Carlão, un’altra meteora granata: flop tecnico ma non economico

Carlão, un’altra meteora granata: flop tecnico ma non economico

Calciomercato / Il Torino non rimpiangerà quella che nei prossimi anni verrà ricordata come una meteora di passaggio all’ombra della Mole

di Silvio Luciani, @silvioluciani_

Nella giornata di ieri vi abbiamo riferito dell’operazione che ha riportato Carlão all’APOEL Nicosia. Il giocatore si sarebbe dovuto trasferire a titolo definitivo al club cipriota, ma all’ultimo momento è saltato l’accordo sullo stipendio (cui il Toro avrebbe contribuito in cambio di un riscatto di 1,5 milioni di euro). Le due società hanno dunque optato per il rinnovo del prestito che, dato il contratto del giocatore in scadenza nel 2019, equivale ad una cessione di fatto definitiva. Lo stipendio del giocatore sarà pagato interamente dall’Apoel e il Torino non percepirà nulla per il cartellino del giocatore, che sarà perso a parametro zero a giugno 2019.

Calciomercato Torino, UFFICIALE: Carlao all’Apoel a titolo temporaneo

FLOP – C’è anche da dire che il Torino aveva acquistato il cartellino del brasiliano per l’esigua cifra di 400 mila euro e per questo ha ampiamente ammortizzato la partenza di Cãrlao. Il centrale difensivo è quindi stato un flop tecnico ma almeno (magra consolazione) non economico. Il Torino lo ha portato alla corte di Mihajlovic nel gennaio del 2017 per sostituire Cesare Bovo, partito in direzione Pescara. Nonostante il buon rapporto qualità-prezzo e l’esperienza internazionale di Cãrlao, l’operazione low cost si è rivelata un flop: 6 mesi con sole 4 presenze e un clamoroso quanto ‘fantozziano’ infortunio al gomito. Poi subito il ritorno a Cipro in cui è tornato protagonista con l’APOEL, che sembra essere la sua dimensione ideale. Troppo lento e macchinoso per la Serie A in cui, per utilizzare un eufemismo, non ha lasciato proprio il segno. Insomma il Torino non dovrebbe rimpiangere Carlão, una delle tante meteore passate in granata.

13 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. FaustoGranata - 1 mese fa

    fuori uno… adesso via alle altre zavorre , Ajeti , Avelar , Valdifiori e tanti altri regalati in giro per l’ Italia…e anche Spagna !
    Pochi ma buoni… ha ragione il mister , Acquisti fatti con criterio tirando fuori i soldi piuttosto che figurine per riempire le caselle…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. blackmapan_80 - 1 mese fa

    Con i flop tecnici si buttano le stagioni nel cesso. Tutto studiato o siamo nelle mani di incompetenti?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Giankjc - 1 mese fa

    Il più classico dei brani riempidisco.
    Il pippeiro in questione serviva solo a fare numero e qualche spicciolo agli addetti ai lavori. Quest’anno lo scambio di figurine a questa quota sarà il focus della cairese.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. vittoriogoli_337 - 1 mese fa

    Sono confuso,forse debbo rivedere le mie basi di matematica. Allora Carlao ce lo pagavano 1,5 milioni meno un contributo allo stipendio che esagerando era di 700.000. Quindi avevamo circa 800.000 euro di buono.
    E rinunciamo per darlo il prossimo anno a valore 0.
    Ma chi é che ha la calcolatrice in mano al Toro? Comi?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. granata - 1 mese fa

    E adesso sistemiamo un’altra scommessa petrachiana, Ajeti. Faccio solo notare che ai 400 mila euro spesi bisogna aggiungere il costo alla società dell’ ingaggio, penso che sia sui 600 mila euro lordi. E così si è buttato via 1 mln di euro che poteva essere impiegato più proficuamente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. sempre_toro - 1 mese fa

    WOW che articolone!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. prawda - 1 mese fa

    Che articolo insulso!! Come poteva essere un flop economico un giocatore costato soltanto 400k, tra l’altro per rescissione del contratto. Semmai e’ stata l’ennesima scommessa sballata di Petrachi con conseguenze sui possibili risultati sportivi ma comprendo che questi ultimi non siano un obiettivo per la societa’ ma non siano nemmeno importanti per chi scrive su TN. Tra l’altro ancora una volta si buttano cifre tanto per scrivere: il Torino poteva chiudere incassando 1,5M ma non si e’ fatta la cessione perche’ avrebbe dovuto pagare una parte dell’ingaggio??? Chi e’ quella volpe che ha partorito una tale genialata? Quanto percepisce Carlao di ingaggio? Perche’ non e’ certo di 1,5M, forse arrivera’ a 350/400k per cui anche facendosene carico di una parte sarebbe sempre stata una operazione paradossalmente in attivo, nonostante il valore molto modesto del giocatore. Giocatore che va ricordato era stato lungamente seguito, probabilmente molto nell’ombra, forse troppa, da Petrachi, che si era portato a Cipro anche Mihailovic per convincerlo della bonta’ dell’operazione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granat....iere di Sardegna - 1 mese fa

      Per quanto ne so io carlao era in prestito con diritto di riscatto a 500 k. Evidentemente l apoel non ha esercitato il riscatto e quindi pur di non pagargli l ingaggio l hanno dato in prestito fino a fine contratto. Scaricano l ammortamento e non pagano l ingaggio. Un modo per limitare il danno provocato da chi capisce al volo le qualità di un giocatore (petrachi dixit)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Granat....iere di Sardegna - 1 mese fa

    Accidentaccio. Ho sempre pensato che fossero i flop tecnici a determinare i flop sportivi…devo cambiare approccio: l’importante è non fare flop economici, per il resto c’è tempo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Gud_74 - 1 mese fa

      Adesso io vorrei capire perchè al posto di un Carlao qualsiasi a gennaio del 2017 non si poteva optare per un primavera aggregato alla prima squadra, avrebbe potuto fare molto peggio?

      Se i primi che non crediamo ai giovani del nostro settore giovanile siamo noi…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Granat....iere di Sardegna - 1 mese fa

        Ma che domande fai Gud? Non te l’ha detto Petrachi che noi tifosi ragioniamo solo con la pancia? Lasciamo fare a lui che è un guru del mercato…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Marino - 1 mese fa

      Sono belle notizie. Pensa che disgrazia se andavamo in Champions ma si facevano meno pluslavenze…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Granat....iere di Sardegna - 1 mese fa

        Porca miseria. Fammi fare gli scongiuri. Con tutta la sfortuna che storicamente ci tiriamo dietro ci manca solo che raggiungiamo risultati sportivi e facciamo meno plusvalenze

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy