Torino, i conti del calciomercato: un gennaio fatto di prestiti a saldo zero

Torino, i conti del calciomercato: un gennaio fatto di prestiti a saldo zero

Entrate e uscite / La spesa per il prestito di Immobile è pressochè bilanciata dagli stipendi risparmiati di Prcic e Pryyma. Quagliarella: la Sampdoria paga a giugno

3 commenti
Urbano Cairo, Carpi FC v Torino FC - Serie A Toro

Come di consueto, il giorno dopo il termine del calciomercato è il momento dei “conti della serva”. Il Torino vede concludersi la sessione di riparazione con il saldo vicino allo zero. La spesa per il prestito oneroso di Ciro Immobile dal Siviglia (850.000 Euro), nonché per il suo ingaggio è pressochè bilanciata dagli stipendi risparmiati di Pryyma (che aveva un ingaggio da 250.000 euro/anno), Prcic (250.000/anno) e Quagliarella (750.000 Euro+ bonus/anno).

Per l’acquisto dell’attaccante di Castellammare di Stabia, la Sampdoria salderà i conti nel mese di giugno. E lo stesso farà il Torino con le commissioni agli intermediari della trattativa per Lucas Boyè.

IN ENTRATA: Immobile (prestito a 850.000 Euro, opzione a 11 milioni di Euro), Boyè ( dal 1° lug 2016: parametro zero)

IN USCITA: Quagliarella (prestito con obbligo di riscatto a 2.75 milioni di Euro +bonus), Prcic (prestito), Pryyma (prestito)

3 commenti

3 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. alessandro - 1 anno fa

    MIEI CONFRATELLI ..AMICI DI TRIBOLAZIONI, TIFOSI DEL TORO..
    MI PARE DIMENTICHIATE COSA ABBIAMO PASSATO RECENTEMENTE BORSANO…CIMINELLI..
    IL FALLIMENTO..LA SERIE B….I GIOCATORI CHE SE NE ANDAVANO..
    NON SIAMO PIU COSI..GUARDO LE PARTITE FINALMENTE SERENO SPERANDO COME SEMPRE
    NELLA VITTORIA DEL NS TORO E QUINDI NON SMETTERò MAI DI DIRE
    GRAZIE…CAIRO!!!!——-(sono uno dei tanti stupidi che vent’anni fa per il bene del TORO, ha comperato i mattoncini per la ricostruzione del FILA!!)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Jerry - 1 anno fa

    Avere i conti in ordine da tranquillità e serenità al tifoso. Ma partecipare e vincere da una goduria che non ha paragoni. Sotto il profilo sportivo abbiamo bisogno di godere… Siamo stufi di fare i comprimari con i conti in regola, vogliamo partecipare, vincere e godere. E per fare tutto questo, chi gestisce la baracca, deve spendere di suo qualcosa, perché non abbiamo bisogno solo di un Amministratore Delegato, ma bensì di un Presidente, innamorato della sua squadra, e che ogni tanto faccia una pazzia per essa, E chiedere troppo?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. VenturaVattene - 1 anno fa

    …ed il “braccino” diventa sempre più corto….!!!!

    Ma, a giugno, quando si tratterà di riempirsi le tasche e di rifondare una squadra che è sull’orlo del Burrone, allora non ci saranno problemi…!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy