Calciomercato Toro, il punto: Berenguer ri-sblocca le entrate, e su Imbula…

Calciomercato Toro, il punto: Berenguer ri-sblocca le entrate, e su Imbula…

Le trattative odierne / Lo spagnolo è il secondo acquisto granata, mentre tiene banco la questione legata a Belotti

9 commenti

BERENGUER

Giornata fondamentale sul fronte di calciomercato, quando a sorpresa è infatti arrivato in mattinata il secondo colpo in entrata di questa sessione estiva che sino a questo momento aveva stentato a decollare: il Torino ha infatti definito il trasferimento di Alex Berenguer. Dall’Osasuna era arrivato il primo acquisto Salvatore Sirigu – o meglio, la squadra spagnola era l’ultima nella quale il portiere aveva militato – ed ancora dall’Osasuna arriva il nuovo volto granata: nella scorsa nottata il DS Petrachi ha infatti chiuso improvvisamente un’operazione condotta completamente sotto traccia, soffiando di fatto il giocatore al Napoli che lo stava trattando da tempo e con il quale l’accordo sembrava davvero agli atti conclusivi. L’ufficialità è arrivata questa mattina dallo stesso sito basco, e proprio per la squadra nella quale è cresciuto e maturato l’esterno d’attacco sinistro – che si unirà quindi ai nuovi compagni a Bormio nei prossimi giorni – ha voluto dedicare un saluto particolare con tanto di lettera e conferenza stampa d’addio. Lo spagnolo è quindi, ufficialmente, il secondo colpo in entrata di questo calciomercato granata: trasferimento definito sulla base di 5 milioni e mezzo più uno di bonus.

9 commenti

9 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. iard68 - 4 mesi fa

    Purtroppo, senza stipendi multimilionari i giocatori del livello di Belotti non si riescono più a tenere. Con Cairo è ancora più complicato… anche se sono convinto che non sia tutta colpa sua. L'”affare” Maksimovic insegna almeno due cose. La prima è che quando un giocatore vuole andare trova il modo di farlo. Prima con le buone, poi con le cattive. Puoi litigarci ma non conviene a nessuno. La seconda, certe offerte sono insensate, sproporzionate e non si possono rifiutare. Barreca 15 18 milioni? Ne compri altri 5 con quei soldi e se sei bravo un altro forte lo trovi. Mi dispiace ovvio perché non c’è il tempo di affezionarsi, nè di costruire una squadra che duri e che vinca. Ma non è colpa di Cairo, è un sistema assurdo che premia solo i ricchissimi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. claudio sala 68 - 4 mesi fa

    Speriamo che la telenovela Belotti si concluda presto in qualsiasi modo. Prezzi assurdi per Imbula e Zapata , meglio lavorare sotto traccia e acquistare giocatori come Berenguer.

    Saluti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. contegranata - 4 mesi fa

    Parto dal fondo: magari Imbula andasse al Galatasaray. Questo calciatore al Torino serve davvero poco. Sarebbe un grande azzardo tesserarlo.
    Remacle, invece, sicuramente sarà piazzato senza difficoltà. Tornasse in Belgio si rientrerebbe dall’investimento fatto in gennaio.
    Belotti, ahimè lo vedo in direzione Milano, specie se il club rossonero dovesse inserire Locatelli come contropartita tecnica.
    Bellissimo colpo, se considerato in prospettiva, Berenguer!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 4 mesi fa

      in prospettiva li vendiamo…. e intanto gli altri vincono ….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. martino - 4 mesi fa

        Mi dici, chi vince? Gli altri…Quali squadre.
        Grazie.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Oni - 4 mesi fa

    infatti speriamo non vendano anche lui
    Cmq ormai i giocatori non amano più le maglie ma come tutti i soldi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 4 mesi fa

      anche cairo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Flower17 - 4 mesi fa

    Ma continuo a leggere di offerte della Roma per Barreca Dico solo NON SCHERZIAMO

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. leolub - 4 mesi fa

    Cavalchiamo l’onda adesso prendiamo Simeone dispiace per zapata voglio vedere dove lo piazza quel ciuco di Adl

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy