Torino, la linea di Cairo e Mazzarri: l’attacco può rimanere così, ma il mercato…

Torino, la linea di Cairo e Mazzarri: l’attacco può rimanere così, ma il mercato…

Il fatto / Il presidente ribadisce e si espone pubblicamente: a meno di offerte irrinunciabili, non ci saranno novità sul mercato

di Redazione Toro News

Nessuna novità sul fronte attacco. Questo è quello che ci si dovrebbe attendere nei giorni che rimangono da qui al 17 agosto, giornata conclusiva della sessione estiva di calciomercato. Il presidente granata Urbano Cairo lo ha ribadito ancora ieri, intervenendo così sul mercato che sta portando avanti il club: “Il nostro allenatore mi ha chiesto di non prendere più attaccanti in quanto bastano quelli che abbiamo. El Shaarawy e Zaza? Ottimi giocatori, ma escludo un loro possibile arrivo”, in riferimento agli ultimi rumors di mercato circolati ancora ieri.

Calciomercato Torino, Cairo: “Ljajic resta. Juan Jesus? Vediamo…”

LA ROSA – Non è la prima volta che il presidente si espone così, in pubblico ed in privato. A questo punto il reparto di attacco a disposizione di Mazzarri dovrebbe rimanere così: Ljajic, Falque ed Edera come seconde punte, Belotti, Niang e Damascan (al momento c’è anche Butic, che però verrà prestato) come prime punte. Una rosa di attaccanti che può fornire a Mazzarri le giuste garanzie, qualsiasi modulo il tecnico decida di utilizzare: a tre punte, a due punte, a due punte con un trequartista dietro. Si parla peraltro di giocatori che per il Torino sono investimenti importanti da tutelare, dall’acquisto più caro del Torino (Niang) ad un Edera che ha appena rinnovato il contratto sino al 2023.

IL FUTURO – Ma sarà davvero così, dunque? Nessuna novità in attacco? Si parte con questa previsione, i piani sono questi, ma si sa che nel calciomercato occorre guardarsi bene dall’esprimere certezze. Non è detto non possano arrivare, da qui a fine mercato, offerte stuzzicanti per Ljajic o Niang. A quel punto le carte potrebbero rimescolarsi anche in entrata. Ma se il presidente si espone in questo modo, e ripetutamente, non si può tenerne conto.

30 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Granata - 5 mesi fa

    @clauss, hai ragione i bilanci del Chievo sono sicuramente certificati ma vorrei farti presente , se posso , che esiste anche una legge in materia di certificazione di bilanci(n. 69 del 27 maggio) che sarebbe interessante leggere. Tutto questo senza voler minimamente accusare nessuno. Informazione di carattere generale per dire che uno certifica e poi se è chi sbaglia poi paga. In questo caso specifico non si è proceduto per vizio di forma. Fai te :)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-13758358 - 5 mesi fa

    non serve nessuno xchè cosi se mi serve qualcuno non me lo fanno strapagare
    tipica tecnica cairota
    mimmobg

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. clauss - 5 mesi fa

      E’ che viaggiando a fari spenti non riesci a vedere quello che manca

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-13746076 - 5 mesi fa

    Sul bilancio mi sono fatto un po di conti e apparentemente non raccontano troppe balle. Per comprare bisogna anche vendere. Detto questo però a noi servono ancora un esterno e un centrocampista, mentre per l’attacco, fatto fuori il ballerino nero potremmo stare anche così, a patto che si tenga Ljiaic, mia opinione eh…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. marione - 5 mesi fa

    Certo, come non tenere in giusto conto le parole di una persona affidabile come Cairo? Un poco più difficile per quelle di Petrachi per cui ci vorrebbe un interprete dal petrachese all’italiano. Complimenti a Mazzarri che ha le idee chiare: pochi giocatori ma scarsi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Scott - 5 mesi fa

    La scorsa stagione ha certificato che per l’EL…e il livello sembra essersi alzato…ocvorrono un attaccante del livello del gallo e un centrocampista dao piedi buoni…c’è Saponara in uscita dalla viola. Infine occorre tenete Ljajic

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Garnet Bull - 5 mesi fa

    Prendo momentaneamente il posto di @Bilancio:
    Esercizio 2017/2018 chiuso a +52
    Esercizio 2018/2019: finora (neo acquisti+riscatti) – 33
    Avanzano ben 19 mln circa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata - 5 mesi fa

      SBAGLIATO !!! Il bilancio esercizio 2017 del Torino FC Spa si è chiuso con un utile, al netto delle imposte, pari a 37.242.636 €. Questo è un dato certificato.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Garnet Bull - 5 mesi fa

        Attenzione, io mi sto riferendo solo al mercato, e ti assicuro che le cifre sono quelle

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Granata - 5 mesi fa

          Tu dai informazioni SBAGLIATE !!! Scrivi che avanzano 19 mln€ e rotti. Errato !! Bisogna dare dati oggettivi non si può fare disinformazione. La cifra a disposizione per il mercato o altro è quella che risulta a bilancio. 37 mln € circa. Se se ne sono spesi circa 33 quanti ne restano ? Indovina ? :)

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Garnet Bull - 5 mesi fa

            Questi soldi sono derivanti dai vari riscatti e cessioni…. Zappa, maksi, benassi, peres, jansson, martinez, gomis, silvs…. Non cercare di fare il sapientone senza sapere nulla…. Fai conti e scoprirai che ho ragione

            Mi piace Non mi piace
        2. Granata - 5 mesi fa

          Credimi , lascia perdere i bilanci. Lascia stare Google. Anche riferendosi esclusivamente al mercato il dato che dai è falso. L’arrivo esclusivo del mercato è di oltre 77 mln€ !!!! Se vuoi migliori delucidazioni ti consiglierei di rivolgerti a chi lo ha certificato il bilancio che è lo studio Fausto Vittucci & C sas con studi a Roma e Milano

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. BACIGALUPO1967 - 5 mesi fa

            Risposta pertinente grazie Granata

            Mi piace Non mi piace
          2. clauss - 5 mesi fa

            immagino che anche il bilancio del Chievo di Campedelli, quello delle plusvalenze fittizie fosse certificato….

            Mi piace Non mi piace
          3. Torello_621 - 5 mesi fa

            Scusate, da ragioniere mi permetto di dire che guardare l’utile dell’esercizio è abbastanza inutile. Quello che conta è la cassa,esistente e prospettica,per sostenere gli investimenti. Inoltre circa lo standing dei revisori citati avrei qualche perplessità da avanzare. È noto che le società importanti si fanno revisionare i conti da una delle c.d. Big4,cioè le 4 società internazionali della revisione legale.

            Mi piace Non mi piace
        3. Granata - 5 mesi fa

          Garnet Bull credevo di poter discutere con toni civili e senza preconcetti su dati certificati. Mi rendo conto che con te non è possibile soddisfare queste semplici regole. A te piace aver ragione e dai del sapientone che non sa nulla a chi non conosci ,cioè me. Ti ho dato un riferimento di chi ha certificato il bilancio ed ho sbagliato. Ho sbagliato anche a risponderti. Tieniti la ragione.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Garnet Bull - 5 mesi fa

            Anche io le prove te le ho date, se poi a te non sembra che io abbia usato toni civili è un altro discorso…. È semplicissimo, è tutto dichiarato e pubblico, ma alla fine basta farsi due calcoli, se poi non ti va è un altro discorso…. Sta di fatto che i soldi ci sono eccome

            Mi piace Non mi piace
    2. Granata - 5 mesi fa

      Ascolta Garnet Bull su questo sito il 06 giugno 2018 – 06:20 hanno pubblicato un articolo con i dati del bilancio al 31 – 12 – 2017 anche questi redattori fanno finta di sapere e non sanno ? Tu più scrivi e più dimostri chi sei. Buona lettura. E , dimenticavo , hai sempre ragione tu eh :)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. CUORE GRANATA 44 - 5 mesi fa

    Sostanzialmente Cairo ha “risposto” alla petizione alla quale ho aderito per solidarietà verso i promotori. Ha risposto alla “sua maniera” con il solito”copia incolla”. Secondo me contestarlo sul mercato e sui mediocri risultati sportivi di questi anni è “alquanto generico”occorrerebbe infatti metterlo con le spalle al muro con precisi quesiti del tipo 1 Modalità e criteri adottati nelle spese, quindi non tanto QUANTO spende ma bensì COME spende e spende male tant’è che in rosa abbiamo 6\7 attaccanti, un centrocampo con esuberi però mancante di almeno un elemento di qualità ed una difesa con punti interrogativi dovuti alla precaria condizione fisica di taluni giocatori 2 Perché spende male? A mio avviso perché si ostina ad avere una struttura societaria inadeguata per “muoversi” a certi livelli. In realtà il Torino fc è solo lui! Il factotum che fa e disfa dal suo centro operativo “Milano centrico” avulso dalla realtà del territorio. 3 Qui veniamo a quella che per me è “la colpa più grave” di Cairo che lo rende,come già più volte ho detto,un pessimo Presidente. Non è tollerabile che non sia stato ancora completato il Fila quando all’inaugurazione aveva promesso di investire 3 ml(ne ha messi circa la metà). Se avesse mantenuto la promessa oggi il Museo sarebbe forse già ultimato.Idem Robaldo troppa silente connivenza con il Comune!4 Insomma per farla breve la critica più aspra che faccio al Pres. è questa sua pervicace mancanza di volontà a “rappresentare” sul territorio gli elementi che rappresentano la ns. Storia, Memoria e Diversità 5 In ultimo,ma non per ultimo, significo che così proseguendo finiremo magari lentamente ma inesorabilmente “fagocitati” da quelli di Venaria nei confronti dei quali è ormai improponibile quasivoglia confronto in termini di risultati sportivi. Se Cairo proseguirà in tal senso allora ritengo giusto che debba farsi da parte e passare la mano a chi quantomeno ponga al centro del programma il recupero dei ns. Valori. Noi del Toro siamo un po’ così forse troppo romantici per questo calcio business.Sempre FVCG!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. saettadallimite - 5 mesi fa

      Concordo su tutti i punti ma ritengo che il “peccato originale”, quello che ci portiamo dietro dall’insediamento di Cairo alla presidenza l’hai espresso al punto 2, cioè il fatto che non abbia mai voluto un vero dirigente che avesse piena autonomia e che fosse un conoscitore di calcio. Sono assolutamente convinto che tutt’ora, dopo molte critiche e consigli in questo senso, si ostina a gestire il Toro in prima persona, in gran parte improvvisando perchè, ne sono pienamente convinto, di calcio ne capisce veramente poco. Petrachi è un discreto dirigente per il mercato (secondo me molto sopravvalutato) ma è il braccio destro di Cairo, troppo legato a lui per poter avere veramente un ruolo autonomo. Un caso emblematico è l’arrivo di Miha, voluto fortemente da Cairo in prima persona senza, da quello che si dice, l’approvazione di Petrachi. E poi l’acquisto di Njang: anche se Miha lo voleva (erano cifre folli) se avessimo avuto un dirigente, un direttore generale autonomo, si sarebbe magari imposto, avrebbe detto: no, non lo compriamo, non si sta allenando e costa troppo. Punto. Quella figura nel Toro non c’è. Allora si continua a vivacchiare sperando che qualche scommessa si riveli un campione. Ecco, se dovessi dire cosa mi fa veramente incavolare di Cairo è il suo ostentato ottimismo, anche relativamente ai giocatori del Toro, sono tutti fenomeni, sono tutti campioni, poi però vediamo quello che fanno in campo. Un vero manager, uno del suo livello dovrebbe pesare di più le parole, l’obiettivo di vendere sempre a prezzo più alto la sua “merce” sinceramente inizia a scocciare molte persone. Forza Toro

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Scott - 5 mesi fa

      Spende male perché cerca nei saldi degli outlet

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. user-13946570 - 5 mesi fa

    Se fossi in Cairo /petrachi venderei sirigu iago e il gallo e prendere padelli cerci e amauri… Solo così possiamo ambire a quello che si prefigge il presidente.. Cristiano

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. marione - 5 mesi fa

      Hai ragione, però Cerci mi sa che è troppo caro, meglio uno più adatto alla cairese, se storpio ancora meglio

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. RobertoDs63 - 5 mesi fa

    Mica vogliamo fallire.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. prawn - 5 mesi fa

    A me sembra strano, il pollaio la davanti ha un po’ troppi galletti (e un solo Gallo!) non so se WM riuscira’ a gestire la competizione (non che dubiti di lui) piu’ che altro ci saranno cmq spesso 3 o 4 personaggi in panchina.

    Ljajic: se non gioca dietro le punte non gioca, dubito possa essere un sostituto di Iago (che di solito gioca tutta la stagione)
    Falque: intoccabile segna e fa segnare e difende
    Edera: dovrebbe giocare di piu’ e io non mi strapperei i capelli vendessimo Iago investendo in questo ragazzo, facendolo giocare titolare
    Belotti: intoccabile a meno che ripeta l’annata scorsa/scarsa, ma sembra in forma, motivato
    Niang: che ci fa questo in panchina? Che ci fa al toro? Che ci fa? Ti risolve una partita se si fa 3/4 di stagione in panchina a ingrassare? Mah
    Damascan: grande incognita, ci sta anche che parta dalla panchina e magari fara’ vedere qualcosa di buono qua e la

    Insomma, chiaro che non serva comprare (a parte il discorso che Niang secondo me non e’ adatto a fare il vice Gallo) ma mi sembra che ci sia un’abbondanza imbarazzante, mentre altrove (centrocampo fasce) facciamo la fame.

    Va a finire che se si rompono Lollo e Ansaldi giochiamo di nuovo col modulo Miha, OLE’!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. prawn - 5 mesi fa

      Ci vogliono grosse fette di salame sugli occhi e un paio di giornali di Cairo infilati dove so io per dare dei non mi piace a un commento come il mio, tra l’altro senza spiegare come mai

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. BogaBoga - 5 mesi fa

        L’incriticabile Prawn

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. prawn - 5 mesi fa

          Sono criticabilissimo, ma vorrei che qualcuno mi illuminasse con positivismo e saggezza.

          A me la squadra sembra incompleta, basta anche solo scrivere, sta sereno Prawn, il mercato non e’ finito, Cairo la conta per tenere i prezzi bassi

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. rumposhack@gmail.com - 5 mesi fa

      Il passaggio in cui dici prima “Iago: intoccabile” e poi, riga sotto, “non mi strapperei i capelli se vendessimo Iago” è forse la causa dei Non Mi Piace.

      Penso che per la fine del campionato uno fra Ljajic e Niang va via, pagandoci l’acquisto di un esterno di centrocampo e magari un altro centrocampista più di prospettiva (Krunic). Ora si fanno i nomi di Laxalt e Kieron Gibbs, secondo me il secondo è più probabile (meno costoso, più esperto: profilo ideale di Cairo). E può darsi anche che non sarà un cattivo acquisto (se avverrà), viste le tante presenze in champions e in premier.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. prawn - 5 mesi fa

        Ormai mi contraddico da solo, in che stato pietoso, grazie per il feedback

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy