Calciomercato Torino, nuovi contatti con la Fiorentina: Tomovic per il dopo Glik

Calciomercato Torino, nuovi contatti con la Fiorentina: Tomovic per il dopo Glik

In entrata / I granata vedono nel centrale serbo il possibile successore del capitano. Da interessamento potrebbe diventare una concreta trattativa in caso di cessione del centrale polacco

10 commenti

Tra i big del Torino che potrebbero partire in questa sessione esitva sta circolando molto il nome di Kamil Glik. Sul capitano granata è piombato il Monaco e, per questo, la dirigenza granata sta passando al vaglio diverse opzioni, tra queste, sembra esserci anche Nenad Tomovic. Petrachi dovrà riscaldare il canale con la Fiorentina che, negli ultimi tempi, si era un po’ raffredato visto che non ci sono stati affari tra le società ma comunque l’amicizia tra i due club non è mai venuta a mancare nonostante l’avvicendamento di Pantaleo Corvino come direttore generale e la contesa di Giaccherini tra i due club.

Tomovic è un difensore polivalente, può giocare sia come centrale o terzino su entrambe le fasce: il suo ruolo preferito è nel centro-destra di una difesa a tre ma può ricoprire tutti i ruoli sia di una difesa a tre che di una a quattro. La dutilità è una delle caratteristiche che caratterizza il difensore ed è un punto a favore per lui, in quanto il Torino sta valutando proprio giocatori polivalenti per permettere a Mihajlovic di poter lavorare su più schemi di gioco. Il tecnico granata fra l’altro avrebbe già dato il benestare sul giocatore dato che lo conosce molto bene dopo averlo già avuto sotto i suoi ordini dal 2012 al 2013 alla nazionale serba.

La Fiorentina ha chiesto cinque milioni più la disponibilità di cedere Zappacosta, il Torino a queste condizioni non è proprio convinto di chiudere l’affare e si è preso tempo per ragionare. Petrachi di tempo ne ha ancora per trattare con la viola in quanto Tomovic dovrà essere acquistato solo in caso di cessione di Glik e prima della fine dell’Europeo questo non potrà avvenire e non è neanche l’unica possibilità al vaglio per i granata che vogliono costruire, con Mihajlovic, una squadra che possa veramente fare il salto di qualità…

10 commenti

10 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Jerry - 7 mesi fa

    Io per il dopo Glick, vedrei bene Acerbi del Sassuolo, giocatore che è maturato tantissimo e che nella nostra realtà potrebbe migliorare ancora.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Kaimano - 7 mesi fa

    Ma cosa importa se Italiano o meno! L’importante ke siano forti e Tomovic nn lo è, anzi è u bidone assoluto e ki dice il contrario nn capisce nulla di calcio. Se questo bidone è stato richiesto esclusivamente da Miha inizio a preoccuparmi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Polimagik - 7 mesi fa

    Concordo con “Cecio” anche se…Molinaro quest’anno un po si e’ sbattuto!!!
    L’importante che “BASELLI” e “ZAPPACOSTA” non si toccano!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Daniele abbiamo perso l'anima - 7 mesi fa

    Troppi nomi stranieri circolano in questo Torino del futuro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Placebo75 - 7 mesi fa

      Temo sarà il prezzo da pagare nell’aver scelto un allenatore straniero… Un conto però è se si parla di Ljajic, un altro se si parla di Tomovic (piuttosto lancio Mantovani!)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Daniele abbiamo perso l'anima - 7 mesi fa

        Concordo su Mantovani

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Akatoro - 7 mesi fa

        Mantovani è un gran bel centrale, con tempismo, senso della posizione, buona impostazione e un lancio a 50-60 metri da far invidia a giocatori di serie A. Ljajic è forte ma mi sa di mercenario e di caratteraccio, chissà

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Cecio - 7 mesi fa

      E’ vero, ma solo in parte perchè se ci pensi bene quelli in predicato di essere ceduti sono tutti stranieri (Glik, Maksi, Peres) e rientreranno alla base 3 italiani (Parigini, Barreca, Aramu).
      Poi anche io vorrei che venisse fuori ogni tanto un nome italiano tra gli obbiettivi di mercato, ma per ora gli unici sono Giak e DeSilvestri…
      C’è anche da dire che alcuni degli italiani che l’anno scorso hanno giocato titolati, spero che non lo siano più quest’anno (Vives, Padelli, Molinaro…)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. osvaldo - 7 mesi fa

        Anche GOMIS,se non sbaglio è italiano!perciò sono in 4 a rientrare alla base e,mi auguro che possano rimanere tutti.
        Aspettiamo e vediamo cosa sucecde,in ogni caso,semprew forza Toro
        Osvaldo

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Daniele abbiamo perso l'anima - 7 mesi fa

        Tra gli italiani via metti anche Immobike ( anche se l’italiano non lo parla bene) per il resto è vero. Spero tuttavia che non diventeremo tutti stranieri come Udiense e Viola….o perlomeno che la squadra sia competitiva. Falque mi piace, Ljaic un po’meno.

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy