Calciomercato Torino: per Bruno Peres, osservatori dell’Atletico Madrid a Roma

Calciomercato Torino: per Bruno Peres, osservatori dell’Atletico Madrid a Roma

Retroscena / Relazione positiva. Anche il Chelsea, con l’ex osservatore granata Zavagno, resta vigile sul brasiliano che ora da regolamento può giocare anche in Premier

L’ATLETICO MADRID

Bruno Peres

Scorribande sulla destra e un assist per il momentaneo vantaggio granata all’Olimpico contro la Roma: tanto è bastato a Bruno Peres per ottenere una relazione positiva. Gli occhi dei club esteri su di lui: questa non è certo una novità, come confermato anche dalle parole del direttore sportivo Gianluca Petrachi (LEGGI QUI). E tra questi ci sono anche e soprattutto quelli di Atletico Madrid e Chelsea. Quindi un piccolo retroscena: alcuni intermediari dei Colchoneros erano presenti all’Olimpico di Roma, principalmente per battere l’asse già caldo con il club giallorosso, con al centro i gioiellino Sanabria. Le labbra dei dirigenti spagnoli erano quindi concentrate sull’attaccante classe ’96, ora in prestito allo Sporting Gijón, gli occhi invece si sono posati sul laterale brasiliano granata. Bruno Peres piace, la relazione stilata è per ora positiva e l’esterno di Ventura sarà monitorato ancora in questo finale di stagione.

Ed il motivo è semplice: il club è alla ricerca di un giocatore di spinta, capace di fare staffetta con il titolarissimo Juanfran, giacché l’attuale diretto sostituto in rosa – vale a dire Jesús Gámez, classe ’85 – sino a questo momento non ha del tutto convinto.

4 commenti

4 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Pazko - 1 anno fa

    Senza Bruno, se non acquistiamo qualche centrocampista con i fiocchi, chi li fa gli assist? E chi ci fa divertire allo Stadio ? Speriamo che resti e faccia l’ala con Zappa dietro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Belfagor - 1 anno fa

    Direi che per Maksimovic e per Bruno Peres siamo arrivati al capolinea. D’altro canto le “sirene” delle squadre più blasonate e relativi incrementi esponenziali d’ingaggio, non possono non “lasciare il segno” nel giocatore. Così è stato per Immobile, Cerci e Darmian ed è giusto che sia così. Il tempo delle cosidette “bandiere” è finito.

    Discorso diverso per Glick: la sua mediocre stagione va ricercata nella necessità di risparmiarsi per la “vetrina” dell’Europeo e per l’esigenza del giocatore di concludere la carriera in una squadra blasonata con relativo ritocco dell’ingaggio. E per quel Glick che ha dato al Toro in questi anni, come per Darmian, se lo merita abbondantemente.

    Spero che Immobile venga riscattato e che a Zappacosta venga data una VERA opportunità di dimostrare quanto vale. Sogno il ritorno di Gomis, Prcic, Parigini e Barreca in prima squadra e qualche acquisto oculato, con il monte di milioni che verranno ricavati dalla vendita dei due (tre) giocatori che ho citato precedentemente.

    In quanto ai vari “senatori” + Obi e Martinez, preferisco stendere un velo pietoso. Avelar, Silva e Jansson me li terrei ancora, Farnerud è un’incognita per età e per fragilità, vista la mole di infortuni e di sfortuna che lo hanno perseguitato in questi anni.

    In tal modo esiste veramente di forgiare una squadra giovane, in stile Sassuolo, che possa dare tante soddisfazioni e (perchè no) fare il salto di qualità.

    Dell’allenatore non parlo, sapete bene quel che penso di lui e lo ripeto, non per antipatia o simpatia, bensì per il fatto che, indiscutibilmente dai meriti che ha avuto in questi 5 anni (e sono certamente molti) ha finito il suo corso ed il suo feeling con Squadra e Tifosi.

    Amen.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. gian.ca_466 - 1 anno fa

      Condivido in toto, squadra giovane ed allenatore giovane, Di Francesco oppure Juric oppure Longo…Maksi partirà sicuramente, Bruno Peres molto probabilmente, Glik subito dietro.

      Col ricavato riscattare Immobile ed in attacco, con Belotti, l’arrivo di Boye e la conferma di Maxi, siamo a posto, a prescindere da Martinez (cui gioverebbe un prestito ad una matricola tanto per farlo giocare e vedere se effettivamente è solo fumo…), Parigini da usare come jolly, soprattutto se si cambia modulo passando al 4-3-3.

      Benassi e Baselli gli unici centrocampisti da tenere senz’altro, uno tra Gazzi e Vives (come chioccia e rincalzo d’occasione), Obi perché non lo prenderebbe nessuno, via Farnerud…dentro Prcic ed almeno altri 2 giovani ma non giovanissimi da svezzare per future plusvalenze.

      In difesa Zappa al posto di Bruno Peres, Jansson al posto di Glik, Moretti da tenere magari impiegandolo senza spremerlo, Bovo rincalzo, da prendere un laterale di destra ed almeno 2 centrali (uno potrebbe essere Gaston Silva) sempre che si giochi a 5 e non a 4. a sx Avelar e Barreca, via Molinaro.

      In porta, col rientro di Alfred Gomis, Padelli può fare il secondo…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Scott - 2 anni fa

    Sono preoccupato più dall’immaginere un Toro senza Bruno, piuttosto che un Toro senza Ventura.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy