Calciomercato: Torino, la risposta all’Independiente per Sanchez Mino

Calciomercato: Torino, la risposta all’Independiente per Sanchez Mino

In uscita / Proposta in dollari, contro-proposta in Euro. E la richiesta di dimezzare le presenze per l’obbligo di riscatto

Sanchez Mino estudiantes

Continua la trattativa tra il Torino e l’Independiente per Juan Sanchez Mino: dopo gli ultimi sviluppi, in cui si è realizzata la convergenza tra i club sulla formula del prestito oneroso con obbligo di riscatto, le parti si sono riaggiornate per limare la distanza economica.

Gli argentini – il cui allenatore è Gabi Milito, tecnico con cui Sanchez Mino ha vissuto un’esperienza positiva all’Estudiantes –  propongono un prestito oneroso a 300.000 dollari e un obbligo di riscatto a 1.7 milioni di dollari che scatti dopo 12 presenze.

Un po’ la stessa formula – chi ha buona memoria lo ricorderà – con cui il Milan aveva ceduto al Monaco Stephan El Shaarawy, con i monegaschi che fecero sedere il “Faraone” in panchina a una presenza dal raggiungimento dell’obbligo di riscatto.

Il Torino ha risposto innanzitutto parlando di Euro come valuta (il cambio con il dollaro vede oggi un dollaro equivalere a 0.90 Euro) e poi richiedendo di dimezzare le presenze necessarie per l’obbligo di riscatto, scendendo a quota sei. La sensazione netta è che comunque l’affare si farà: l’Independiente potrà accogliere un giocatore molto gradito al tecnico, mentre il Torino si libererà di un cartellino che da tempo non rientra nei piani e al contempo accoglierà una cifra vicina ai due milioni.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy