Calciomercato Torino, Younes: “Prenderò in considerazione le offerte più importanti”

Calciomercato Torino, Younes: “Prenderò in considerazione le offerte più importanti”

Calciomercato / Il tedesco di origini libanesi è l’obbiettivo numero uno del Torino per l’out di sinistra. Ma la concorrenza è agguerrita…

11 commenti

Ci siamo: inizia oggi quello che potrebbe essere un periodo molto caldo di calciomercato. Secondo quanto dichiarato nei giorni scorsi dal ds granata Gianluca Petrachi infatti, proprio da oggi il Torino si “butterà sul mercato”. E’ vero, le priorità assolute della società granata sono i difensori centrali e il portiere, ma non è da escludere a priori un colpo ad effetto in un altra zona del campo. Come anticipato negli scorsi giorni su queste colonne, infatti, il Torino continua a raccogliere informazioni sul tedesco classe 1993 Amin Younes. Il giocatore di origini libanesi è stato uno dei principali protagonisti della cavalcata dell’Ajax in Europa League, culminata con un ottimo secondo posto alle spalle del Manchester United di Josè Mourinho.

L’interesse della società granata per il giocatore pare essere reale e concreto. Dall’Olanda (e non solo) rimbalzano infatti a più riprese notizie di ipotetici sondaggi che il Torino avrebbe effettuato, con alcune voci che affermerebbero l’esistenza di una prima offerta di Cairo da 12 milioni di euro. Una cosa è certa: l’Ajax non si priverà tanto facilmente di uno dei suoi giocatori migliori. E’ altrettanto vero però che il ragazzo sta facendo “pretattica” dal ritiro della Nazionale tedesca impegnata nella Confederations Cup in Russia. “Mi piacerebbe continuare nell’Ajax – ha dichiarato il classe ’93 al giornale tedesco ‘tz’ – Ma se arrivasse al club un’offerta interessante di certo l’ascolterei”. Il suo contratto con la squadra di Amsterdam termina nel giugno 2018 e – in caso di mancato rinnovo contrattuale – questo potrebbe essere un arma a favore dei possibili acquirenti.

GELSENKIRCHEN, GERMANY - APRIL 20: Amin Younes of Amsterdam celebrates the second goal during the UEFA Europa League quarter final second leg match between FC Schalke 04 and Ajax Amsterdam at Veltins-Arena on April 20, 2017 in Gelsenkirchen, Germany. (Photo by Christof Koepsel/Bongarts/Getty Images)
GELSENKIRCHEN, GERMANY – APRIL 20: Amin Younes of Amsterdam celebrates the second goal during the UEFA Europa League quarter final second leg match between FC Schalke 04 and Ajax Amsterdam at Veltins-Arena on April 20, 2017 in Gelsenkirchen, Germany. (Photo by Christof Koepsel/Bongarts/Getty Images)

Su Younes però non ci sarebbe solo il Torino. Secondo le indiscrezioni raccolte dai colleghi tedeschi infatti, il giocatore sarebbe richiestissimo anche in Bundesliga. Il classe ’93, tra le altre cose, ha un passato nella maggiore serie tedesca con le esperienze al Borussia Monchengladbach e al FC Kaiserslautern che non hanno lasciato un buon ricordo. Proprio per questo motivo non è da escludersi un suo eventuale ritorno in Germania per provare a “riscattarsi” e far ricredere gli scettici. La società di via Arcivescovado, dal canto suo, può contare però su un bilancio nettamente in positivo, con diversi milioni da poter potenzialmente investire sul mercato, e un progetto di crescita stimolante. Ora la parola passerà al ragazzo e alla società che ne detiene il cartellino. La sensazione è che il futuro di Younes possa sterzare in maniera decisa a partire al termine della Confederations Cup…

11 commenti

11 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. ddavide69 - 2 mesi fa

    arrivederci … sarà per un’altra volta

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Torogranata - 2 mesi fa

    Io ammesso sia vera l’offerta da 12milioni,quei soldi li userei per cercare di prendere Federico Chiesa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. contegranata - 2 mesi fa

    Younes pare essere un buon profilo. Un calciatore sul quale giusto puntare per, poi, cercare, inevitabilmente, di monetizzare nelle stagioni a venire.
    Certo, un investimento di 12 milioni di €, per il Torino in un ruolo non di principale importanza nelle esigenze della squadra, vorrebbe dire crederci davvero in questo calciatore.
    Però, se dovesse mettersi in luce durante la Confederation Cup vedrei, molto, improbabile il suo arrivo in Granata …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 2 mesi fa

      Di nuovo : …. perché inevitabilmente ?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. alextattoli@libero.it - 2 mesi fa

    La massima spesa fatta da Cairo per l’acquisto del cartellino di un giocatore da quando è presidente è stata sui 6-7 mln.
    Ora ne vorrebbe spendere improvvisamente 12 per questo giocatore?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. sylber68 - 2 mesi fa

    Non lo prendiamo sicuro….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. dbGranata - 2 mesi fa

    Secondo me l’Italia è un paese calcisticamente ancora abbastanza attraente. C’è da capire cosa intende per offerte “importanti”. Credo che in Italia il campionato sia più competitivo e bello di quanto non sia in Olanda e in Germania (con 2 squadre forti e il vuoto cosmico tutto intorno). La proposta di una squadra emergente, in grado di giungere all’Europa, con un posto da titolare praticamente garantito, se è anche accompagnata da un contratto allettante potrebbe bastare.

    Complimenti al Toro per essersi mosso più in fretta di tutti in questo caso, se abbiamo una minima possibilità è soltanto giocando d’anticipo. Per il resto incrociamo le dita, il ragazzo è forte.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. redman - 2 mesi fa

      Ma non vedi che, anche in Italia, non ci sono più di tre, max quattro squadre, che possono giocarsela? E tu credi a queste cose? Ma quando mai Cairotto nostro caccerà 12 milioni per un giocatore (qualsiasi)? Ma quanto dovrà sganciargli di contratto? NON SCHERZIAMO. Stiamo coi piedi per terra, il futuro sta tutto in qualche sorpresa positiva, di quelle che non si aspettano. Speriamo di beccarne qualcuna, perchè, con le cifre che girano, noi continueremo a stare dai vetri. Però non dobbiamo abbatterci. Prima o poi questi numeri si sgonfieranno, perchè con la crisi che c’è, i donnarumma che a diciott’anni sputano su 4 o 5 milioni all’anno, sono un insulto al buon senso. E prima o poi cinesi, arabi, ammaricani o stalinisti capiranno che il gioco non vale la candela. Riflettete sul fatto che Sky ha offerto meno della metà di quello che si aspettava il buon Tavecchio che, come i bambini, ha buttato all’aria le carte dicendo che così non vale…e si rifa.
      Ma state sereni e FVCG.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 2 mesi fa

        veramente in italia sono 6 anni che la stessa squadra vince tutto.

        Le altre due o tre si giocano fra loro il secondo posto !

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. skrunk - 2 mesi fa

          Purtroppo hai ragione… vincono, non si sa come, ma vincono…
          Dopo aver letto l’articolo e i commenti mi sono fermato un’attimo a pensare a chi mai possa essere sto ragazzo, se è così conteso sarà anche bravo… però com’è che non ne avevamo ancora sentito parlare in nessuna trasmissione, pur seguendo il calco estero?
          Altro quesito, ci serve veramente?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. ddavide69 - 2 mesi fa

            Anche qui … vincono …..e si sa anche come….

            Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy