Il calciomercato è chiuso davvero: ecco il tabellone definitivo del Torino

Il calciomercato è chiuso davvero: ecco il tabellone definitivo del Torino

Trattative / Suona il gong anche all’estero: nelle ultime due settimane i granata hanno operato parecchio in uscita, tra esuberi e addii di primo piano

di Redazione Toro News

Sipario chiuso, questa volta per davvero: la sessione estiva di calciomercato si è definitivamente conclusa nella giornata di ieri in tutta Europa, e non ha mancato di riservare colpi anche di livello in particolare negli ultimi giorni. La situazione era molto semplice per quel che riguardava la Serie A: da quest’anno la finestra di mercato ha chiuso il giorno prima dell’inizio del campionato (dunque il 17 agosto) e per questo motivo le compagini appartenenti al massimo campionato a partire dal 18 non potevano più operare in entrata, ma nulla vietava loro di sfoltire la rosa attraverso cessioni all’estero presso determinati paesi nei quali il calciomercato fosse ancora aperto, o in direzione Serie C. Per questi campionati, i battenti hanno chiuso ieri, ed è quindi possibile fare un bilancio definitivo delle trattative portate a termine. Andiamo a vedere come ha agito il Torino nel corso di queste due settimane.

Non erano pochi i tavoli aperti in casa granata, ed ogni nodo ha trovato la sua situazione: il club di via Arcivescovado è stato parecchio attivo concludendo parecchie operazioni in uscita, sia per quel che riguarda lo sfoltimento degli elementi in esubero o dei giovani, sia attraverso trasferimenti di primo piano anche “dolorosi” per la tifoseria. Ma andiamo con ordine. Si è parlato dei giovani, ed è bene sottolineare come i provenienti dalla Primavera Ferigra, Butic e Fiordaliso siano stati aggregati fin da Bormio alla prima squadra per restare sino agli ultimi giorni: se il primo – come anticipato – è stato confermato alla corte di Mazzarri, per i due compagni si è preferito optare per un prestito in Serie C di modo che possano maturare ulteriormente. Con la medesima formula sono inoltre partiti Procopio e Coppola, mentre Auriletto nella serata di ieri ha salutato a titolo definitivo.

Si chiude anche l’avventura di Aramu con i granata, ma con una formula particolare: il trasferimento alla Robur Siena avviene a titolo definitivo ma il Torino non perde definitivamente il controllo del cartellino, sostanzialmente mantenendone una percentuale sulla futura rivendita solamente nel caso in cui il giocatore dovesse esplodere tra le fila bianconere e vedersi il contratto appena firmato – annuale – rinnovato al termine della prossima stagione. Infine, veniamo alle le cessioni di primo piano che hanno infuocato gli ultimi giorni: l’attacco del Torino era chiaramente sovrabbondante, ed i granata hanno salutato ben due pedine. Che l’indiziato numero uno a partire fosse M’Baye Niang non vi erano grossi dubbi, e la punta si è trasferita in prestito con diritto di riscatto allo Stade Rennais vedendo soddisfatto il suo desiderio di tornare a giocare in Francia. Chi invece è stato in bilico sino all’ultimo è Adem Ljajic, per il quale proprio nella giornata di ieri ha però concretizzato il passaggio al Beşiktaş in prestito con obbligo di riscatto in un’operazione complessiva da circa otto milioni di euro.

IL TABELLONE DEFINTIVO DEL CALCIOMERCATO DEL TORINO:

Arrivi: Izzo (d, Genoa), Damascan (a, Sheriff Tiraspol), Meite (c, Monaco), Bremer (d, Atlético Mineiro), Rosati (p, Perugia), Aina (d, Chelsea), Djidji (d, Nantes), Soriano (c, Villarreal), Zaza (a, Valencia), Parigini (a, Benevento, fine prestito).

Partenze: Gustafson (c, Hellas Verona), Burdisso (d, svincolato), Molinaro (d, Frosinone), Berardi (c, Monopoli), Carlao (d, Apoel), Avelar (d, Corinthians), Milinkovic-Savic (p, SPAL), Boyé (a, AEK), D’Alena (c, Renate), Rossetti (c, Renate), Giraudo (d, Ternana), Segre (c, Venezia), Cucchietti (p, Alessandria), De Luca (a, Alessandria), Carissoni (d, Carrarese), Oukhadda (c, Albissola), Buongiorno (d, Carpi), Zaccagno (p, Pro Piacenza), Obi (c, Chievo Verona), Valdifiori (c, SPAL), Bonifazi (d, SPAL), Acquah (c, Empoli), Procopio (d, Sudtirol), Coppola (p, Cuneo), Butic (a, Ternana), Fiordaliso (d, Teramo), Niang (a, Stade Rennais), Ljajic (a, Beşiktaş), Aramu (c, Robur Siena), Auriletto (d, Matera)

LA ROSA DEFINITIVA DEL TORINO

Portieri: Sirigu, Ichazo, Rosati.

Difensori: Nkoulou, Bremer, Izzo, Ferigra, Moretti, Lyanco, Djidji

Esterni: De Silvestri, Ansaldi, Aina, Berenguer, Parigini

Centrocampisti: Soriano, Meité, Baselli, Rincon, Lukic

Attaccanti: Zaza, Belotti, Falque, Edera, (Damascan)

27 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Turin2.0 - 2 mesi fa

    La speranza è che almeno un paio dei ragazzi dati in prestito giochino una buona stagione così da poterli vestire di granata l’anno venturo: questa squadra ha bisogno di più ragazzi del Fila e di qualche mercenario in meno x ritrovare se stessa e riprendersi il suo posto nella storia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. SiculoGranataSempre - 2 mesi fa

    Fino ad una settimana fa durante una partita come quella con l’Inter avremmo potuto pensare: dai ora entra Ljajic e forse la recuperiamo! E invece da domani? Edera? Damascan? Potremo solo auspicare le due punte con Zaza e Belotti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. steacs - 2 mesi fa

    Centrocampo da poco sopra la zona retrocessione… come sempre!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. MaratonaItinerante - 2 mesi fa

    sono d’accordo ma scusate se insisto.. ho scorso le rose su transfermarkt e mi pare proprio che in numero ci manchi un centrocampista di rincalzo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Maroso - 2 mesi fa

    Nel complesso il mercato sembrerebbe buono, sia per la Primavera che per la Prima Squadra. Mi sembra di capire che se ne sia andata prevalentemente gente che non stava più bene al Toro o viceversa, svecchiando di molto la rosa.
    Però il mercato non basta, occorre creare l’ amalgama e altro, su cui mi sembra Mazzarri stia lavorando bene. Dunque vedremo cosa ci dirà il campo. Spero vivamente che si crei una bella squadra come le prime due uscite, a sprazzi, credo ci abbiano mostrato.
    Alla societàr quest’anno, chiederei una maggiore attenzione al Filadelfia: alla posa della prima pietra si disse che doveva diventare “la casa del popolo granata”. Per ora ciò non mi pare stia avvenendo.
    FVCG.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Fb - 2 mesi fa

    Adesso tireremo fuori il meglio di Edera e forse pure di Parigini e Berenguer

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Madama_granata - 2 mesi fa

    – Tra i difensori non darei molta fiducia a Lyanco, e Djidji è un oggetto sconosciuto: speriamo in bene!
    Buongiorno e Fiordaliso,x me, meritavano di rimanere a giocarsi le loro carte.
    Avrei sicuramente dato fiducia a Bonifazi, che rimane sempre tra i più “bistrattati”.
    – Tra gli esterni avrei dato via Berenguer, anche lui magari in prestito a farsi le ossa, e tenuto Barreca.
    – Tra i centrocampisti avrei tenuto Obi, che, in quanto ad infortuni, non sfigurava affatto vicino a Lyanco ed Ansaldi. Costava poco, giocava bene, ed aveva grinta.
    – In attacco avrei sicuramente tenuto Butic e dirottato Damascan: toccava a lui andare a “farsi le ossa”!
    Non avrei mai dato via Ljajic!
    – Fantasie di una tifosa, x carità: vedremo, con i risultati del campo, quanto di giusto e di sbagliato risulterà.
    – 11italiani, 14 stranieri: si poteva fare qualcosa di più x i nostri ragazzi!
    X me, nell’insieme, comunque, buona squadra e buon “mercato”.
    – Errori principali: la vendita di Ljajic e il non essere riusciti a dare via definitivamente Nyang.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Russcumelsang - 2 mesi fa

    Il mercato sembra positivo, sarà poi il campo a darmi conferma oppure no; mi resta comunque l’impressione che manchi quello che una volta veniva chiamato il regista (il Pirlo delle merde per intenderci), l’uomo della giocata geniale, imprevedibile, in grado di mandarti l’uomo davanti al portiere facendo saltare gli schemi degli avversari.
    Come ho scritto in un altro post, Ljajic sicuramente possiede queste caratteristiche, ma non ha mai dimostrato in questi due anni di possedere quella continuità tale da meritarsi il raddoppio dello stipendio.
    Il rammarico nell’averlo ceduto – a mio parere – credo stia nella recondita speranza che ognuno di noi serbava in cuore che prima o poi il suo talento (che con le sue giocate abbiamo potuto apprezzare) potesse esplodere con continuità di rendimento; il non strapparsi i capelli per la cessione che questo poi tardava sempre ad arrivare…
    Comunque, speriamo che Mazarri trovi la giusta quadra con gli uomini che ha a dispozione e che si riesca a giocarcela per l’Europa League.
    L’impressione positiva che ho avuto dalle prime due partite è che rispetto allo scorso anno ci sia più spirito di squadra.
    Vedremo.
    Sempre e solo forza TORO!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Simone - 2 mesi fa

    Un addetto ai lavori come Alfredo Pedulla il g della chiusura del mercato aveva dato 7 alla campagna acquisti,7.5 x aver tenuto anche iago e ljajic.
    Chissà che valutazione gli ridarebbe oggi a fronte delle cessioni di Ljajic e Niang

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Immer - 2 mesi fa

    Non so abbiamo due attaccanti forti forse tre perché jago viene usato come punta ma non c’è nessuno che riesca a passargli la palla da buttare dentro. Lo scorso anno ci lamentavano della poca qualità e questo anno vendiamo il migliore in assoluto l’unico con un po di tecnica poi per cosa 8 milioni dove trovi un giocatore così a quella cifra. Cairo non riesce più a fare plusvalenze e questo è molto pericoloso il suo giocattolo si è incappato perciò aspettiamoci annate sempre peggiori. Occhio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Maroso - 2 mesi fa

      Penso che con i giovani che sono arrivati quest’ anno le plusvalenze si potranno fare, purtroppo. Speriamo che quest’anno segni una svolta e la cassa si faccia con gli esuberi e i migliori piazzamenti con più diritti televisivi (vedi coppe e altro). Mi auguro si creino altre entrate ancora dovuti a investimenti. Mi spiace molto per Ljaijc, ma credo che ad andarsene l’abbia voluto sopratutto lui, per raddoppiarsi l’ingaggio. E dopo quanto aveva detto fuori del Fila non è positivo. Ogni rosa ha le sue spine ……
      FVCG

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Madama_granata - 2 mesi fa

    Innanzi tutto nel tabellone definitivo dovrebbero essere evidenziati chiaramente prestiti secchi (coloro che praticamente rimangono del Toro), cessioni con diritto/obbligo di riscatto, cessioni definitive.
    Nel calderone sopra esposto non si capisce nulla!
    A mio avviso, poi, x ciò che riguarda l’attuale rosa,tra i portieri non avrei tenuto Ichazo, né acquistato Rosati, ma avrei tenuto Milinkovic-Savic ed uno tra Zaccagno e Coppola.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. spettro73 - 2 mesi fa

    Il mercato del Toro lo ritengo ancora molto buono anche se ci siamo privati dei nostri due unici giocatori che hanno giocato al mondiale di Russia. Niang da noi ha giocato bene solo un paio di partite (giocando tra l’altro da centravanti). Spero faccia bene e venga riscattato. Da noi comunque è bruciato. Giustissimo che andasse via. Su Adem discorso più difficile. Lui è davvero un artista, avrei voluto rimanesse. Ma accetto serenamente la situazione perché la sua storia parla da sola. Se fossi stato costretto a scegliere chi tenere tra Adem e Iago scelgo Iago per mille motivi. Adesso ha anche senso che sia rimasto Edera e anche Parigini, almeno fino a gennaio. Ora la palla a Mazzarri. Giusto così.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. lorenzoxtea_180 - 2 mesi fa

    Milinkovic, molinaro, bonifazi, burdisso, barreca,
    Acquah, valdifiori, Obi,
    Ljajic, nyang, boye
    Panchina
    Zaccagno, avelar, Carlao,aramu, gustafson , ajeti
    Secondo voi dove si posizionerebbe????

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. MaratonaItinerante - 2 mesi fa

    La rosa è buona ma forse la coperta è corta a centrocampo. Col senno di poi un soldatino come Obi l’avrei tenuto – visti anche i problemi degli esterni (Ansaldi spesso infortunato) poteva tornare comodo come rincalzo. Se obi non avesse accettato allora un giovane..

    Le scorse annate avevamo: baselli acquah rincon obi valdifiori lukic/gustafson quindi uno in più (nonostante miha volesse giocare a 2 + ljakic e non a 3!). Spero di sbagliarmi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. halbert883 - 2 mesi fa

    La cessione di Ljajic non è una bella notizia. Certo che se ha voluto andare via lui…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. user-14003131 - 2 mesi fa

    Se il mercato e’ stato positivo lo dirà il campo come al solito. Sulla carta ci siamo rafforzati, a parte l’uscita di Ljiaic che per me garantiva comunque un plus in certe situazioni. Da capire la fascia sinistra come verrà gestita.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. OLOUP 28 - 2 mesi fa

    Io rispetto ai presupposti di tutto luglio non mi lamento. Peccato solo x Ljajic… sarebbe stato finalmente un lusso, in particolare nell’ultima mezz’ora della partita. Forza TORO!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. co_riv_637 - 2 mesi fa

    L’unica cosa che non riesco a comprendere bene è stata la bassa cifra con la quale è stato ceduto Ljajic(ovviamente avendo come termine di paragone le attuali cifre di mercato).Gradirei sapere le formule del diritto di riscatto sia per lui che per l’inguardabile Niang.
    Per me la società ha operato positivamente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. prawn - 2 mesi fa

      Secondo me si e’ guardato all’anno passato dove il gallo era stato trattenuto ‘ad ogni costo’, poi vai a sapere che ha detto Adem a Cairo (a questo punto l’intervista di Urbano era piu’ veritiera dei selfie coi tifosi di Adem… resta se c’e’ la volonta’) secondo me si sono allegeriti subito di uno stipendio cmq altissimo (se giocava 20 minuti a 1.5M … e’ come pagarlo 6M…)

      Per quel poco che ne sono Adem e’ ad obbligo di riscatto passate un tot di presenze in squadra, mentre Niang quasi sicuramente tornera’ al torino perche’ il rennes non ha 15M e anche diventasse il capocannoniere non ce la farebbero a riscattarlo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Garnet Bull - 2 mesi fa

      Il prezzo è alto se la richiesta è alta… trai le tue conclusioni

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. user-13974210 - 2 mesi fa

    Speriamo che non si infortunino MAI Zaza e Belotti….sai che potenza giocare con Damascan….va beh….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Joker - 2 mesi fa

      Non 1 ma tutte due gli attaccanti. Che ottimista

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. wally - 2 mesi fa

      se nel Milan si infortunano Higuain e Cutrone..Nell’Inter Icardi e Martinez..nella Roma Dzeco e Perotti..Nel Napoli Milik e Insigne..e cche cazz…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. prawn - 2 mesi fa

    Grande sessione di calciomercato dove abbiamo indubbiamente alzato il livello medio della squadra, ci siamo liberati di una dozzina di scommesse perse, giocatori a fine carriera e abbiamo tenuto i migliori veri (confrontate il prezzo di Gallo Iago Baselli con Adem), abbiamo preso gente molto in gamba che ha già fatto vedere buone cose (Meite, Aina, Izzo) e un paio di scommesse ‘facili’ come Zaza e Soriano che non potranno che far bene.
    Rimane un po’ di perplessità a sinistra dove siamo ancora costretti ad affidarci a Moretti aspettando Lyanco e al fragile Ansaldi.
    Fondamentalmente solo tre esterni di ruolo con uno di loro frequentemente in infermeria.
    Se Rincon gioca meglio dell’anno scorso, N’Kolou di conferma e Lollo pure secondo me è una bella squadretta, che soddisfa a pieno le richieste del mister.
    Abbiamo cancellato gli acquisti folli di Miha e pure venduto un paio di giovani che non sono mai riusciti ad esplodere in A.
    Buono anche il rientro di Lukic che può far bene.
    Da capire come verranno usati Parigini e Berenguer…
    Se non so un otto è solo per quel problema i difesa/laterali… È un 7.5 di assolutamente positivo c’è il fatto che la società di sia scoperta finanziariamente, un chiaro messaggio, si punta più in alto, forse lo si era fatto con Miha e Niang ma questo toro sembra più concreto e tosto. 7.5

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Marchese del Grillo - 2 mesi fa

    Io non mi rassegno. Liaijc andava trattenuto con ogni mezzo. Da oggi siamo parecchio più “poveri”!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Garnet Bull - 2 mesi fa

    Da non sottovalutare il fatto di esser riusciti a cedere buona parte, se non tutti i giovani/esuberi nelle serie minori (confido molto in Segre) unico appunto…. Avrei tentato in tutti i modi di comprare Borello

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy