo quando sbaglia il rigore decisivo e perde troppi palloni in mezzo al campo.
SSC Napoli v Torino FC - Serie A
Sanchez Mino in azione con la maglia del Torino
Il talento mancino non è riuscito ad adattarsi al campionato italiano, ma va considerato che è stato schierato soltanto come mezzala offensiva di centrocampo e mai come terzino sinistro, ruolo in cui ha fatto vedere le miglior cose sia all’Estudiantes che quest’anno al Cruzeiro. Sanchez Mino e l’Italia: un’amore mai sbocciato nonostante le sue origini calabresi, una separazione col Torino con la pace di entrambi. Chissà se ci sarà una seconda occasione, nel frattempo per lui potrebbero aprirsi le porte del campionato argentino.
Fabio Fulco
10 commenti

10 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Glik hard core - 10 mesi fa

    se condo me al massimo puoi fare il caffè

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Giuliano - 10 mesi fa

    saluto tutti i nostri tifosi,vi do notizie sul calciomercato del Toro,in questi giorni se ne sentono tanti e ne sentiremo anche durante l’estate,ma la cosa certa,è che Padelli Glik,Maksimovic,Molinaro,Vives,Martinez,Lopez,Bovo,Peres,Gaston Silva,faranno le valige,meno male,che Mihajlovic ha capito che con questi giocatori non si va avanti.le entrate Fiorillo,Stoian,Machado,Ciurra,De Col,Gabbiadini.Sarà un toro molto offensivo,4-3-3 o 3-4-3 niente male!!!bravo Mihajlovic,speriamo che la sua determinazione gli darà ragione soprattutto in campo.Un saluto a tutti,Forza Toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. aterreno - 10 mesi fa

      Con Peres si va sicuramente avanti, per cui mille non mi piace

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. aterreno - 10 mesi fa

        Il meno 4 e’ per quelli che vogliono Peres via da torino o per quelli che non hanno capito cosa ho scritto?
        Il mago Thelma la sopra ha fatto una mega lista dei partenti, incluso Peres, dicendo poi che “che Mihajlovic ha capito che con questi giocatori non si va avanti”, Peres lo metterei a parte, chiaro che e’ voluto sul mercato, ma lo terrei a tutti costi, venderei 9/11 della squadra pur di non venderlo, voi lo volete vendere?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. RDS- toromaremmano - 10 mesi fa

      da Padelli a Fiorillo, dalla padella nella brace…….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. FVCG'59 - 10 mesi fa

      Ma chi sei: il mago Thelma o il porta sfiga di turno?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. aterreno - 10 mesi fa

        hahahaha gran commento

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. aterreno - 10 mesi fa

    “è stato schierato soltanto come mezzala offensiva di centrocampo e mai come terzino sinistro, ruolo in cui ha fatto vedere le miglior cose sia all’Estudiantes che quest’anno al Cruzeiro.”

    certo era meglio mettere silva fuori ruolo li, tutto l’anno o peres

    non vedo l’ora che l’Italia apra gli occhi su Ventura, MR ‘Li faccio giocare dove piace a me e non a loro’, vediamo come funziona in Nazionale eh?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Athletic - 10 mesi fa

      Però l’articolo è contraddittorio, prima dicono che ha alternato buone giocate a pause pericolose, poi che non è stato schierato come terzino. Ma schierato in quel ruolo non puoi permetterti di avere delle pause … già ci lamentiamo di Peres che in fase difensiva a volte lascia a desiderare .. mah … comunque tecnicamente non era male, forse il suo problema era proprio quello di non avere un ruolo ben definito, oppure non c’era tanto con la testa.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. aterreno - 10 mesi fa

    Se penso a quanta pena ha fatto il centrocampo quest’anno e con questi ultimi articoli mi ricordate di Sanchez Mino, di Prcic ….

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy