Calciomercato Torino: Marquinho e Kone le alternative ad El Kaddouri

Calciomercato Torino: Marquinho e Kone le alternative ad El Kaddouri

In entrata / I profili dei friulani resta in lizza per un posto in granata, sebbene il belga-marocchino resti l’obiettivo principale

7 commenti
El Kaddouri, calciomercato

Ci siamo? Forse. Il Toro sembra aver già cambiato marcia con l’arrivo di Ciro Immobile e ora il calciomercato potrebbe diventare un’arma a doppio taglio. Il gruppo di Ventura ha ritrovato serenità e compattezza: guai ad intaccare questo fragile idillio spostando giocatori in entrata e in uscita – eccezion fatta per chi è già fuori dal progetto tecnico.

E se il tassello in avanti (e che tassello!) è già stato piazzato con successo, in mediana potrebbe mancare ancora qualcosa. Stiamo parlando del sostituto di Baselli, quel profilo capace di fare da collante tra i reparti, calciare ed impostare dal limite dell’area e inserirsi a dovere con i giusti tempi.

La mezzala granata appare in evidente affanno, Obi stenta a recuperare e lo stesso vale per Farnerud. Una situazione da sbrogliare al più presto, una decisione da prendere con fermezza e in tempi rapidi: intervenire sul mercato o meno, potrebbe fare la differenza per il resto della stagione.

convocati, Kone, El Kaddouri
Kone, tra le alternative ad El Kaddouri

E giacché il Napoli si ritiene offeso e ad oggi non sembra intenzionato a cedere El Kaddouri (QUI LA NOSTRA ANTICIPAZIONE), Kone e Marquinho rappresentano ancora oggi delle valide alternative. I due ieri sono rimasti in panchina (un po’ come Tachtsidis subentrato nel finale con il Genoa, ma il greco sarebbe stato il sostituto di Gazzi, oggi più propenso a restare), nella debacle friulana (0-4 tra le mura amiche) ed entrambi reclamano più spazio.

Non è assolutamente scontato che l’Udinese decida di privarsi di entrambi e se per Kone ci sarebbe da superare la concorrenza del Panathinaikos, su Marquinho il pressing estero pare aver allentato la presa. Il ds Gianluca Petrachi lavora a distanza su più fronti e nella giornata in cui Immobile verrà presentato alla stampa, il calciomercato procede inesorabilmente verso il gong.

7 commenti

7 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Papa Urbano I - 1 anno fa

    …Kone è un bel giocatore…poi bisogna vedere come è messo fisicamente…ma al TORO manca qualcuno di personalità in mezzo al campo che vada a cercare palla e metta in porta gli attaccanti e si inserisca per far goal…quello che faceva l’ anno scorso il Berbero…e che quest’ anno nessuno è in grado di fare…Baselli e Benassi sono bravi…ma devono ancora crescere molto in personalità…giocano ancora poche palle…vanno spesso a sprazzi…e fanno fatica a saltare l’ uomo…Ventura non gioca col trequartista…ma con 2 esterni di centrocampo che partono da dietro e si inserisco…non arriverà mai un trequartisca…al max arriverà Kone…che aveva già provato a prendere anche anni fa…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. RDS- toromaremmano - 1 anno fa

      Non sarebbe il caso e l’ora che il mister si fossilizzi su un solo schema?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Pimpa - 1 anno fa

    Ma se nessuno gliele fa queste domande!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. RDS- toromaremmano - 1 anno fa

    Vorrei che Ventura, come ieri ha spiegato l’esclusioni di Maxi e Padelli ci illuminasse anche su Prcic e Pryima e se la loro continua emarginazione dal rettangolo verde sia dovuta a problemi d’ambientamento, di lingua, o problemi oggettivamente tecnici.
    Sono sicuro che comunque un trequartista e un regista servirebbero come il pane anche solo per avere l’opportunità di poter inventare altri schemi di gioco

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 1 anno fa

      Se Prcic non è mai all’altezza di entrare in campo diamolo in prestito perchè in panca non ci serve.
      Ci serve ASSOLUTAMENTE un trequartista

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. ddavide69 - 1 anno fa

    Come ho già avuto modo di scriverein precedenza, sono completamente d’accordo con te .

    Si è visto sabato : seppur contro una squadra modesta , Maksimovic dà sicurezza ed è propositivo , privarsene senza avere il sostituto rappresenta un azzardo ( già vissuti con Darmian e anche prima).

    Poi l’integrazione di Immobile : un calciatore di categoria ma sopra la media , permette anche di far crescere gli altri ,chi cioe’ si deve ancora esprimere e chi non è propriamente un top player . Lui è uno che la palla se la và a cercare e facendo movimento libera gli spazi (vedi Belotti) .

    Insomma per allestire una compagine che possa stabilmente provare ad entrare in EL devi per forza avere 4-5 elementi ‘sopra la media’ che possano prendere per mano la squadra e far salire il livello di tutti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Daniele abbiamo perso l'anima - 1 anno fa

    Secondo me la differenza si è avuta anche per il rientro di Maksimovic che non dobbiamo vendere, e Kone e Marqquinho non ci servono. Serve qualcuno alla Valdifiori.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy