C’è un Torino in vendita: quanti giocatori col futuro da decifrare

C’è un Torino in vendita: quanti giocatori col futuro da decifrare

Calciomercato / Da Maxi Lopez ad Avelar fino a Gustafson e Ajeti sono parecchi i giocatori in rosa che aspettano di capire il proprio destino

7 commenti

È tutto pronto per il primo allenamento dell’annata 2017/18. Il Torino nel tardo pomeriggio odierno si ritroverà agli ordini di Mihajlovic e darà il via alla nuova stagione al Filadelfia. Il mercato intanto stenta a decollare. Se i volti nuovi che faranno parte del primo raduno sono pochi, sono invece parecchi i giocatori che non rientrano più nel progetto tecnico del Torino o che non hanno ancora preso una decisione definitiva riguardo al futuro. Con Sirigu unica certezza tra i pali e la recente partenza di Gomis saranno in tre a giocarsi una maglia da secondo portiere. Milinkovic-Savic, Zaccagno e Ichazo faranno di tutto per convincere Mihajlovic a puntare su di loro, con la consapevolezza che chi deluderà le aspettative del tecnico sarà ceduto (magari in prestito) vista la sovrabbondanza nel reparto.

Scatto di Chiara Brunero
Scatto di Chiara Brunero

Anche in difesa la situazione è molto simile: i giocatori (ad oggi) certi di un ruolo in squadra sono Moretti, Rossettini, Lyanco, Molinaro, Bonifazi, Barreca e Zappacosta. E’ vero, gli ultimi tre hanno molto mercato con l’ex-Spal che ha attirato su di sè lo Zenit di Mancini. Le sensazioni a riguardo però sono buone e tutti e tre dovrebbero essere confermati con un ruolo di primissimo livello all’interno del progetto granata. Al contrario Ajeti (che sarà assente al ritrovo di quest’oggi n.d.r.), non rientra più nei piani del Torino ed entro il 31 agosto la dirigenza proverà a trovargli una destinazione adeguata, permettendo così al ragazzo di trovare un maggiore minutaggio. Nella zona mediana del campo si sta invece lavorando per i rinnovi di Acquah e Baselli. Un compito non facile, è vero, ma una mossa necessaria per confermare due dei pilastri della squadra dello scorso anno. Sullo sfondo troviamo invece alcuni giocatori finiti un po’ ai margini nella seconda parte di stagione: Gustafson e Obi non sono incedibili e Benassi è in attesa di fare chiarezza sul suo futuro. Diverse società hanno posato gli occhi sul capitano dell’Under 21 azzurra che potrà decidere il proprio destino solo dopo aver avuto un confronto diretto con Mihajlovic.

KRAKOW, POLAND - JUNE 18: Jacob Rasmussen of Denmark and Marco Benassi of Italy compete for the ball during the UEFA European Under-21 Championship Group C match between Denmark and Italy at Krakow Stadium on June 18, 2017 in Krakow, Poland. (Photo by Stephen Pond/Getty Images)
KRAKOW, POLAND – JUNE 18: Jacob Rasmussen of Denmark and Marco Benassi of Italy compete for the ball during the UEFA European Under-21 Championship Group C match between Denmark and Italy at Krakow Stadium on June 18, 2017 in Krakow, Poland. (Photo by Stephen Pond/Getty Images)

In attacco il Torino si trova forse ad affrontare il grattacapo più importante. Tra i giocatori dal futuro incerto infatti non può mancare il nome di Belotti che nelle prossime settimane potrebbe comunicare la sua decisione definitiva alla società, mettendo così definitivamente la parola fine alle voci che riguardano il suo futuro. Oltre al Gallo però anche altri sono in bilico: dall’esperto Maxi Lopez ai giovani Aramu e Parigini, quella del ritiro sarà una chance importante per i giocatori che partiranno per Bormio con l’obbiettivo di far ricredere Mihajlovic.

7 commenti

7 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Ospunda - 5 mesi fa

    E Gaston Silva?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 5 mesi fa

      ehh 6,5 mln sono pochi per un giocatore acquistato a 4,5

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. die granata - 5 mesi fa

    Abbiamo preso sirigu e basta e ora di darsi una sveglia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. miele - 5 mesi fa

    E’ una situazione veramente deprimente: nessun rinforzo nei ruoli che tutti conosciamo e una quantità di giocatori da smaltire. A questo punto, a preparazione iniziata e visti i precedenti con Cairo, sono assalito da cupi presentimenti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. tric - 5 mesi fa

    Se il Toro vende Benassi, Miha è da licenziare in tronco!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. policano1967 - 5 mesi fa

      e l unico giocatore in rosa oltre alle zavorre che se parte nessuno se ne accorgerebbe

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. rogozin - 5 mesi fa

      Miha o no, Benaassi cos’ha fatto di così memorabile ( tolte le due famose espulsioni ) ?

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy