Calciomercato Torino: l’agente di Bruno Peres pronto ad un nuovo incontro

Calciomercato Torino: l’agente di Bruno Peres pronto ad un nuovo incontro

In uscita / Le offerte ci sono ma sono basse: il tempo passa e Zappacosta scala le gerarchie

6 commenti

Tormentata la preparazione della prossima stagione che sta vivendo Bruno Peres. Come ormai in ogni sessioni di mercato, infatti, l’esterno brasiliano è oggetto del desiderio di molte squadre. E se nelle scorse finestre i pericoli arrivavano soprattutto da club nostrani, come la Roma, oggi sono anche le piste estere a fare paura. Su di lui ci sono, non è più un mister, soprattutto alcuni club di Premier League in Inghilterra, come Arsenal e Manchester City, che però non hanno ancora raggiunto offerte in grado di scalare il muro eretto dal Toro.

Difficile capire quanto le voci e le trattative disturbino il giocatore – si tratta ad ogni modo di professionisti che ben conoscono questa situazione, Peres, come detto, in particolare – ma è certo che molto di questo vociferare sia passato anche dalle sue orecchie e dalla sua testa: perciò la sua volontà, come sovente affermato anche dal presidente Urbano Cairo, è determinante per capire il da farsi.E un occhio va sempre dato a Zappacosta, alternativa sulla fascia che si è recentemente dichiarato stimolato dalla concorrenza e pronto alla rincorsa al posto. Una rincorsa che non ammette distrazioni di sorta.

Nel frattempo, il suo procuratore è stato in Austria, per seguire non il brasiliano, ma altri suoi assistiti, e questa mattina ha lasciato il paese. Nelle prossime ore si potrà arrivare ad un incontro anche per quanto riguarda l’esterno, per chiarire il da farsi, la tenuta del muro granata alle offerte degli altri club e le reali intenzioni dell’ex Santos. Probabilmente non il vertice decisivo per arrivare a conoscere finalmente fino in fondo il futuro del giocatore, ma sicuramente una buona occasione per scoprire tutte le carte sul tavolo. Qualunque esse siano.

6 commenti

6 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Scott - 6 mesi fa

    Ma veramente credete, e a qualcuno piace far credere, che un calciatore della classe di Bruno non riesca ad “adattarsi”? Se è la panacea per la sua non necessaria partenza (visto che si potrebbero spendere altri 10mln, senza “investire”).. vabbe’. Io ricordo ..ero piccolo.. un certo Leo che da terzino divenne metodista, come piace dire a Cairo. Se Bruno lo metti a centravanti per me fa 15 reti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. The Mtrxx - 6 mesi fa

      puo’ essere ma ha gia’ boye di ruolo e falque (che sta partendo col rallentatore..)

      la difesa non la fa, non credo che la fara’ mai, regista centrale mi piacerebbe provarlo, son d’accordo!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Scott - 6 mesi fa

        Io penso debba giocare a sinistra perché abbiamo un vuoto spaventoso lì.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. gehenna8_444 - 6 mesi fa

    L’unica cosa che questo articolo aggiunge a quello che si sa da almeno due anni è che il suo agente è andato in Austria (tra l’altro per altre cose). Ne prendo atto alzando un sopracciglio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. The Mtrxx - 6 mesi fa

    ciao peres, piangero’quando te ne andrai. temo sia gia’ quest’anno. d’altronde non sai difendere e con il gioco di miha non servi molto.

    punta a destra? ne abbiamo gia’ troppi.

    che peccato, almeno vendiamolo caro. mi mancheranno i tuoi goal pazzeschi e le tue corse con dribblings

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. daunavitagranata51 - 6 mesi fa

    io spero che resti almeno ancora un anno al toro, benche’ con la difesa a 4 e’ sprecato, io lo farei giocare piu avanzato, cosi da far giocare anche zappacosta

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy