Calciomercato Torino – Riparte la settimana, tra colloqui, sondaggi e nuovi volti

Calciomercato Torino – Riparte la settimana, tra colloqui, sondaggi e nuovi volti

Al lavoro / Mihajlovic attende di sposare la causa granata, Ventura quella azzurra e nel frattempo Petrachi…

6 commenti

La stagione 2015-16 è ufficialmente terminata, con la finale di Coppa Italia vinta dalla Juventus ieri sera, ed adesso per le squadre di Serie A è arrivato il momento di iniziare a programmare la prossima stagione. Il Torino sembra poter partire questa nuova avventura con Mihajlovic in panchina. Questo avvicendamento in casa granata sta facendo discutere mezza Italia perché sarebbe legato al trasferimento di Ventura in Nazionale.

Nonostante le dichiarazioni odierne, infatti, sembra che l’incastro si possa comunque mettere in atto. Dopo aver ufficializzato la questione allenatore, Petrachi si butterà a buttare a capofitto sul calciomercato. Come prima cosa bisognerà valutare i giovani che rientrano dai prestiti in quanto quattro dei venticinque giocatori in rosa dovranno provenire dal vivaio, secondo la riforma Tavecchio, i più gettonati sembrano essere Edera, Aramu, Gomis, Parigini.
Intanto, con la scelta del tecnico serbo, incominciano  già a girare le prime voci riguardo i prossimi acquisti granata. Con l’Empoli ci sono in ballo diversi nomi come Mario Rui, Pucciarelli ma sopratutto Dioussé che è già stato allenato da Mihajlovic del Milan. Un altro nome che potrebbe diventare caldo è quello di Muriel che scalda già la piazza granata ed è pupillo di Mihajlovic dai tempi della Sampdoria.
Per quanto riguarda il mercato in uscita, su Bruno Peres sembra esserci il Barcellona e anche il Bayern Monaco club a cui è difficile resistere ed a fronte di un’offerta concreta il Toro difficilmente riuscirà a resistere. Immobile, invece, difficilmente verrà riscattato ad 11 milioni dal Toro ma si sta trattando per un riscatto a 6 milioni con il Siviglia, l’enturage dell’attaccante ha di recentemente dichiarato che aspetteranno fino al 30 Giungo e sull’attaccante c’è molto forte il Napoli che sarebbe una destinazione molto gradita dal giocatore come ha recentemente dichiarato lui stesso ed il suo agente. Per il riscatto di Prcic invece si sta valutando la riconferma anche se bisogna limare la cifra di 1,8 milioni.
Molte sono le situazioni che Petrachi deve già trattare ad una settimana dalla fine del campionato si prospetta un’estate molto calda per il ds granata…
6 commenti

6 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. FLAGHI - 12 mesi fa

    Per prima cosa ragazzi prendiamo un cazzo di portiere e via Padelli una volta per tutte,poi serve uno pseudoregista o cmq uno che imposti a centrocampo perche’ Baselli secondo me deve giocare piu’ avanzato..poi riscattiamo Ciro assolutamente, sempre SE non vuole and are al Napoli..SE bisogna sacrificare un big direi uno tra maksi e glik,anche SE mi piacerebbe tenerli…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Cecio - 1 anno fa

    Mi sembra che in questo articolo ci siamo dimenticati di Barreca (che a mio parere personale è il più pronto a giocare in A tra i giovani che abbiamo mandato in giro).
    Spero di cuore che Peres rimanga, perchè abbiamo bisogno di un elemento che sappia spezzare il ritmo ed inventare la giocata…e lui è l’unico che abbiamo!
    Certo, arrivasse davvero l’offerta del Barcellona sarebbe dura…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. alessandro.vall_520 - 1 anno fa

    Se vogliamo fare il salto di qualità non possiamo cedere Bruno Peres e Immobile che sono probabilmente i due migliori elementi della rosa. Bisognerebbe vendere al limito uno tra Glik e Maksimovic, comprare un vero regista in mezzo al campo (tipo Paredes dell’Empoli) e passare al 4-3-3 con un tridente formato da Belotti, Immobile e Bruno Peres. Se poi arrivasse Kucka saremmo a cavallo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Kieft+Bresciani - 1 anno fa

    Speriamo torni Barreca!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Kieft+Bresciani - 1 anno fa

    Speriamo torni Barreca.!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. ToroFuturo - 1 anno fa

    Anche quest’anno, molte supposizioni e poche certezze. Mihajlovic è bravo ma mi pare poco paziente, mentre con Cairo di pazienza ce ne vuole tanta. Non sono sicuro che questo “matrimonio” si farà o avrà successo. Penso che per Cairo era più semplice individuare Donadoni, altrettanto bravo, ma più tranquillo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy