Calciomercato Torino, riecco Imbula: ipotesi prestito con diritto di riscatto

Calciomercato Torino, riecco Imbula: ipotesi prestito con diritto di riscatto

Calciomercato / Il centrocampista belga è nel mirino di Petrachi già da gennaio, ma il prezzo del cartellino spaventa…

5 commenti

Il Torino vuole rifarsi i muscoli. Dopo un’annata caratterizzata da un’eccessiva fragilità a centrocampo, i granata provano a fortificare una mediana povera di fisicità riprovandoci per l’obbiettivo sfumato in extremis nello scorso mercato invernale. Stiamo parlando di Giannelli Imbula, colosso belga naturalizzato francese classe ’92 che il Toro pensava di avere in pugno prima del dietrofront dello Stoke City. Adesso il ds Petrachi è tornato alla carica: sul piatto ci sarebbe anche la volontà del calciatore di cambiare aria e provare a rilanciarsi dopo un’avventura deludente.

Dopo essere esploso tre anni fa nell’Olympique Marsiglia, il ragazzo aveva attirato su di sè gli occhi di molte big europee con il Porto in primis che lo strappò alla folta concorrenza per una cifra vicina ai 23 milioni di euro. Appena un anno più tardi l’arrivo in Premier League: i “Potters” dello Stoke City investono per lui 25 milioni, con la certezza di avere tra le mani il centrocampista del futuro. Imbula però non riesce mai realmente ad affermarsi oltremanica a causa dei ritmi troppo frenetici del calcio inglese e di una stazza piuttosto “ingombrante”. Nonostante le prestanti doti fisiche infatti, il ragazzo non entra nel cuore del tecnico dello Stoke che in un anno gli concede appena 12 presenze in campionato, per un totale di 796 minuti. Briciole. Insomma, un vero e proprio buco nell’acqua: già a gennaio, quando il Torino aveva tentato l’affondo, la situazione del belga, era piuttosto delicata. Di lì in avanti però, la situazione sportiva del ragazzo è addirittura peggiorata: soli 7′ giocati nel 2017 in occasione di un match contro il Manchester City disputato a marzo, poi solo tanta panchina.

STOKE ON TRENT, ENGLAND - DECEMBER 03: Gianelli Imbula of Stoke City is tackled vt Dean Marney of Burnley during the Premier League match between Stoke City and Burnley at Bet365 Stadium on December 3, 2016 in Stoke on Trent, England. (Photo by Alex Livesey/Getty Images)
STOKE ON TRENT, ENGLAND – DECEMBER 03: Gianelli Imbula of Stoke City is tackled vt Dean Marney of Burnley during the Premier League match between Stoke City and Burnley at Bet365 Stadium on December 3, 2016 in Stoke on Trent, England. (Photo by Alex Livesey/Getty Images)

Nonostante doti tecniche e fisiche fuori dal comune, il ragazzo non è dunque riuscito ad affermarsi nel campionato inglese, ma il Torino sembrerebbe disposto a concedergli una seconda opportunità. Petrachi infatti, si starebbe muovendo in prima persona per tentare di sbloccare una trattativa piuttosto complessa e regalare il colosso belga a Mihajlvic. Lo Stoke City – forte anche della presunta recente offerta del Galatasaray – continua a sparare alto: 15 milioni di euro per il cartellino. Se da un lato, i turchi avrebbero messo sul piatto la proposta di un prestito con diritto di riscatto fissato ad una cifra vicina a quella richiesta, dall’altro c’è il Torino; fortemente interessato al giocatore ma che, d’altro canto, non vorrebbe spendere tanto. La strategia della dirigenza granata potrebbe allora essere quelle di provare a ottenere il benestare da parte di Imbula in persona, per andare poi a trattare al tavolo dei Potters con una freccia in più al proprio arco.

L’ipotesi più plausibile vedrebbe il Torino pensare eventualmente a un prestito oneroso con diritto di riscatto non superiore ai 10 milioni, per evitare eccessivi rischi per un giocatore che va rigenerato mentalmente ancor prima che fisicamente. Sullo sfondo intanto rimangono le alternative: i nomi sono quelli di Donsah e Chalobah, giocatori che rispecchiano ottimamente quelle qualità che tanto servono ai granata.

5 commenti

5 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Fb - 3 mesi fa

    15mlm per uno segato dallo Stoke?! Ma scherziamo???
    Prestito, anche oneroso. Se poi e’ buono per il nostro campionato, allora lo si riscatta

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Per sempre granata - 3 mesi fa

    Spero non sia inbula il nostro rinforzo troppo lento abbiamo bisogno di uno dinamico …se no non serve basta sto discorso giocatore da rilanciare…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. dbGranata - 3 mesi fa

    Chalobah mi piacque anche ai tempi delle poche apparizioni al Napoli, è giovane ma credo molto molto promettente. Più di Donsah, che non disprezzo ma non credo sarebbe un effettivo passo in avanti rispetto ad Acquah. Su Imbula invece ci andrei pesante, non è un brocco, è inadatto al calcio inglese semmai e non si è trovato allo Stoke. Credo che anche 15 mln sarebbero spendibili, se riescono ad accordarsi per qualcosa in meno certo è meglio, ma Imbula sì che sarebbe un passo in avanti rispetto a ciò che c’è attualmente nel nostro centrocampo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. torinodasognare - 3 mesi fa

    E chi cacchio è Chalobah?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 3 mesi fa

      fa rima con donsah e aquah AHhhhh

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy