Calciomercato Torino: l’ora del rendez-vous col PSG per Sirigu

Calciomercato Torino: l’ora del rendez-vous col PSG per Sirigu

In entrata / Il DS del PSG è a Milano, si discute la buonuscita con i procuratori del portiere e il Torino

1 Commento

Sono le ore decisive per il passaggio di Salvatore Sirigu al Torino. Il DS del PSG Antero Henrique, che detiene il cartellino del giocatore (vincolato con un contratto sino al 2018) è a Milano e, in agenda, ha anche gli incontri decisivi per il futuro del portiere sardo con l’entourage del giocatore ed il Torino. Il club granata – dopo aver svolto un incontro con l’agente di Baselli per il rinnovo –  attende con ottimismo di poter chiudere la prima operazione in entrata di questo calciomercato.

Tra il pomeriggio di oggi e la giornata di domani si attende il via libera dell’operazione. Dopo aver incontrato il procuratore di Thiago Motta, Canovi, ed il procuratore di Verratti, Di Campli, il DS portoghese si è recato a casa Milan e poi proseguirà la fitta serie di appuntamenti incontrando tra gli altri anche i manager di Salvatore Sirigu. L’ipotesi che resta più verosimile è la risoluzione anticipata del contratto con buonuscita per il giocatore, che permetterebbe comunque al PSG di risparmiare i 3 milioni circa che avrebbe dovuto corrispondere al giocatore sino a giugno 2018. Poi, per Sirigu dovrebbero aprirsi le porte del Torino. L’intesa con il club di Cairo è infatti raggiunta sulla base di un triennale che dovrebbe essere dotato di opzione per il quarto, con un ingaggio di 1.5 milioni a salire per stagione.

L’amarezza di Joe Hart: “Al momento non ho offerte e se non gioco posso perdere la Nazionale”

Ore decisive, dunque, per il futuro di Sirigu: e il Torino aspetta di poter definire il primo colpo del calciomercato estivo.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. WGranata76 - 6 mesi fa

    Beh ora si parla di 1,5 a salire? Un pò troppo mi pare per un portiere che è calato vistosamente negli ultimi due anni.. Stiamo parlando di uno stipendio superiore a Belotti per un giocatore che decisivo come il Gallo non sarà mai..
    Io prima di chiudere farei la stessa offerta iniziale ad Hart,che è davvero bassa,ma non si sa mai 1,5 a stagione e via. Hart ha dimostrato affetto e rispetto e certo sarebbe davvero quasi un terzo di stipendio,ma magari essendo un ragazzone che ama il calcio e la storia di questo sport,oltre che l’Italia, vi potrebbe stare.
    Inoltre sembra che ora il City valuti un nuovo prestito al West Ham,perché non provare?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy