Calciomercato Torino: rebus Remacle, si cerca una squadra. C’è il Francavilla

Calciomercato Torino: rebus Remacle, si cerca una squadra. C’è il Francavilla

In uscita / Il ragazzo non è riuscito ad integrarsi nel calcio italiano: un’esperienza lontano da Torino potrebbe aiutarlo a crescere

Un percorso tutt’altro che facile. Martin Remacle è arrivato in granata a gennaio di quest’anno, con un prospetto alquanto positivo riguardo le sue qualità, ma non è riuscito – nella pratica – ad inserirsi nell’ambiente del calcio italiano. Per quanto inizialmente siano state spese parole importanti da parte dello staff granata, tanto che il ragazzo si è aggregato anche alla Prima Squadra con Mihajlovic; il belga però a conti fatti non ha trovato spazio e, anche a disposizione di Coppitelli, non ha convinto. A fine anno è passato definitivamente nel dimenticatoio, al margine sia della Prima Squadra che della Primavera.

remacle

QUALITÀ – Remacle, però, ha dimostrato in passato di avere qualità da poter esprimere sul campo: per riuscire a rendere al meglio ha bisogno di ripartire da capo, con umiltà e spirito di sacrificio, mettendosi in gioco. Il belga ha bisogno di migliorare su diversi aspetti, soprattutto quello caratteriale: parliamo di un ragazzo che ha giocato 5 partite nella Serie A belga, allo Standard Liegi, non per caso. Una soluzione per poter crescere a tutto tondo potrebbe essere quella del prestito, dato che sia Mihajlovic che Coppitelli per ora non sono dell’idea di integrarlo al gruppo della squadra granata (oltretutto, è pressochè impensabile che venga utilizzato come fuoriquota in Primavera, per ragioni di età).

remacle

ESPERIENZA – Per il ragazzo ci sono diverse ipotesi, che si potrebbero concretizzare nel corso di questa lunga finestra di mercato. La prima sarebbe quella di provare a ripartire con il Francavilla, squadra che milita in Lega Pro, che si è fatta avanti con il Torino: in questo modo Remacle rimarrebbe in Italia, e potrebbe fare esperienza in una squadra che lo vorrebbe per la prossima stagione. Un’altra soluzione potrebbe essere quella di una cessione in Ligue 2, la Serie B francese: la società granata lo ha proposto ad alcune squadre, che potrebbero valutare l’opzione di prenderlo per una stagione.

Il futuro di Remacle, per quest’anno, sembra lontano da Torino: il belga ha un contratto fino al 2018, e la società di Via Arcivescovado cercherà di prendere una soluzione definitiva nel giugno prossimo, valutando se trattenerlo o lasciarlo libero.

8 commenti

8 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. prawn - 3 mesi fa

    Remacle Debacle, certo che l’anno scorso la quantita’ di meteore/pacchi e’ stata pazzesca!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. die granata - 3 mesi fa

    Certo puntare su giocatori gia esperti di seria a sarebbe meglio…xo avere un ds che nn ci vede lungo e palese…io penso che alcuni giocatori nn vengono aiutati cm si deve

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. stto1962 - 3 mesi fa

    Questa si che è un’ informazione importante di calciomercato…Cairo deve piazzare REMACLE…oh my god..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. BACIGALUPO1967 - 3 mesi fa

    avete dimenticato il 4° elemento…. LA GNOCCA!!!!
    MAXI LOPEZ DOCET

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. forzatoro39 - 3 mesi fa

    Il rebus non è nei calciatori ma nella squadra !! Possibile che una volta presi siano cosi scarsi da non meritare di giocare ! Cercare il colpevole 1) il giocatore 2) allenatore 3) società ! La realtà penso sia la 2) allenatore incapace di inserire nuovi elementi in squadra !!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. andrimo - 3 mesi fa

      Per un giocatore che riesce ad emergere ci sono una ventina di giocatori che si perdono o che non riescono a dimostrare il proprio valore… ci sono tanti fattori che incidono …non si può ridurre tutto a SOCIETA’/ALLENATORE/GIOCATORE…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Torello_621 - 3 mesi fa

      Molti aspetti sono criticabili della corrente gestione, ma uno proprio no; è da anni, soprattutto con Ventura che non si manifesta più quel fenomeno di giocatori scarsi da noi che in altre squadre dimostravano il loro meglio. Caso mai è il contrario, ultimamente giocatori che da noi hanno trovato una dimensione, fuori non hanno dimostrato altrettanto. Gli scarti da noi sono per lo più usciti dal giro, vedasi i vari Sansone, Bellomo e primavera vari che neanche in serie b trovano squadra.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. policano1967 - 3 mesi fa

        ottimo commento.evidentemente nn sono buoni giocatori se anche altrove sono scomparsi.cosi come tanti qua sopra osannano giocatori della nostra primavera sparsi in campionati monori.per ora la loro dimensione e quella.aramu veniva osannato come il nuovo graziani addirittura cosi come tanti altri.lo stesso parigini per esempio.ripeto il toro nn ha fenomeni ne in prima squadra ne in primavera.smettiamola di vedere futuri diego araando maradona

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy