Comproprietà-Torino, il poker di buste è servito

Comproprietà-Torino, il poker di buste è servito

Calciomercato / Ancora nessun cenno d’intesa. Benassi, Verdi, Scaglia e Sperotto: il futuro si decide ad ‘occhi chiusi’

Nessun accordo tra le parti in causa: Benassi, Verdi, Scaglia e Sperotto, il futuro di questi quattro ragazzi sarà deciso alle buste. Ecco quanto trapela dai corridoi dell’hotel milanese. Petrachi ci ha provato sino all’ultimo, ma non è bastato. L’Inter non ha rivisto le proprie pretese, il Milan non ha accettato le condizioni dei granata che averebbero ceduto la propria metà di cartellino a circa 2.5 milioni di euro. 

Discorsi minori quelli relativi a Scaglia e Sperotto con i granata intenti a non concedere alla controparte più di 300 mila euro, come premio di valutazione, quindi anche per loro il futuro sarà deciso ad occhi chiusi. 

Manca ancora mezzora, vero, e forse qualcosa potrebbe cambiare. Fino alla sirena tutto è possibile, un po’ come quanto l’ala piccola raccoglie il pallone e tira a canestro da qualunque posizione. Poi i ‘ciuffo’ proprio allo scadere. Sarebbe un colpo da maestro, sarebbe una vera e propria sorpresa in questo caso. 

In questo preciso istante, al 99% il Torino depositerà la propria offerta in busta chiusa presso gli uffici della lega. La speranza di riportare alla base Scaglia e Sperotto appare appesa ad un filo perché se Carpi e Cittadella decidessero di pareggiare la cifra segnata dai granata, allora strapperebbero i suddetti cartellini, in virtù dei diritti sportivi in proprio possesso. 

Discorso opposto per quanto riguarda Verdi e Benassi con il Torino intento ancora a tentare l’ultimissimo assalto all’arma bianca, ma che da parte ha già compilato la busta: poco meno di 2 milioni, sarebbe questa la cifra scritta per entrambi i giocatori. Questo è quanto trapela dai corridoi, anche se le conferme ufficiali si avranno soltanto dopo le 19. 

In ogni caso, il Torino sa che anche in caso di mancato riscatto incasserà una cifra utile per il mercato in entrata che verrà. Manca poco ormai, non resta che attendere.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy