Darmian: il Barcellona cerca l’accordo per il 2016. E il Torino ci pensa

Darmian: il Barcellona cerca l’accordo per il 2016. E il Torino ci pensa

Calciomercato / Pronto un quinquennale per il giocatore: una soluzione che accontenterebbe tutti. Il Bayern non molla e il Milan punta ad inserirsi

 

Matteo Darmian: semplicemente il miglior terzino italiano in circolazione. A destra o a sinistra, all’occasione pure centrale, per lui non fa alcuna differenza. Non a caso è lui il pezzo pregiato più ambito tra la collezione del patron Urbano Cairo: molti, probabilmente tutti, ci hanno fatto un pensiero. Ma pensare non basta, per strappare al Torino il proprio gioiello occorre agire.

Lo sta facendo in questi giorni il Barcellona, lo hanno fatto in passato il Napoli e il Bayern Monaco. E ora è pronto ad inserirsi pure il Milan. I rossoneri sono intenti a rilanciare il proprio progetto sportivo e in questo momento sognano il ritorno del figliol prodigo: ceduto in fretta, troppo di fretta, in passato. Chiaramente il club di Berlusconi non potrà offrire al giocatore il fascino delle notti europee, ma ora in quel di milanello i soldi ci sono. E nel calciomercato, come spesso abbiamo visto, sono questi a fare la differenza.

Se il Milan sogna, il Napoli sposta la mira e le voci su un’offerta del Manchester United sembrano in controtendenza con le parole del capo osservatori Jim Lawler – che qualche giorno fa aveva confidato ai colleghi inglesi di goal.com di non ritenere il granata superiore agli esterni nella rosa attuale di Van Gaal – l Bayern Monaco resta sullo sfondo: i tedeschi vorrebbero puntare sul giocatore, ma non sono ancora del tutto convinti di investire le cifre richieste dal presidente Urbano Cairo. Venti milioni, al massimo 18 più bonus. In ogni caso non meno di 16 cash, con l’inserimento di una e una sola contropartita tecnica di livello. Il ‘prezioso’ è un oggetto più unico che raro in questo momento ed è giusto che venga valutato a peso d’oro.

Di lato sempre e comunque il Barcellona con tal Ariedo Braida che scovò il polivalente laterale, quando questo era ancora un ragazzino. Un rapporto splendido, Braida – in tempi non sospetti – fu il primo ad opporsi a gran voce quando il Milan scelse di non puntare più sul giocatore. Ora il Barcellona, che per il momento deve fare i conti con la Fifa e il mercato bloccato in entrata, sta provando a trovare l’accordo per il passaggio definitivo in blaugrana a data 2016: quando i catalani avranno ‘scontato la pena’ e saranno liberi di depositare qualsivoglia contratto.

Bloccare Darmian, lasciarlo ancora un anno a Torino, per poi inserirlo in rosa a partire dalla prossima stagione (a quel punto non avrebbe molto senso portalo in squadra a gennaio, rischiando di fargli perdere sei mesi di gioco); un’idea che ha già trovato l’apertura totale da parte del club di via Arcivescovado. Per il giocatore sarebbe pronto un quinquennale con stipendio base (1.5 milioni netti) a salire sino a quel che i catalani definiscono ”Livello C”, ossia 3 milioni all’anno. L’intesa economica con il club, invece, è ancora tutta da valutare, trattare e quindi definire: beninteso che il club campione d’Europa in questo momento vanta fondi pressoché illimitati.

Una situazione certamente acerba, ad oggi, ma in via di sviluppo. Una formula che permetterebbe ai granata di mettere a bilancio un credito grazie al quale potrà in ogni caso indebitarsi e continuare a completare la propria campagna acquisti. E allo stesso tempo – cosa più importante – permetterebbe a Ventura di poter usufruire per un altro anno delle prestazioni del giocatore.

Darmian, il Toro e le altre. Il Barcellona lavora per trovare l’accordo per il 2016 e i granata ci pensano davvero…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy