Il mercato del Torino è da Europa: ora tocca a Miha

Il mercato del Torino è da Europa: ora tocca a Miha

L’Editoriale / Finale thriller: la cessione di Zappacosta è un boccone amaro, ma inevitabile. E l’attacco è stellare: ci sono le carte in regola per puntare all’Europa

28 maggio 2017, è l’ultima giornata della Serie A e il Torino supera il Sassuolo per 5-3. Nel post-partita, Mihajlovic in sala stampa saluta i cronisti dicendo:

Se lotteremo per l’Europa? Ve lo dirò alla fine del mercato“.

Ebbene, arrivati al 1° settembre si può aver la convinzione che il tecnico sia assolutamente soddisfatto della squadra confezionata dalla società, che ha fatto di tutto per accontentarlo.

Partiamo dal fondo, con un ultimo giorno di mercato che ha lasciato a bocca aperta l’Italia pallonara. La cessione di Zappacosta è un boccone amaro, inutile nasconderlo. Dispiacerà a tutti la partenza di un ottimo giocatore e un bravo ragazzo che nell’arco di pochi giorni ha avuto di fronte a sè l’occasione della vita e non poteva voltarle le spalle. Dopo una notte di riflessione, ha deciso di dire sì: giustamente. In bocca al lupo. E una grande occasione, l’affare col Chelsea, lo è anche per il Torino: guadagnare 30 milioni circa dalla cessione di un terzino è un’operazione in uscita dolorosa ma francamente irrinunciabile per un club come il Torino. Probabilmente anche Mihajlovic penserà la stessa cosa. I casi della vita: Darmian al Manchester United viene sostituito da Zappacosta che finisce ai Blues. E’ stato sostituito a sua volta da Ansaldi: a poche ore dalle fine del mercato, era difficile ottenere di meglio.

TURIN, ITALY - MARCH 18:  Davide Zappacosta (L) of FC Torino is challenged by Cristian Ansaldi of FC Internazionale during the Serie A match between FC Torino and FC Internazionale at Stadio Olimpico di Torino on March 18, 2017 in Turin, Italy.  (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)
TURIN, ITALY – MARCH 18: Davide Zappacosta (L) of FC Torino is challenged by Cristian Ansaldi of FC Internazionale during the Serie A match between FC Torino and FC Internazionale at Stadio Olimpico di Torino on March 18, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

Per il resto. L’attacco che si ritrova il Toro? L’espressione “tanta roba” è poco ortodossa ma efficace. Falque, Ljajic e Niang dietro Belotti. Perchè Belotti è rimasto al Torino: in quanti ci avrebbero scommesso? In pochi, eppure il Gallo è ancora qui. Bella dimostrazione di forza e di coerenza della società e del club, con il presidente Cairo che ci ha messo la faccia e ha rispettato quello che ha sempre affermato: senza i cento milioni per quest’anno non se ne fa nulla. A centrocampo, l’altra dolorosa rinuncia: Marco Benassi è stato sacrificato perchè fuori dal progetto tattico. Baselli è l’altra conferma di lusso: il rinnovo del bresciano è stata un’altra prova di forza di questo mercato granata. Sarà affiancato da Tomas Rincon: il giocatore che a questo Toro mancava. Come rincalzi di lusso, i due avranno Acquah e Obi.

Per terminare, la difesa. Il punto debole del Torino della scorsa stagione: rivoluzionato, come era giusto che fosse, in porta e nei centrali. N’Koulou, dopo due partite, appare la prova del fatto che non è necessario svenarsi per trovare giocatori giusti. Altro punto debole era la mancanza di personalità, per un Toro che spesso zoppicava in trasferta: e con Sirigu, N’Koulou, Burdisso e Rincon oggi Miha ha quattro leader in campo e nello spogliatoio che prima non aveva. Il Toro di oggi appare una squadra che unisce carattere e qualità, e il fatto che il saldo economico sia in attivo è qualcosa che impreziosisce ulteriormente la campagna conclusa. Conta non perdere di vista la realtà: il Torino è più forte e più completo rispetto alla scorsa stagione e ha tutte le carte per puntare all’Europa. Ora tocca a Miha…

133 commenti

133 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. robert - 3 settimane fa

    per arrivare sesti il prossimo anno bisogna cambiare un’altra pedina:l’allenatore.Tutto palle e poco cervello !!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Andrea Valentino - 3 settimane fa

    Se il mercato del toro è da europa io sono il Papa, ma fate furb va…….. va bene leccare il culo al PADRONE, ma un po’ di dignità non farebbe male ogni tanto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abatta68 - 3 settimane fa

      sono i giocatori a dover dimostrare di esserlo, come hanno fatto quelli dell’Atalanta lo scorso campionato, anche se non avevano comprato giocatori dal Milan, dall’Inter, dalla Juve o dal PSG come ha fatto il Toro quest’anno.
      Il tuo discorso poteva valere lo scorso anno e io di Carlao, Ajeti, Maxi, Martinez, Rossettini, Castan e Gaston Silva non vorrei più sentirne parlare… e infatti nella lista non li vedo più!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Andrea 86 - 3 settimane fa

      Eccone un altro che insulta senza addurre motivazioni: dai su, chi avresti comprato tu coi soldi che non hai? I nomi, vogliamo i nomi!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. abatta68 - 3 settimane fa

    Quando ho detto che Cairo aveva fatto benissimo a sparare alto con la clausola di Belotti, perchè Belotti 100milioni non li valeva, tutti a sputare sentenze, che era solo un modo per Cairo di intascarsi i soldi, che era la solita presa per il culo, che tanto se non gliene davano 100 con 60+Paletta andava via comunque… dio mio quante fesserie ho letto su questo forum!
    La verità viene fuori nel momento in cui uno come Abramovich ne spende 30 per Zappacosta, non 100 per Belotti… la verità stà nel fatto che 100milioni sono tantissimi soldi per chiunque e che la sparata è servita a tenere il Gallo nel nostro pollaio, come Cairo e Petrachi avevano dichiarato pubblicamente.
    Ora che Cairo sia un mezzo fanfarone che mezza la dice giusta e mezza la sbaglia, lo sappiamo tutti… ma che rischi di sputtanarsi la piazza con “via Belotti al Milan e dentro Paletta e Njang”…beh, questa ve la siete bevuta voi menagrami!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abatta68 - 3 settimane fa

      …pensateci, ogni volta che sarete allo stadio ed esulterete per un goal di Belotti… perchè su quella gioia non avrete nessun merito.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. claudio sala 68 - 3 settimane fa

    Da qui a Giugno ad ogni passaggio sbagliato in fascia o a centrocampo leggeremo “ci fosse stato Benassi oppure Zappa non sarebbe successo”…Di fronte all’offerta del Chelsea , Zappa non poteva rifiutare era l’occasione della vita. Con questo mercato globale tutte le squadre in Italia hanno perso pezzi e non li hanno sostituiti adeguatamente. Adesso si vedrà il manico dell’allenatore e le vere capacità dei giocatori.
    Personalmente con Liajc , Niang e Iago penso che si vedrà giocare a pallone…se non sarà così anche io dirò “con Benassi e Zappa sarebbe stato tutta un’altra cosa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Andrea 86 - 3 settimane fa

    È un po’ come quando, per 20 anni, ti alzi la mattina, ti guardi allo specchio e pensi di non essere mai cambiato, poi guardi una foto di 20 anni prima e pensi che qualche cambiamento tutto sommato c’è ed è evidente. Così i tifosi del Toro non riescono ad apprezzare questi piccoli passi avanti che sono stati fatti anno dopo anno, non si sono resi conto che come contestavano gli acquisti di Iori o Di Michele e le cessioni di Ogbonna o Bianchi (come se fossero il meglio che potessimo mai avere), ora sono passati a contestare gli acquisti di prospetti internazionali quali Ljajic, Rincon, Ansaldi o Niang (sebbene quest’ultimo abbia evidenti limiti caratteriali) e cessioni di Zappacosta (al Chelsea, non al Cittadella, con tutto il rispetto) e Benassi. Abbiamo guadagnato più 40 milioni di euro per due cessioni (a mio modesto parere entrambi i giocatori li abbiamo venduti a molto più del loro reale valore, basti pensare ad esempio che il milan ha pagato Conti meno di Zappa e che Baselli l’abbiamo pagato la metà di quanto abbiamo venduto Benassi), più di quello che abbiamo speso in totale negli ultimi 25 anni per acquistare giocatori, a occhio e croce. Questo per dire che quelli che si lamentano si lamenteranno sempre, sono abituati a farlo, è solo che non si rendono conto del cambiamento e si stanno lamentando per cose sempre migliori e migliorate, anno dopo anno: prima c’era Pestrin, ora c’è Rincon, prima c’era Gabionetta, ora c’è Niang, prima c’era Franceschini, ora c’è N’Koulou. I giocatori devono essere monetizzati, devono essere ceduti per fare cassa al giorno d’oggi per poter comprare altri giocatori, perchè nascerà un nuovo Belotti, un nuovo Baselli o un nuovo Zappacosta, basterà solo essere bravi a prenderli prima degli altri, e mi sembra che il Toro stia diventando una delle squadre più competenti nello scovare talenti sempre migliori e investendo sempre di più su di essi. 5 anni fa vendevamo a 5 milioni, ora a 30. Vorrà dire che tra 5 anni venderemo a 60 e compreremo a 40! Beh, io sono veramente orgoglioso di questa politica societaria che ci sta facendo salire sempre più in alto e il duo Cairo-Petrachi è uno dei migliori che la serie A possa avere. Sarò un eretico, ma tra 4/5 anni, se le cose continueranno così, ce la potremo giocare per obiettivi impensabili da 25 anni a oggi, altro che posto in Europa League.. Come in ogni cosa ci vuole tempo, e noi lo stiamo impiegando con molta cognizione..
    Ad ogni modo, il campo è l’unico che può parlare, quindi godiamoci sul campo questo nuovo Toro!!
    FVCG!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Alberto Fava - 3 settimane fa

      Bene Andrea !
      FVCG sempre!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Maroso - 3 settimane fa

        Convengo con te Andrea, il Toro di adesso è migliore di quello di qualche anno fa, soprattutto da quando, con Ventura, la società è cresciuta. Poi Ventura ha fatto il suo ciclo, e tanti saluti. Ma la società resta, e sono convinto che Petrachi/Cairo siano un’ ottima accoppiata. Ancor più mi sorprendo per certe scelte, che ho descritto più sotto, che ci hanno portato soldi in cassa ma anche forse scompensi in squadra. Staremo a vedere nelle partite a seguire.
        Però personalmente ci tengo a precisare che non sono abituato a criticare, bensì tento di dare degli stimoli, perchè il supporter può anche pensare, vero? Mi auguro di cuore che, andando avanti di questo passo, il Torino arrivi in alto e per costruire bisogna fare sempre meglio. Grazie.
        FVCG

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Andrea 86 - 3 settimane fa

          Certo, bisogna sempre dare stimoli, a patto che siano ben argomentati e che siano critiche costruttive e non solo per fare casino o per sfogare le proprie frustrazioni. Se sono critiche ben argomentate è persino un piacere poter dibattere e vedere punti di vista a cui magari non avevi mai fatto caso. Io ho scritto il post perchè, oggettivamente, c’è poco da criticare in senso assoluto: siamo molto più forti ed affermati rispetto a 10/15 anni fa. Ovviamente si possono criticare scelte su giocatori o allenatori, d’altronde i bidoni o i fenomeni li hanno presi tutti.. Basti vedere il Palermo: Cavani e Dybala ma anche Chocev e Jajalo.. Anche noi: Belotti e Baselli, ma anche Sanchez Mino e, che so, Bellomo.. Quindi, ben vengano le critiche, purchè SEMPRE ben argomentate. :)
          FVCG!!!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Athletic - 3 settimane fa

      Bravo, uno dei post più pacati, argomentati e di buon senso che io ricordi. E anche ottimista ! Mi hai messo di buon umore 😉

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Andrea 86 - 3 settimane fa

        Ne scriverò uno ancora più ottimista dopo il primo 3 a 0 che subiremo, spero non prima del 2030 comunque!! 😀

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. ddavide69 - 3 settimane fa

      Non sono d accordo. Non è vero che tutti criticano a prescindere anche quando le cose vanno bene. Personalmente se avessimo preso ancora un buon centrocampista e ci fossimo tenuti zappacosta o almeno un under ventuno, allora sarei stato soddisfatto. Anche perché si poteva fare senza essere in rosso. Non vorrei che per queste ragioni, per la mancanza di alternative non raggiungessimo la Europa league, questo sarebbe una vera disdetta!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Andrea 86 - 3 settimane fa

        Certo davide, ma vedi, io o te davanti al PC siamo bravissimi a fare ste cose, o anche con giochi come Championship Manager o FIFA, un’altra cosa è la realtà: c’è chi compra, c’è chi vende, ma anche chi è disposto a comprare o chi è disposto soprattutto a vendere. Io sinceramente se entro in un concessionario di Ferrari non sono disposto a pagare 2 milioni di euro una Ferrari che ne vale 500.000 solo perchè ho il grano, se mi offrono quel prezzo io cortesemente passo al concessionario dopo.. Quindi anche se hai il tesoretto, non sei obbligato a dissiparlo in malo modo, io prefersico tenermi quei 30 milioni e farmi poi un mega acquisto da 60 milioni quando il mio monte ingaggi me lo permetterà.. Personalmente preferisco 1 campione da 60 milioni che 4 giocatori mediocri a 15.. Sul caso Zappa, è un treno che passa solo una volta sia per noi che per lui: per noi sono 30, dico 30 milioni per un terzino, per Zappa è il Chelsea, fresco vincitore della Premier League.. Ma secondo te Zappa, arrivata l’offerta del Chelsea, è corso in sede pregando Cairo di non accettare l’offerta? :) E cmq, onestamente, Zappa ha si fatto vedere buone cose, ma non stiamo parlando di Lahm o Marcelo, è un buon terzino come tanti altri.. Ansaldi per dire, secondo me non è da meno! Anche quando comprammo Zappa molti dicevano: “ma chi è??” o erano critici, stessa cosa che stanno dicendo ora per Ansaldi ad esempio.. Sul centrocampista: secondo me Baselli Rincon è una ottima coppia in mediana, equilibrata in ogni abilità, tecnica tattica o mentale.. Ricordo che cmq fino a qualche anno fa avevamo a mala pena i titolari, qui si stanno facendo le pulci sulle riserve o su eventuali altri giocatori al posto di Baselli o Rincon. Pjanic mica te lo regalano purtroppo..
        Sull’Under 21: vedi, è sempre il solito discorso, vuoi un giovane da crescere e valorizzare sperando che esploda e se non esplode hai perso tempo o vuoi un giocatore affermato per raggiungere l’Europa? Perchè se stai a vedere di giovani da lanciare ne abbiamo molti, alcuni già affermati, altri si spera.
        Ad ogni modo le critiche sono sempre ben accette purchè ben argomentate, come per altro hai fatto nel tuo post.
        FVCG!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. claudio sala 68 - 3 settimane fa

      Iori….che incubo!!! Comunque in EL si va solo se si cambia mentalità…se fai partite come a Bologna non vai lontano. Miha sta provando a cambiare la mentalità possiamo non condividere i suoi metodi ma bisogna riconoscere che ci sta provando.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Andrea 86 - 3 settimane fa

        Conta che la prima di campionato puoi steccare con chiunque.. E quella partita l’avremmo pure vinta se quel coglione di Massa non avesse fatto il danno!
        Ad ogni modo si, ci vuole una mentalità vincente per andare lontano, quella cattiveria agonistica e quella fame di vittorie che ti fanno mangiare gli avversari, chiunque essi siano; speriamo che Miha sappia trasmetterla ai giocatori!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. cugio - 3 settimane fa

      andrea grande bellissima spiegazione

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. SteGranata77 - 3 settimane fa

    1 Settembre 2017: Rien ne va plus e The Winter’s coming.

    Ora ci sono solo le partite.
    FVCG.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Maroso - 3 settimane fa

    Questa squadra è gestita alla Penelope: si fa bene e poi si disfa. Quello che preoccupa è l’ incoerenza con cui si gestisce il parco giocatori. Qualcuno diceva che ci voleva programmazione, che non importava se si vendeva, ma importava chi veniva. Vi ricordate Ventura quando diceva queste cose? Io mi ricordo bene e se si vuole costruire una buona squadra si fa proprio così. Dunque se Zappacosta era cedibile (ecco perchè non gli si è adeguato l’ ingaggio), allora lo si doveva fare preparando un sostituto giovane e già sufficientemente pronto alla serie A. Come abbiamo fatto per Belotti con Simeone e Zapata. Al momento giusto lo si vendeva, ma non al buio l’ ultimo giorno. Qualcuno dirà che è capitata l’ occasione. Per quanto io alle combinazioni ci credo poco, programmazione non significa aspettare il colpo del destino, ma gestire la squadra per un miglioramento continuo con momenti di verifica e pianificazione.Lo stesso dicasi per Niang. Si è aspettato l’ ultimo giorno a cercare un’ alternativa valida, ma qui ci è andata bene. Tranne che per l’ ingaggio, se non erro Niang giuadagna più di Belotti, al momento (!?) In buona sostanza questa è una campagna acquisti da bicchiere mezzo pieno e mezzo vuoto. Il guaio è che il vuoto riguarda la società. Ma abbiamo ampi margini di miglioramento, con 50 mln. di attivo (che però non scendono in campo).
    Adesso occorre decidersi, perchè siamo a un bivio: vogliamo fare l’ allevamento di campioni da vendere, o una grande squadra degna del nome che porta? Saluti a tutti.
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Maroso - 3 settimane fa

      Per quanto riguarda il bicchiere mezzo pieno, i giocatori portti a casa da Petrachi e Urbano Cairo, a quanto si è visto sembrano di indubbio valore, e sopratutto son coerenti ai dettami di Sinisa. Auguri dunque a Sinisa, ha la squadra che voleva, adesso ci porti in europa, così magari riempie tutto il bicchiere.
      FVCG.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. JoeBaker - 3 settimane fa

    Ragazzi, se ci lamentiamo del Toro, pensate a cosa dovrebbero fare i tifosi di Atalanta (oltre a vederne partire tanti ora, Baselli e Zappa insieme costati meno di un terzo di quanto ci ha dato il Chelsea), Fiore, Lazio (Keita è partito a 10M in più di Zappa), Udinese… Suicidio di massa? Solo il campo dirà se certe scelte sono state solo coraggiose o giuste, ma sulla carta non può essere la cessione di Zappacosta – che avanti, dove ora serve meno, è ok, ma in difesa non è certo un mastino – a farci cambiare giudizio. E comunque, ultimo minuto o meno, a 25 anni con un contratto da 2,5M a stagione e 28+2M al Toro, non c’erano santi, poche storie. Sono d’accordo che forse lì ora abbiamo solo due vecchietti, ma se restano integri, possono fare il loro meglio di Zappa. Cambiare è sempre un rischio, vero, ma se il livello generale sale, è anche l’unico modo per provare a crescere un po’ per volta e mi pare che la qualità dei giocatori confermati sia comunque superiore a quella dei partenti. E’ innegabile che abbiamo tenuto quasi tutti i migliori e qua e là aggiunto qualcuno anche meglio. Perché dobbiamo per forza vedere il lato oscuro?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 3 settimane fa

      Ma se l anno scorso abbiamo perso tutta la difesa titolare, ma andiamo… Teniamo tutti i migliori? Glik maksimovic zappacosta peres darmian tutti nazionali, il prossimo sarà belotti… Se siamo sempre tra il nono è il dodicesimo posto da quattro anni ci sarà un motivo…. Vediamo se sarà la volta buona perche sarebbe bastato veramente poco per fare il definitivo salto di qualità

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. gianTORO - 3 settimane fa

    su dai…solo chi fa il cieco a prescindere e di professione non vuole vedere che la squadra è più forte dello scorso anno. o non lo vuole ammettere perchè ha sputato merda sino a…30 secondi fa.
    IO TIFO TORO.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Fabius - 3 settimane fa

    Tenere Zappa e magari rinnovare il suo contratto come con Baselli sarebbe stato un segnale forte per far capire la volontà di crescita della società.
    Altro tipo di segnale arriva con la sua cessione. Fascia destra molto più debole

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Sirrobert - 3 settimane fa

      Ma come si fa a rifiutare 30 ml ?
      Per me hanno fatto bene….. il segnale è uno… se ci sono squadre che si permettono di spendere certe cifre per giocatori come Zappacosta si buono ma non eccelso……. è giusto darglielo e anche in fretta!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. ddavide69 - 3 settimane fa

      No, meglio prendere lo scudetto del bilancio

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Sirrobert - 3 settimane fa

    Il titolo:
    Il mercato del Torino è da Europa: ora tocca a Miha

    SONO PREOCCUPATO SE è IN MANO A MIHA !
    Speriamo in bene e sempre FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. drino-san - 3 settimane fa

    In pratica l’accusa alla società é di comprare bene e vendere benissimo? Quale sarebbe la gestione ideale? Buttare soldi in un pozzo nero, o spolpare la società da dentro e fare come Borsano, Gaucci, Ghirardi ecc.?
    Come gli anziani che guardano i cantieri, é sempre tutto sbagliato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 3 settimane fa

      comprare bene … lo diranno i risultati : se fra un anno non saremo in europa non sarà servito a un belino questo mercato.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Maroso - 3 settimane fa

      Gent. drino-san, non siamo noi tifosi a dire quale possa essere la gestione ideale, ci mancano le competenze.. Però mi sembra che si debba costruire, non distruggere. Urbano Cairo sta accumulando capitali e accrescendo il valore della squadra. Bene. Ma tutto ciò senza è sufficiente a costruire un nuovo Torino in grado di vincere? Io non amo guardare i cantieri, sono in pensione, ma non ho tempo da perdere. Vorrei vedere un bel Toro e una società molto ben organizzata
      FVCG

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Davide_Toro.nel.cuore - 3 settimane fa

    Sirigu, N’Koulou, Rincon Niang, Lyanco, Bonifazi chiamarli rimpiazzi dei rimpiazzi mi sembra riduttivo…. Non riesco a capire perchè questa politica dei piccoli passi non vada bene, la pregesa di avere tutto e subito. La gente critica la dirigenza additandola di avere la mentalità da provinciale, ma siamo sicuri che non siano i tifosi ad averla? Molti si affezionano al giocatore (come se fosse l’amico vicino di casa) dimenticando che sono solo dei professionisti che lavorano per un’azienda di cui fanno parte e hanno importanza per il loro valore commerciale/sportivo. Sono i tifosi ad essere provinciali, si tifa la MAGLIA non il giocatore, di bandiere ne restano (forse) due in italia; quel buffone del portiere dei somari con le strisce e De Rossi. Ora basta con ste critiche e sotto con il tifo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 3 settimane fa

      Di questo passo (del gambero 2 in avanti e uno indietro) per andare in europa ci andranno 20 anni.

      Il provincialismo è di quelli che pensano che si possano vendere dei nazionali tutti gli anni per sostituirli da giovani di buona prospettiva o di ultratrentenni ….

      Io tifo Toro , ma quando il presidente stesso non vuol fare il salto di qualità io non credo piu’ si tratti del toro ma nel caso specifico della cairese , la maglia non c’entra piu’ nulla !!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Grande Cuore Toro - 3 settimane fa

        ah si? Zappacosta e Benassi due nazionali inamovibili (Benassi poi che giocava una partita si e una no con il benestare di tutti noi) sostituiti con Niang, Sirigu, Nkoulu, Rincon, gente che ha giocato in club di alto livello e coppe europee e tra l’altro gl ultimi due più nazionali di Zappa e Benassi, e non sono certo ultratrentenni (l’unico è Burdisso che serve solo come ultima riserva della difesa) e alcuni ottimi giovani di prospettiva: Lyanco, Bonifazi, Berenguer che seguono la linea intrapresa con I belotti, i Baselli ecc…
        Per fare il salto di qualità di cui tu parli ci vuole qualcuno di molto più ricco di Cairo ci vogliono purtroppo i cinesi, i russi o gli Agnelli (e a volte vedi inter manco quelli bastano), perchè se a Zappacosta gli vengono offerti 2,5 mil a stagione tu che fai pareggi l’offerta? E quindi poi in proporzione ne devi dare minimo 5 a Ljajic e 8 a Belotti. E dove cacchio li prendi?
        Guarda De LAurentiis il grande De Laurentiis che ha incassi televisivi e da stadio 10 volte i nostri quanto ha speso per fare la CL… non ha comprato nessuno!!
        A fare chiacchiere siete tutti i bravi…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. ddavide69 - 3 settimane fa

          Basterebbe non aver gli occhi foderati… Non bisogna essere abramovic per andare in europa, basta nin lesinare sui centesimi e arrivare alla ultimo giorno per prendere una alternativa a chi stai vendendo. I soldi ci sono parole avere una squadra completa, con un paio di elementi di valore in più avevamo la squadra completa e cin delle alternative, invece se non faremo il 4231 che non ci potremo sempre permettere avremo i giocatori contati. Abbiamo un attacco stellare e un centrocampista con due elementi decenti. Gli sono sempre rotti o caratterialmente scarsi. Speriamo che lyanco sia una tigre altrimenti avremmo ancora moretti o burdisso a trentasei anni…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Davide_Toro.nel.cuore - 3 settimane fa

    Sirigu, N’Koulou, Rincon Niang, Lyanco, Bonifazi chiamarli rimpiazzi dei rimpiazzi mi sembra riduttivo…. Non riesco a capire perchè questa politica dei piccoli passi non vada bene, la pregesa di avere tutto e subito. La gente critica la dirigenza additandola di avere la mentalità da provinciale, ma siamo sicuri che non siano i tifosi ad averla? Molti si affezionano al giocatore (come se fosse l’amico vicino di casa) dimenticando che sono solo dei professionisti che lavorano per un’azienda di cui fanno parte e hanno importanza per il loro valore commerciale/sportivo. Sono i tifosi ad essere provinciali, si tifa la MAGLIA non il giocatore, di bandiere ne restano (forse) due in italia; quel buffone del portiere dei somari con le strisce e De Rossi. Ora basta con ste critiche e sotto con il tifo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Davide_Toro.nel.cuore - 3 settimane fa

    Sirigu, N’Koulou, Rincon Niang, Lyanco, Bonifazi chiamarli rimpiazzi dei rimpiazzi mi sembra riduttivo…. Non riesco a capire perchè questa politica dei piccoli passi non vada bene, la pregesa di avere tutto e subito. La gente critica la dirigenza additandola di avere la mentalità da provinciale, ma siamo sicuri che non siano i tifosi ad averla? Molti si affezionano al giocatore (come se fosse l’amico vicino di casa) dimenticando che sono solo dei professionisti che lavorano per un’azienda di cui fanno parte e hanno importanza per il loro valore commerciale/sportivo. Sono i tifosi ad essere provinciali, si tifa la MAGLIA non il giocatore, di bandiere ne restano (forse) due in italia; quel buffone del portiere dei somari con le strisce e De Rossi. Ora basta con ste critiche e sotto con il tifo. Sempre forza Toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Valerio2207 - 3 settimane fa

    Onestamente io non capisco ..Marco Benassi so bravo ragazzo.. bravino, a parte che ci ha fatto perdere un derby e pareggiare l’ultimo… senza parlare di Zenit.. insomma tutto sto fenomeno.. ..boh… Davide Zappy…anche lui bravo si ma non un fulmine di guerra per 25/30 mln € in cambio di Ansaldi che con noi l’ultima volta a me fece una buona impressione suvvia dai siamo un attimo realistici e vediamo che cosa di porta il campo.. avremo tutto il tempo per bastonare no? :) un Abbraccio a Voi tutti e Forza Toro Sempre :)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Folagra - 3 settimane fa

    UN PASSO INDIETRO, PER SALVARE IL GALLO DALLE UOVA D’ORO (PER RAIOLA)

    Il calciomercato 2017 del Toro è stato un passo indietro, perché la continuità non passa solo dall’allenatore, ma anche dai giocatori e dai reparti, che se vengono confermati in blocco migliorano anno dopo anno. La difesa del Toro è debole proprio perché ogni anno cediamo i pezzi pregiati: in soli due anni sono partiti Darmian, Glik, Bruno Peres e Zappacosta. Ogni volta si riparte, e ogni volta ci vanno mesi per raggiungere un buon equilibrio, e l’eroico Moretti è poi sempre chiamato a metterci una pezza. Quest’anno cediamo Zappacosta e Benassi, due nazionali o quasi, da quanto tempo non ne avevamo se si esclude Belotti?
    Si è smontato un progetto che era degno degli anni ’80 quando “sfornavamo” campioni come Francini, Fuser, Crippa, Corradini… Uno smembramento che allora portò in pochi anni dalla Coppa Uefa alla retrocessione del 1989, la prima di una dolorosa serie. Anche oggi come allora, arrivano dei rimpiazzi, e resta il campionissimo. Che però tra 10 mesi sarà già passato a una big, con il nuovo agente Raiola pronto a far cassa (questa è la notizia più drammatica dell’estate, e Niang arriva proprio dalla scuderia del super agente). A luglio 2018 così resteranno solo i rimpiazzi dei rimpiazzi. Perché non ci si deve illudere, quando il Gallo partirà in molti lo seguiranno, e a quel punto rimpiangeremo i Benassi, Darmian e Zappacosta.
    La conclusione è paradossale, e provocatoria. Era meglio privarsi oggi del Gallo tenendo Zappa e Benassi, e con i 100 milioni della clausola comprare altri giovani (come ha fatto la Lazio cedendo Keita) e puntellare così una volta per tutte difesa e centrocampo. L’attaccante forte poi arriva di conseguenza, perché sa che potrà sfruttare le buone giocate di difesa e centrocampo. Anche stavolta, ha invece prevalso la logica dell’attacco che vende i biglietti, invece che della difesa che vince le partite. Il calciomercato 2017 è stato un passo indietro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Gud_74 - 3 settimane fa

      Per la cronaca 100 MLN non li ha ancora offerti nessuno!

      Quindi hai fatto un ragionamento sul nulla.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 3 settimane fa

        solo tu pensi che non partirà il prossimo anno…ma il problema non sarà questo : bensì il fatto che verrà sostituito da altri di valore inferiore

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Gud_74 - 3 settimane fa

          Non ho detto che non partirà l’anno prossimo, ho solo detto quello che è successo in questa sessione di mercato.

          Nessuno ha offerto 100MLN per il Gallo quindi fare voli pindarici su quello che sarebbe potute essere ma non è stato non credo abbia senso, almeno oggi.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. Dijon - 3 settimane fa

          Guarda la rosa di 4 anni fa.. ti sembra che l attuale sia di livello inferiore? Se poi ci riesci facendo utili meglio? Chi finanzia gli ingaggi di oggi? I 4 abbonamenti che comprano i tifosi? Siamo del livello dell atalanta senza plusvalenze rendetevi conto!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Leo - 3 settimane fa

      Tra le cessioni in difesa hai dimenticato Maksimovic. E D’Ambrosio. Gli analisti del cavolo – che fanno le formazioni di carta – non hanno capito che la perdita di Zappacosta a destra e’ grave. Sarebbe stato molto meglio non prendere Niang e salvare Zappa. Forse avete dimenticato le disgrazie dello scorso anno nel reparto arretrato….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 3 settimane fa

        Si perchè certi tifosi hanno la memoria corta: ricordi l’anno scorso ?

        IL TESORETTO di 35 milioni rimane per l’anno prossimo perchè i soldi arriveranno sono nel 2017 , invece noi paghiamo tutti subito !

        Adesso tra vendite e acquisti rimangono 28-29 milioni , PERCHE’ ???????????

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. miele - 3 settimane fa

          Caro ddavide69, l’ultima tua è la madre di tutte le domande che si dovrebbero fare i tifosi del Toro e, purtroppo, penso che la risposta non verrà data.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Grande Cuore Toro - 3 settimane fa

        ah invece capisci tutto tu… Zappa era molto bravo in fase di attacco ma come difensore non era niente di che… Con Ansaldi sicuramente siamo più coperti poi davanti ne abbiamo già parecchi per attaccare…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Luke90 - 3 settimane fa

    Penso che ql.no, oggi, accenderà un cero per santo Cairo per aver ceduto Zappa…altrimenti cosa avresti potuto dire?!
    Il mercato è finito e si parla di Zappa e pochi constatano che Belotti è rimasto. Il 99% dei tifosi profetizzava che il Gallo sarebbe stato ceduto e vedevano già Cairo fregarsi le mani per l’ennesima plusvalenza. Ne sono state dette di tutti i colori onde poi chiosare con la frase “felice di essere smentito”. Smentiti. Commenti?! no … per fortuna che hanno venduto Zappa.
    Zappa è stato ceduto, tempi sono sicuramente sbagliati, anche io ci sono rimasto un po’ male, ma 30Mil per un difensore e, allo stesso, un contratto potenziale da 10Mil sicuramente incidono nella decisione. Certo potevi tenerlo e poi, forse, forse, avremmo letto i commenti che si leggevano su Belotti solo due settimane fa: è triste, è apatico, è svogliato, se ne vuole andare … non sarà lo stesso Belotti ecc. ecc.
    E invece, Belotti è rimasto (lo dico da Luglio e non perché ho la sfera di cristallo ma perchè percepisco un cambiamento nella gestione del Toro), si è speso 17 o 20Mil per un giocatore (piaccia o non piaccia ma gli Euri sono stati tirati fuori), si sono presi giocatori come N’Koulou per alcuni un bollito o, addirittura, una “scommessa” (quindi, almeno, aspettiamo di vedere Ansaldi giocare prima di sentenziare) e Rincon, non vedo l’ora di vedere Lyanco e Bonifazi, lo zoccolo duro è stato consolidato e non smantellato come accadeva negli anni passati, il monte ingaggi è stato aumentato, c’è il ritorno al Fila…
    Certo ma Zappa è stato ceduto… e allora la EL la vedremo con il binocolo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 3 settimane fa

      Aspetta , plusvalenze 2 quest’anno sono sufficienti : Benassi e zappacosta , spesi 10 in tutto presi 42 …..

      Prossimo anno basteranno 2-3 griglie al mondiale e 15 gol in campionato e troverà il chelsea di turno … ricordo che hanno speso 25 milioni per zappacosta , un difensore …

      Col binocolo la vedremo perchè a centrocampo siamo ‘corti’ e se si giocherà con ljiac , niang che non coprono con le squadre piu’ attrezzate chi fà filtro ?? solo rincon e aquah ? Ce ne fanno 2 subito e andiamo a casa !

      Bastava prendere uno forte li in mezzo , si dava via valdifiori che non serve e con quelle squadre si giocava a 3 .

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Mik - 3 settimane fa

    Inutile stupirsi, è il modus operandi di Cairo ormai collaudato da tempo, nel nome dei suoi tanto amati scudetti del bilancio. É successo con Cerci per Amauri, con Peres e Maksi per Ajeti,Rossettini e Molinaro e ora con Zappa per Ansaldi. E mi stupisce che c’è gente che sostiene che sti giocatori sono stati fatti fuori dai rispettivi allenatori perché credevano in altri loro pupilli. Altrimenti mai e poi mai Cairo li avrebbe ceduti! Allora spiegatemi una cosa che non riesce proprio ad entrarmi in testa : quale allenatore sano di mente accetterebbe la cessione di alcuni buoni giocatori, a suon di milioni, agli ultimi o all’ultimo giorno di mercato, per poi farsi prendere 4 scarti bolliti?! Quale?! Io non metto in dubbio la possibilità di fare plusvalenze in una società dove il denaro non abbonda, ma devono essere generate nei tempi giusti e trovati degni sostituti in quei precisi ruoli, non in altre zone del campo. Altrimenti è la solita storia della coperta troppo corta. Ma scorrete le operazioni di mercato di ieri e cercate un’altra squadra, a parte il toro, che abbia ceduto un suo buon giocatore a 30ml per prendere un pari ruolo a 4. A certo ne sono stati spesi 17 per Niang. Allora mi domando : se zappacosta lo avevano capito pure i muri che sarebbe andato via già da settimane, e i diretti interessati la cifra la sapevano, perché non mettere sul piatto una decina di ml per prendere un signore terzino, visto che Niang si sapeva che si prendeva intorno ai 20 o poco meno?! Chi in Europa ci vuole andare, e mezza Europa lo fa senza sceicchi alle spalle, non aspetta appositamente gli ultimi scampoli di mercato per vendere certe pedine e comprare gli scarti. Sono giovani e sotto contratto, quindi é alla società che spetta l’ultima parola. Che non mi si venga a dire che Cairo o petrachi avevano la pistola puntata alla tempia. Una società seria che punta anche ai traguardi sportivi e rispetta i tifosi prende il calciatore giovane, non ha di certo 40 anni, e gli dice che per sto giro non se ne fa niente perché impossibilitati a trovare un degno sostituto. Se veramente l’offerta ti arriva sul tavolo a fine mercato. Si fa un altro anno buono e di impegno e al prossimo giro lo vendi. Ma con tutto il tempo di rimpiazzarlo degnamente. Se giochi bene ti cercano sempre e viste le cifre che girano oggi, magari a cifre ancora maggiori. Così fanno in tante piazze dove poi l’Europa League la frequentano con una certa assiduità. Ora la società dirà sicuramente che la palla passa al mister di turno che vista l’ottima rosa non potrà far altro che portarci in Europa. E se ciò avverrà, cosa che mi auguro fortemente, ricordiamoci che sarà con un Belotti in meno al 100% ( Peres e Maksi insegnano, vero presidente?!?!) e con tanti soldi dei quali vorrò tanto vedere quanti ne verranno reinvestiti in campo! Che dire…speriamo bene…perché qui l’unico incedibile è solo Cairo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. bergen - 3 settimane fa

      Guarda come eravamo 5 anni fa e poi dimmi, in coscienza, se puoi giudicare così negativamente.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Mik - 3 settimane fa

        Io guardo come eravamo 12 anni fa quando ci ha preso Cairo, perché 12 sono! Alti e bassi, alti e bassi. Mai la svolta che dopo l’Europa ci poteva essere se solo si applicasse ciò che prima scrivevo! ricordo che solo 2 anni fa in inverno eravamo in zona retrocessione e solo l’arrivo in prestito di Immobile ci portó fuori dalle sabbie mobili. Non è corretto fare sempre e solo riferimento agli anni peggiori o ai presidenti peggiori per valutare il presente. Nel calcio non si vive solo di rendita e l’aver fatto qualcosa di buono prima non ti risparmia da eventuali critiche se poi dopo sbagli sempre e solo nella stessa maniera!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Gud_74 - 3 settimane fa

          eh si era il 2005 dopo il fallimento Ciminelliano, mannaggia a Cairo e a quando ha tolto a Giovannone la possibilità di comprare il TORO!

          Alle volte credo che l’unica cosa che vi “muova” sia l’invidia verso chi vince ( e non sono poi così tanti in Italia ) e non la passione per quello che rappresenta la nostra squadra.

          Io sono del TORO!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. ddavide69 - 3 settimane fa

            E secondo te il toro lo rappresenta cairo che non è neppure tifoso ?

            (E si vede…)

            Mi piace Non mi piace
          2. Mik - 3 settimane fa

            ti ricordo che nel 2005 furono Rodda e Marengo, grazie all’iscrizione al lodo petrucci, a trovare così l’escamotage per farci ripartire dalla serie B e non da più giù ,come successe al napoli, alla fiore o al Parma. Cairo è rimasto nelle retrovie a guardare per uscire allo scoperto a giochi fatti, acquisendo una società fallita, quindi a zero. Certo prenderla prima avrebbe dovuto pagare i debiti altrui, ma non ricominciavi proprio da zero. La botte piena e la moglie ubriaca non si possono avere. Nei primi anni ha avuto tutta la mia riconoscenza. E l’avrebbe tuttora se non avesse mai parlato in seguito di europa, di piani ambiziosi, e ci avesse detto chiaramente che non c’è trippa per gatti. Le potenzialità ci sono ma ad ogni anno vengono puntualmente castrate non per magia ma per ben precisi comportamenti che guardano solo esclusivamente alla vittoria degli scudetti sul bilancio. Come i tifosi godrebbero per un sesto posto in campionato, bada ben non uno scudetto, così godrebbero per un sesto posto nella classifica del fair play economico. Una via di mezzo farebbe comodo alla società per sopravvivere e ai tifosi che inutile nasconderlo si cibano delle imprese sportive della loro squadra. Non è che qui vengono i marziani allo stadio, ma gente che paga e volge lo sguardo su quel rettangolo verde dove corrono i propri begnamini dietro un pallone. Nè più nè meno.
            A questo giro sono onestamente arrivati calciatori più costosi rispetto il passato, ma a onor del vero sempre oggi, come da qualche anno a sta parte, le plusvalenze sono state ben più alte. La verità che se entra 10 ed esce 1 o entra 100 ed esce 10 la musica cambia poco, perché per andare in europa sempre un posto devi andare a togliere alle solite che conosciamo, più eventualmente una outsider che puntualmente ogni anno si presenta. E a nessuna di queste vedo vendere ripetutamente negli anni all’ultimo giorno di mercato per comprare i cocci che ci sono in giro. Chissà poi perchè loro in europa ci vanno e noi no.
            Mi domando se Cairo fosse arrivato dopo Pianelli al posto di Sergio Rossi cosa gli sarebbe capitato, visto che questo ultimo saltò facendo 100 volte di più per il toro di braccino. Ehhh ma si sa che quando si è abituati al caviale poi se passi al pesce spada non va già più bene. Ora invece pure i gusci delle cozze vanno giù alla grande! E’ proprio vero che la fortuna nella vita di alcune persone è di trovarsi al posto gisuto nel momento giusto. Il tempismo è tutto!

            Mi piace Non mi piace
        2. bergen - 3 settimane fa

          Cairo ha commesso molti errori. Soprattutto per quel delirio di onnipotenza che investe tutti i “self made men”. Però, proprio in quanto è una persona intelligente, ha saputo voltare pagina. Soprattutto, per fortuna del Toro, ha voluto cambiare pagina. Perché se avesse mollato saremmo ripiombati nelle paludi del passato. Di errori ce ne sono e ce ne saranno ma la crescita non la vede solo chi non la vuol vedere. Non è solo la cosiddetta prima squadra ma un intero mondo, come le giovanili, che si è ricostruito. Comunque la mia non è critica solo vorrei che vivessimo con più positività quel che sta accadendo.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        3. Luke90 - 3 settimane fa

          Forse non è corretto come non è corretto ricordare cosa eravamo nel ’49 e se dici di guardare avanti appari come un anti-Toro… Cairo lo valuto da quando è arrivato Ventura; gli anni precedenti disastrosi ma poi c’è stato un cambiamento. Alti e bassi ci sono sempre.. ma non si può non percepire come le cose stiano cambiando.
          Continuo a leggere sempre di chi è stato venduto ma mai di chi è stato comprato ..e se oggi siamo qui è perchè abbiamo venduto.
          si parla ancora di Maksimovich e D’Ambrosio neppure si fossero incatenati ai cancelli per non essere ceduti e “tutti” sanno come sono andate le cose con quei due…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. ddavide69 - 3 settimane fa

      Ricordo a tutti gli adoratori che se non ci fosse stato il TORO dei grandi e poi quello del 76 , molti di noi tifosi non ci saremmo!

      Ricordate : sono sempre i risultati sportivi che muovono le folle … secondo voi saremmo così numerosi senza senza il GRANDE TORINO o quelli del 76 ??

      MA siamo seri , va

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Gud_74 - 3 settimane fa

        Davide però onestamente tutto questo astio nei confronti della società lo ritengo eccessivo.

        Mi sembra chiaro che in tutte le cose si possa fare meglio, ma i tuoi commenti sono a senso unico “contro”. Assolutamente Legittimo da parte tua, ma poco obiettivo ( senza offesa ).

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Luke90 - 3 settimane fa

        Quindi tu tifi Toro per il 1976 e per il grande Torino; io tifo Toro da quando avevo 8 anni e il Toro del’76 non c’era ancora e non conoscevo neppure il Grande Torino. E ti dirò che tifo Toro per scelta non per tradizione: non avevo il papà che ti porta a vedere le partite del Toro o il nonno che ti racconta mirabolanti aneddoti su Mazzola & C.
        Mi sono avvicinato al Toro non perché vinceva ma perché mi piaceva il carattere e la grinta … si sono serio

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Sirrobert - 3 settimane fa

      Queste parole le ho sentite da sempre dai tifosi tuttologi e demagoghi ….. dai tempi di Pianelli a Rossi e via discorrendo……
      Sempre tutto per disfare…. mai per costruire.
      Personalmente ringrazio Cairo e Company per quello che hanno fatto in 11 anni…. di aver riportato il mio Toro agli onori del modo calcistico.
      Poi come spende o non spende i soldi sono affari suoi e ne ha tutti i diritti, l’ importante che si vada avanti.
      fvcg

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Grande Cuore Toro - 3 settimane fa

    Io vorrei capire da chi critica sempre e comunque cosa si aspettavano… Messi e Mbappè?
    Siamo tra le poche squadre che sono riuscite a tenere un giocatore top rinunciando ad 80 milioni di euro (senza considerare anche Baselli) quando se vi guardate intorno tanti club anche più blasonati e prestigiosi e con coppe europee da fare hanno ceduto i loro gioielli: la fiorentina ha ceduto Bernardeschi e Kalinic, la lazio si è fatta soffiare Biglia e Keita, la Roma Salah, Paredes, Mario Rui e Rudiger. Per non parlare in giro per l’europa le tante cessioni eccellenti (vedi Monaco ecc.). E parliamo di squadre che dovevano fare anche le coppe!
    Noi invece mi pare che abbiamo notevolmente alzato il livello rispetto allo scorso anno a detta di tutti (tranne ovviamente di una parte di noi che devo criticare a prescindere):
    difesa ampiamente migliorata con Nkoulu al posto di Rossettini e Lyanco e Bonifazi al posto di Carlao ed Ajeti. Solo un pò sui terzini forse abbiamo perso qualcosa tra Zappa e Ansaldi ma nel complesso tanta roba!
    Centrocampo: Rincon al posto di Benassi che non era manco più utile al modulo. Quindi anche qui salto di qualità considerando che Obi quest’anno facendo le corna è un altro giocatore.
    Attacco ne vogliamo parlare? Belotti rimasto contro ogni pronostico, in più abbiamo aggiunto un signor Niang più due buone giovani promesse come Sadiq e Berenguer e più il nostro Edera. E ci siamo pure tolti Maxi Lopez!
    Come si può dire che non siamo nettamente migliorati?
    Inoltre vorrei ricordare a chi dice che abbiamo chiuso in attivo (ma poi che mi frega se siamo migliorati? Bravo Petrachi casomai!) una cosa di cui si parla poco. L’AUMENTO DEL MONTE INGAGGI!
    Il super ritocco per Belotti e quello di Baselli, il contratto di Edera, gli ingaggi di Niang, Nkoulou, Sirigu (che costano un tantino di più di Rossettini e Maxi Lopez) chi li paga? Voi o Cairo? Non devono essere conteggiati quando si fa un bilancio di entrate ed uscite?
    Quindi facciamola finita per favore con queste critiche stucchevoli e anche abbastanza ridicole e tifiamo per l’Europa perchè quest’anno abbiamo tutto per arrivarci! FORZA GRANDE TORO!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. 08051999 - 3 settimane fa

    Inevitabile la cessione di Zappacosta ? Ma se doveva ancora prendere soldi di Peres Maxi ecc . dai non diciamo fesserie. Purtroppo le ambizioni sono limitate di questa società certo la conferma di Belotti è importante ma le cessioni di Benassi e Zappacosta per prendere Burdisso e Rincon sinceramente non mi convincono

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Grande Cuore Toro - 3 settimane fa

      ma se a Zappacosta offrono 2,5 milioni a stagione per andare a giocare in Champions secondo te dice no resto? E secondo te quale presidente rinuncerebbe a 30 per un semplice terzino pagato più di Keita? Solo un cretino!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. piroldo64 - 3 settimane fa

        esatto, solo un terzino, buono per carità ma non indispensabile né insostituibile

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. ddavide69 - 3 settimane fa

        E al suo posto prendi una riserva di 31 anni???????

        Ma vaaaaaaaaaaaaaaaaa

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Grande Cuore Toro - 3 settimane fa

          non conta quanti anni ha ma come giocherà…moretti ne ha 35 e sono 5 anni che il nostro miglior difensore! Hai De Silvestri ed uno esperto come Ansaldi che l’anno scorso ha fatto un buon campionato… va benissimo cosi… vi attaccate a sto zappacosta ma guardate tutta la squadra quanto è migliorata!!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Alberto Fava - 3 settimane fa

    Mi rifaccio al titolo” il mercato del Torino e da Europa: ora tocca a Mihailovic”.
    Lo trovo abbastanza logico, forse un poco riduttivo.
    Non è il mercato, ma il Torino che è da Europa, il mercato rappresenta a mio parere un paio di gradini della rampa della scala che stiamo salendo in maniera costante.
    Scrivo al plurale perché come Tifoso iscritto ad un TC mi “sento ” parte del Toro.
    Un paio di considerazioni, sui calciatori e sulla attuale rosa a disposizione, ed un’altra sulla gestione.
    1- Rosa ottima, composta di un buon mix di giovani e senatori bravi, non li cito li conosciamo a memoria. Calciatori : il più caloroso dei benvenuto a coloro che sono arrivati, tutti nessuno escluso. Un grazie di cuore ed arrivederci da leali avversari a coloro che hanno scelto altri lidi.
    2- Gestione : addirittura stupefacente da parte del management, bravi. Questi riuscirebbero a fare soldi dai sassi. Personalmente sono contento che il Toro venga guidato da Managers capaci. Per quanto riguarda i conti non è affar mio, io mi occupo di quelli di casa mia che funzionano più che bene. Poi chiaramente se fossi un’azionista anche con un minimo share , certo che parteciperei alle assemblee e porrei delle domande sui dettagli. Ma non lo sono, ed il conoscere la parte resa pubblica, sapendo che funziona come più non potrebbe, mi basta ed avanza.
    Poi, se la proprietà ( intesa come gli azionisti , Presidente in testa) riesce ad ottenere vantaggi e guadagni, non ci vedo nulla di sbagliato, anzi al contrario.
    Detto ciò, confermo più che mai la mia reale convinzione che siamo quasi in cima alla scala, quest’anno sicuramente arriveremo entro il sesto posto, e faremo la EL.
    Sperando di consolidarci negli anni a venire, o ancora meglio di continuare a salire!
    Forza Toro sempre!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granat....iere di Sardegna - 3 settimane fa

      Buongiorno Alberto, vedo che malgrado il calciomercato sei sopravvissuto e anche bello pimpante (spero non ti offenderai per l’associazione ad un nick che ti è inviso). Non ho motivo per non condividere ciò che dici, aggiungo solo, ma non ci vedo nessuna incompatibilità con quanto dici tu, che il management di una società di calcio ha un altro elemento di valutazione, oltre all’aspetto dell’ottima tenuta dei conti: l’ottenimento di risultati sportivi. Per il momento questo management è eccezionale sul primo aspetto, sul secondo sono ottimista ma lo sarei stato un pò di più se si fosse fatto qualcosa in più sul mercato, non saremmo falliti per questo…curiosamente sia tu che io avremo modo di verificare l’anno prossimo a primavera se i nostri ragionamenti sono fondati. Fino ad allora (ma in ogni caso anche dopo) Forza Toro….e sia detto per inciso ora si tifano TUTTI i giocatori del Toro, anche quelli di cui non siamo convinti, semplicemente perché giocano nel Toro e hanno la fortuna di indossare la nostra Maglia…se poi Niang fa qualche goal al Milan, oltre naturalmente che alle merde, sono anche più contento…così qualche tifoso milanista che ieri sera ci spernacchiava per l’acquisto del suddetto va a nascondersi sotto al letto oppure a cercare soldi per coprire i debiti della sua squadra se non vanno in champions…un saluto e Forza Toro

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Alberto Fava - 3 settimane fa

        Buongiorno anche a te, @Granat…..iere di Sardegna.
        Bella l’associazione ad uno dei miei nick preferiti!
        Si diciamo che le aspettative ci sono e sono molto elevate. Come dici bene, vedremo “with crossed fingers”.
        Per quanto riguarda il Milan, anch’io penso che siano sull’orlo , ma sportivamente non glielo auguro, come non lo auguro a nessuna squadra.
        Mi piace troppo il calcio giocato, e mi fa tristezza vedere i vortici che lo fagocitano.
        Per quanto riguarda sti quattro scappati di casa ( gli spetnacchiatori milanisti intendo) , beh lasciamoli fare fa parte del gioco.
        Quando tocchera a noi, renderemo la pariglia, con gli interessi.
        Ciao, adesso vado a fare qualcosa altrimenti mi ricoglionisco con la tastiera !
        Buona giornata e sempre Forza Toro !

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. miele - 3 settimane fa

    Qualcuno mi sa dire dove ha giocato Ansaldi lo scorso campionato, quante partite ha fatto e con quale rendimento?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Alberto Fava - 3 settimane fa

      Ciao mi Lele.
      Io mi ricordo un paio di partite che avevo visto quando giocava nel Genoa.
      Mi aveva impressionato da quanto fosse veloce e roccioso nei contrasti.. Forte in fase difensiva nell’uno contro uno. Non lo saltavi neanche a morire.
      Non vorrei sbagliarmi, ma si tratta della partita dove ci avevano rifilato cinque pappine.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Alberto Fava - 3 settimane fa

        Scusa @miele:-)

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. miele - 3 settimane fa

          Grazie. Speriamo che anche con noi faccia bene. Ho solo dei dubbi sulla condizione fisica, visto quanto è successo con Avelar. Buon Campionato.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. Athletic - 3 settimane fa

    Ok, adesso Miha ha avuto tutto quello che voleva. Hanno fatto il miracolo ti tenere Belotti. Gli hanno costruito una squadra forte, adatta al suo modulo, a sua volta adottato per far rendere al meglio il suo pupillo Ljajic. Gli hanno preso un altro suo pupillo: Niang. Ha fatto fuori rispettivamente Peres e Zappa (dal primo non si è incassato molto, dal secondo invece tantissimo, è doveroso dirlo), così da togliere un po’ di concorrenza al terzo suo pupillo, De Silvestri. Adesso non resta che raggiungere l’obiettivo, senza se e senza ma.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 3 settimane fa

      Zappa non è andato via a causa di miha.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Athletic - 3 settimane fa

        Diciamo che non ha spintonato nessuno per farlo restare.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Granat....iere di Sardegna - 3 settimane fa

          Diciamo che ha spinto qualcuno per non farlo restare…anche se il qualcuno non aveva bisogno di spinte

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Athletic - 3 settimane fa

            Ecco, l’hai detta giusta, ha fatto felici tutti, tranne qualche tifoso.

            Mi piace Non mi piace
          2. Luke90 - 3 settimane fa

            per Miha il titolare è DeSilvestri; tecnicamente hai ceduto una riserva. Poi che dispiaccia, e dispiace, è un’altra cosa…

            Mi piace Non mi piace
  25. prawn - 3 settimane fa

    Vabbe’ la delusione last-minute per Zappa non ha aiutato, un mercato che altrimenti col colpo Niang era di tutto rispetto/prestigio.

    Hart>Sirigu (ma anche il secondo Savic) > migliorati in porta, nessun dubbio
    De Silvestri/Ansaldi > Zappa > indeboliti, forse, ma non di molto se quei due sono in forma, si e’ visto il vero Lollo contro il Sassuolo, era ora, piace che Ansaldi puo’ giocare pure a sinistra, al posto di Molinaro, quando e’ meglio/necessario tenere Barreca in panca
    Rossettini/Carlao/Ajeti/ci metto pure Maksimovic > N’Kolou e’ un gran colpo, nessun dubbio ora, ha gia’ fatto vedere di essere da Europa
    Moretti > Lyanco/Bonifazi/Burdisso > qua e’ un po’ toccarsi i marroni, i giovani devono crescere veloce, Moretti non si deve rompere/stancare e Burdisso fare da chioccia/raccattapalle. Speriamo bene.
    Barreca/Molinaro: Confermati e via il peso morto Avelar. Bene tenere Barreca, Molinaro rinnovato.
    Benassi>Rincon: gran ‘scambio’, piu’ passa il tempo meno mi manca il Marco, grazie Fiore, secondo me buon affare, el General tanta roba
    E le conferme: Acquah, nonostante le richieste, Obi recuperato a livello atletico, Baselli rinnovato e ritoccato.
    Abbiamo 4 titolari per un centrocampo a due. Chiaramente non siamo riusciti a sbolognare Valdifiori e Gusta: credo/spero che forse Miha in fondo in fondo punti a giocare ancora qualche partita col 433. Due pesi morti forse, ma due pesi ‘leggeri’ ancora utili alla causa.
    E poi l’attacco stellare, da Europa:
    Iago e Ljacic confermati, mai sul mercato. Ljacic rinato.
    Gallo: non l’han venduto, spero non ci siano voci a Gennaio.
    Niang: gran colpo, ricordiamo a cosa ha rinunciato il ragazzo pur di non andare in Russia.
    Le seconde linee: giovani di buone speranze, Boye alla stagione della svolta, Sadiq forse un po’ il punto debole la davanti (ma Niang puo’ fare il centrale) e Berenguer che fin’ora ha fatto male, ma ha tutta una stagione.

    A questo punto solo Miha puo’ spaccare il giocattolo, poi c’e’ la tipica sfiga granata, coperta non corta ma manco lunga in un paio di ruoli, per cui incrociamo le dita per tenere l’infermeria vuota.

    Se Niang ingrana e miha lo riformatta, se Lollo tiene botta, se Obi tiene botta, se Moretti tiene botta sarebbe sciocco non sperare in una bella annata, puntando al quarto posto e magari arrivando sesti.

    Ci sta, forza toro, non vedo l’ora di vedere la prima squadra in campo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. prawn - 3 settimane fa

      Mi son pure gia’ dimenticato che abbiamo rottamato il frigo Lopez.
      Mi son guardato le altre squadre, forse solo il Milan ha fatto meglio di noi, nella zona EL la Lazio non ha fatto male, come la Samp.
      Juve, Inter e Napoli han giocato piu’ a conservare che a inserire.
      Se poi il Milan ha comprato troppo e Montella non riesce a gestire il ben di dio, beh godo come un riccio, vanno in fallimento se non vanno in Europa.
      Se tutto va come deve andare, niente scudetto ai gobbi, finale CL persa, e noi in europa :)

      FVCG

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. WGranata76 - 3 settimane fa

      Il mercato quest’anno era molto vicino all’essere un buon mercato, ma con il colpo Zappacosta è ritorno solo ad essere discreto a mio avviso.
      Hai ragione nell’analisi sui reparti e sono abbastanza visibili i miglioramenti e le lacune.
      Il problema a mio avviso, come scritto sotto, non è la cessione di Zappa in sè (bella operazione economica, buon risultato per il giocatore), ma come è stata gestita, specie nel prendere Ansaldi. Il giocatore che abbiamo preso, che a me piaceva tantissimo nel Genoa di Gasperini come esterno avanzato del 3-4-3, non è integro del tutto avendo una media di 70gg perse all’anno già da 3 anni (sin dall’Atletico). Inoltre nell’ultimo anno all’Inter ha inanellato una serie di partite molto negative, media prestazione molto bassa e tanti cartellini. In sostanza quando sai e sai che era in partenza o almeno in trattativa, devi cercare una alternativa di valore o sbaglio?

      Poi i sè che poni sono tutti validi, però quando fai un progetto e vuoi raggiungere l’obbiettivo, al secondo/terzo se probabilmente stai già giocando d’azzardo e rischiando troppo, specie se non ci sono alternative affidabili. Tutto qui, obbiettivi e investimenti, programmazione e pianificazione. Anche quest’anno a mio avviso, avevamo portafoglio e possibilità e non le abbiamo sfruttate al meglio, non abbiamo voluto puntare su elementi validi al 90-100%, ma ci affidiamo sempre alla fortuna su tante incognite. Questo mi fa davvero incavolare, perchè dopo 12 anni Cairo non può più usare la scusa dell’inesperienza e quindi oggi la manifesta volontà della società è quella di restare a metà classifica o poco oltre, sperando nell’europa grazie a situazioni favorevoli, senza mai osare quel tanto che basta. Come nei fondi di investimento, che Cairo conosce bene, metto una proporzione all’investimento con un 80% diviso tra 50/30 di altissima e alta stabilità, che generano basso profitto, e metto il restante 20 in bassa stabilità ed alto rischio sperando di fare il botto. Questo semplicemente non corrisponde al programma proclamato da Cairo, portare il Torino dove merita, costantemente in Europa ecc.
      Comunque giochiamo ai dadi e speriamo nel fato, per una volta magari non sarà avverso e se entrassimo in Europa, magari il presidente annuserà la possibilità di alti guadagni permanendo in europa, cambiando le % di investimento tra obbiettivi sportivi e di bilancio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. prawn - 3 settimane fa

        In un mondo ideale Zappa andava via a Luglio, ma me la prendo piu’ con quel gobbo di Conte che con Cairo.

        per un giorno cerco di restare positivo, vediamo cosa fa questa squadra, che sulla carta e’ cmq la migliore degli ultimi 10/15 anni…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. WGranata76 - 3 settimane fa

          Ma infatti ho detto che è un discreto mercato alla fine e che si può arrivare in europa, ma mi manca sempre quel qualcosa di progetto che darebbe solidità e sicurezza agli obbiettivi.
          SPeriamo in un poco di fortuna per una volta.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. LeoJunior - 3 settimane fa

    certo la cessione di Zappa ha destabilizzato. Però noto con piacere che la maggioranza di noi ha realisticamente accettato la cosa. Ansaldi comunque non è un cattivo rimpiazzo. Non di prospettiva ma avremo tempo di cercarlo. Il prezzo era follemente alto. Noi Zappa l’abbiamo visto giocare e alzi la mano chi pensa che con la metà non troveremo un giovane molto più forte. Qui la pazzia l’ha fatta il Chelsea (vero che chi ha i soldi li butta, ma si chiama anche redistribuzione della ricchezza!!!). L’hanno pagato quasi il doppio di quanto noi abbiamo pagato Niang. come Keita. Siamo al delirio. Ai maicuntent: se un ricco scemo viene da voi e vi compra l’appartamento nel quale vivete e che vale 200.000 euro offrendovene 500.000 …. ascoltate moglie e figli che sono affezionati e non vogliono traslocare o li caricate tutti su un camion e sgomberate in mezza giornata?! Dai, siamo seri. Mercato più che buono. Ieri in trasmissione Raisport (ingurdabile!) c’erano alcuni operatori (Perinetti, Marino) e il toro era quello con il voto migliore

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 3 settimane fa

      Come mai pero’ noi dobbiamo sempre aspettare il sostituto di quello che cediamo a suon di milioni ? Se sai di dar via un giocatore e LO SAPEVANO , vi sto che domenica non ha giocato , lo cerchi subito non aspetti l’ultimo giorno .

      INDIFENDIBILE!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Grande Cuore Toro - 3 settimane fa

        ma cosa sapevano? La notizia è venuta fuori ieri… ma fatela finita. Pare che abbiamo perso Messi! Un buon terzino sostituito con uno che sarà appena un gradino sotto e che comunque quest’anno se la giocava con De Silvestri. E tu avresti rinunciato a 30 milioni?? Ma per favore!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. LeoJunior - 3 settimane fa

        ma veramente pensate che Zappa sia così forte? a mio avviso con Ansaldi e Lollo in buona forma non ci perdiamo molto in termini assoluti. Secondo me lo sapevano, ma non così in anticipo da cercare veramente un elemento giovane, forte e di prospettiva. Hanno ripiegato su una soluzione sicura in attesa di andare sul mercato a gennaio o il prossimo anno. Per questa stagione siamo più forti in fase difensiva (Ansaldi e Lollo difendono meglio di Zappa) ma molto meno in spinta. Ma in avanti siamo belli forti. forse si tratterà di cambiare un pò metodo di gioco

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      3. Mik - 3 settimane fa

        Totalmente d’accordo. È il modus operandi di Cairo ormai collaudato da tempo, nel nome dei suoi tanto amati scudetti del bilancio. É successo con Cerci per Amauri, con Peres e Maksi per Ajeti,Rossettini e Molinaro e ora con Zappa per Ansaldi. E mi stupisce che c’è gente che sostiene che sti giocatori sono stati fatti fuori dai rispettivi allenatori perché credevano in altri loro pupilli. Altrimenti mai e poi mai Cairo li avrebbe ceduti! Allora spiegatemi una cosa che non riesce proprio ad entrarmi in testa : quale allenatore sano di mente accetterebbe la cessione di alcuni buoni giocatori, a suon di milioni, agli ultimi o all’ultimo giorno di mercato, per poi farsi prendere 4 scarti bolliti?! Quale?! Io non metto in dubbio la possibilità di fare plusvalenze in una società dove il denaro non abbonda, ma devono essere generate nei tempi giusti e trovati degni sostituti in quei precisi ruoli, non in altre zone del campo. Altrimenti è la solita storia della coperta troppo corta. Ma scorrete le operazioni di mercato di ieri e cercate un’altra squadra, a parte il toro, che abbia ceduto un suo buon giocatore a 30ml per prendere un pari ruolo a 4. A certo ne sono stati spesi 17 per Niang. Allora mi domando : se zappacosta lo avevano capito pure i muri che sarebbe andato via già da settimane, e i diretti interessati la cifra la sapevano, perché non mettere sul piatto una decina di ml per prendere un signore terzino, visto che Niang si sapeva che si prendeva intorno ai 20 o poco meno?! Chi in Europa ci vuole andare, e mezza Europa lo fa senza sceicchi alle spalle, non aspetta appositamente gli ultimi scampoli di mercato per vendere certe pedine e comprare gli scarti. Sono giovani e sotto contratto, quindi é alla società che spetta l’ultima parola. Che non mi si venga a dire che Cairo o petrachi avevano la pistola puntata alla tempia. Una società seria che punta anche ai traguardi sportivi e rispetta i tifosi prende il calciatore giovane, non ha di certo 40 anni, e gli dice che per sto giro non se ne fa niente perché impossibilitati a trovare un degno sostituto. Se veramente l’offerta ti arriva sul tavolo a fine mercato. Si fa un altro anno buono e di impegno e al prossimo giro lo vendi. Ma con tutto il tempo di rimpiazzarlo degnamente. Se giochi bene ti cercano sempre e viste le cifre che girano oggi, magari a cifre ancora maggiori. Così fanno in tante piazze dove poi l’Europa League la frequentano con una certa assiduità. Ora la società dirà sicuramente che la palla passa al mister di turno che vista l’ottima rosa non potrà far altro che portarci in Europa. E se ciò avverrà, cosa che mi auguro fortemente, ricordiamoci che sarà con un Belotti in meno al 100% ( Peres e Maksi insegnano, vero presidente?!?!) e con tanti soldi dei quali vorrò tanto vedere quanti ne verranno reinvestiti in campo! Che dire…speriamo bene…perché qui l’unico incedibile è solo Cairo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. WGranata76 - 3 settimane fa

    Si poteva prendere Masina che con 10 milioni il Bologna lo dava via,giovane e già esperto di serie A,con il fisico per sostituire un centrale all’occorrenza. Però si è scelto uno scarto dell’Inter di quasi 31 anni che dopo una grande stagione a Genoa dà due anni non ha fatto altro che fallire. Questo è il vero problema della cessione Zappacosta,che rispecchia il problema del Toro targato Cairo. Non si investe mai, non solo di tasca del patron, ma neanche mai gran parte del ricavato dalle plusvalenze. Prima di Niang c’erano ancora minimo 25-30 milioni, si vende Zappa per 30 diventano 55-60, prendi Burdisso a zero, Niang a 20 e Ansaldo a 4 in due anni… Ecco fatto che di nuovo e come al solito negli ultimi anni di false promesse europee oltre il 50% del venduto rimane in tasca a Cairo.
    Poi per carità squadra che non rischia la serie B è che ha bilancio sanissimo,ma per l’Europa si gioca d’azzardo come sempre,sperando che le altre falliscano e che noi si abbia fortuna e nessun infortunio,con qualche promessa che esplode e qualche scarto riciclato a nuova e piú fulgente vita. Si può andare in Europa cosí con questa squadra? Si,certo. È stato pianificato e programmato un Toro da Europa con vere finalità di crescita costante? A mio avviso proprio no.
    Godiamoci il campionato e speriamo che ogni tanto la sfiga ci guardi altrove.
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Leo - 3 settimane fa

      Hai completamente ragione. E non badare ai “non mi piace” : sono taroccati in modo così puerile che solo le redazioni di Topolino o del Corriere dei Piccoli potrebbero consentirne l’utilizzo e la pubblicazione.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. WGranata76 - 3 settimane fa

        Guarda ho fatto refresh un attimo dopo aver scritto ed erano 50 meno in un secondo, evidentemente qualche personaggio ha problemi di espressione e non sa articolare una risposta e preferisce cliccare furiosamente sul meno. Mi frega poco o nulla, rimane il mio pensiero e ben venga anche confrontarsi con chi la pensa diversamente.
        Uno dei grossi problemi delle tifoserie moderne, ma in generale della società è che ci si aggrega con mezzi fittizi come questi, che danno strumenti stupidi semplici di discreditare o osannare, facendo si che le persone evitino di pensare, scrivere ed esprimersi. Uniformarsi senza un pensiero personale è un problema non solo dei tifosi, ma del mondo moderno.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. ddavide69 - 3 settimane fa

      Nono le puoi dire queste cose , non vedi ? 60 pollici versi.

      Molta gente è contenta di farsi prendere per il culo.

      Tra l’altro il faccione ci ha anche detto che ha fatto UN GRANDE SFORZO , si certo ha speso 20 milioni e dopo 5 minuti ne ha presi 30 !

      Incredibile !

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. iugen - 3 settimane fa

      Non si è voluto prendere un buon terzino perché per Miha il titolare è De Silvestri. Fine.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. WGranata76 - 3 settimane fa

        Quindi è sempre colpa del mister? Ok, allora è anche colpa del mister che voleva un rinforzo in mediana e non è arrivato tanto da far bloccare due cessioni per evitare altri danni? A me pare che ci sia un pò di confusione. Il mister ha potere sempre e solo tanto quanto gliene da la società, ma dubito che Cairo lasci le redini davvero in mano ad un altro personaggio che non sia lui. Per come si è dimostrato il presidente, ossia un grande e affidabile imprenditore, le scelte passano tutte da lui e senza la sua approvazione non si va da nessuna parte. E infine, ce l’avete a morte con sto allenatore, ci sta anche, ma chi ha deciso di tenerlo dopo la scorsa stagione e chi continua a sostenerlo?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. miele - 3 settimane fa

      Come sempre: competente, saggio ed avveduto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. WGranata76 - 3 settimane fa

      Inoltre si poteva prendere anche Calabria del Milan, 20 anni e under-21 che troverà poco spazio con l’arrivo di Conti e visto che Montella vede Abate come sostituto.
      Così non avremmo dovuto adattare Barreca/Masina o Molinaro su altra fascia. Il concetto è che comunque c’erano altri profili in vendita e papabili, ma si è andati sul low cost.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. mat cauthon - 3 settimane fa

    pare che il Torino abbandonerà il simbolo del toro, ormai obsoleto e poco in linea con i progetti della società , per adottare al suo posto il Grifone rampante .
    Moretti, Burdisso, Ansaldi, Iago Falque, Rincon , Niang.
    Cairo : se non sono ex Genoa non li vogliamo e devono averci fatto almeno 5 gol in una sola partita !!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Flower17 - 3 settimane fa

      Ma scherzi!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. umbbobb - 3 settimane fa

    Mi dispiace per Zappacosta ma se e’ una cessione inevitabile e se e una scelta sua va bene, per il resto mercato ok anche se ho dei dubbi su Niang speriamo che il nostro allenatore sia in grado di gestirlo come ha gia fatto.
    Sembre forza Toro e europa vicina

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  30. tric - 3 settimane fa

    La cessione di Zappacosta era “inevitabile” solo se lui la voleva assolutamente. Comunque è stato un grande mercato, per il Toro, soprattutto perchè Belotti è rimasto e nessuno avrebbe scommesso un penny su questo fatto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Rock y Toro - 3 settimane fa

      A voler cercare un difetto manca il vice di Belotti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Daniele abbiamo perso l'anima - 3 settimane fa

        Secondo me lo può fare Niang. E anche un po’Edera. Entrambi adattati ma non li vedo male.
        Godiamoci il nostro attacco, abbiamo avuto Martinez e Barreto…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Rock y Toro - 3 settimane fa

          E Larrondo

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. ddavide69 - 3 settimane fa

      tranquillo il prossimo anno andrà via a 100 milioni e cortobraccio ne spenderà la metà e ci dirà che ha fatto un grandissimo sforzo.

      E molti lo applaudiranno.

      HAHAHAHAHAHAHAHAH

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  31. CUORE GRANATA 44 - 3 settimane fa

    Sulla cessione lampo di Zappa,come è logico che fosse,molto si è scritto nei tanti post di ieri che hanno espresso opinioni,giustamente,contrastanti.Personalmente mi sono espresso a favore in quanto l’offerta è stata realisticamente irrinunciabile, tenuto conto che Lollo ha iniziato alla grande e che Ansaldi,arrivato in prestito sarà solo la sua alternativa.La cessione di Zappa ha permesso di finanziare l’arrivo di Niang senza intaccare il “mitico tesoretto”per il che la Società chiude il mercato in attivo. Se consideriamo la permanenza del Gallo ed il fatto che non pare sussistere l’esigenza di fare cassa ecco che può essere realistica la possibilità di tenerlo con noi per qualche anno ancora se centreremo la zona EL in modo non sporadico. Come già detto da altri “fratelli” il Mister ora non ha più alibi e si gioca la sua credibilità.La brigata”dei mai cuntent” non sarà d’accordo ma per una Società che ha un fatturato come la ns.a mio avviso è stato un mercato positivo tenuto conto che come sappiamo Cairo non ci mette del suo ed è un dato di fatto imprescindibile piaccia o no.Questo passa il convento!FVCG!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granat....iere di Sardegna - 3 settimane fa

      D accordo su tutto tranne sul fatto che la cessione di zappa fosse inevitabile per questioni di bilancio. Tanto più che le cifre su niang sono molto inferiori a quelle inizialmente uscite. Poi a quelle cifre il giocatore si vende ma non avrebbe mandato in fallimento una società come la nostra la ricerca di qualcosa di.meglio al posto di zappa. Evidentemente non è molto chiaro ancora che, ragionando sempre in termini economici, piaccia o no, per finanziare questa campagna acquisti non erano necessarie ne la cessione di Benassi ne quella di zappa. Poi sono state fatte e va bene anche questo però non c era alcuna esigenza di bilancio per farle. Detto ciò nessuno chiede a Cairo di mettere soldi e infatti da 4 anni non lo sta facendo e questo sarà il quinto, tuttavia a mio modesto avviso un minimo di chiarezza in più sui soldi del Toro (non di cairo) non guasterebbe. E su questo ti dico che c è già un buon indizio nelle giovanili Dove la società si è mossa anche con acquisti importanti e onerosi per il settore. Ecco se tutte queste risorse del Toro (non di cairo) hanno quella finalità ben vengano cessioni illustri. Di giovani zappa o Barreca o Belotti ce ne sono tanti in giro, basta scolarli. Comunque sto mercato logorante è finito ora si riprende a fare il nostro mestiere e la sintesi dell’articolista è corretta, palla al mister, ha avuto ciò che voleva, ora tocca a lui. FVCG

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 3 settimane fa

        Allora non sono completamente suonato , non sono l’unico che pensa che con un piccolo sforzo (vero) in piu’ , quest’anno saremmo stati la 6 forza del campionato,

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Granat....iere di Sardegna - 3 settimane fa

          No, suonato è chi non legge bene i tuoi post e non capisce ciò che dici. Perché sta cosa è curiosa. Molti dicono che noi siamo tifosi e non contabili epperò poi ti dicono che certe cessioni andavano fatte per via del bilancio…. Io spero solo di non vedere distribuzioni di utili perché se le vedo sarò curioso di sapere cosa ne pensano i semprecuntent (visto che piacciono tanto le categorizzazioni) dei soldi del Toro che tornano all’azionista di riferimento, perché forse non è chiaro a tutti che tutti sti soldi sono del Toro, non di Cairo, fino a prova contraria e fino a distribuzioni di utili.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  32. toro75 - 3 settimane fa

    Calcio mercato finito, finalmente. A mio parere il livello della squadra è stato migliorato e l’asticella posta un po’ più alta. Forse si poteva fare qualcosa di più, Zappacosta in uscita l’ultimo giorno ha destabilizzato tutti. Ora però testa bassa a lavorare e concentrati sul campo. Tocca a Miha far rendere al massimo la squadra, ai giocatori impegnarsi al massimo in ogni partita e allenamento. A noi tifosi sostenere e tifare sempre e comunque il nostro Toro, il 12esimo giocatore in campo.
    Sempre Forza Toro!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  33. Rock y Toro - 3 settimane fa

    Se alla fine del campionato il Torino arriva dal 9° posto in giù Miha deve ANDARSENE!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 3 settimane fa

      Solo lui?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  34. ddavide69 - 3 settimane fa

    Non ho capito perché era inevitabile cedere zappacosta. I soldi c erano. Tanto è vero che il bilancio cessioni 2016 2017 è +29 milioni

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Rock y Toro - 3 settimane fa

      Perché hai comprato Niang e considerato che è aumentato il monte ingaggi, e di parecchio, ci siamo parati il culo. Dal punto di vista imprenditoriale operazione ineccepibile. Dispiace ma necessario.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 3 settimane fa

        RIPETO : una società di calcio o sportiva non è un’impresa qualsiasi che deve puntare ai guadagni . E’ questo che non volete capire . Si deve puntare ai risultati sportivi.

        Una volta fatto questo arrivano anche i soldi .

        Perchè devi per la terza volta finire il mercato con decine di milioni di euro in saccoccia ?

        E comunque come ho già scritto decine di volte , gli stipendi e il molte ingaggi è AMPIAMENTE coperto dai diritti sportivi : 42 milioni di Euro .

        Ma tanto è inutile continuate cosi

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. ddavide69 - 3 settimane fa

          E aggiungo : ma cairo ogni tanto qualcosina potrebbe anche metterci di suo , no ?

          In una azienda gli investimenti si fanno e si puo’ anche andare in rosso o questo non conviene dirlo perchè si offende la sua maestà ????

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. Rock y Toro - 3 settimane fa

          Ma quelli servono per coprire i costi fissi di gestione! Una società di calcio è pur sempre una società che si comporta come tale in più o a differenza della produzione ha i risultati sportivi

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. ddavide69 - 3 settimane fa

            i costi fissi di gestione sono ampiamente coperti con il botteghino , il merchandising la pubblicita , gli sponsor …

            Non è vero che è una società qualsiasi : come mai allora la juvemerda per i primi 4 anni dopo il 2006 era in rosso ? Facevano beneficenza ?

            Sono i risultati sportivi che portano i guadagni ad una società sportiva : piu’ sei conosciuto e piu’ guadagni . Anche un giocatore che fà la Europa league ha piu’ visibilità di uno che fà solo la serie A e lo vendi pure ad un prezzo superiore.
            Pero’ per fare questo prima devi INVESTIRE ! ma noi abbiamo cortobracci e ci deve guadagnare e di suo non ci mette mai un cazzo!!!

            Mi piace Non mi piace
    2. JoeBaker - 3 settimane fa

      Tenere un giocatore che ha un’offerta al triplo di ingaggio e non è certo determinante in copertura, non avrebbe avuto senso per lui e per il Toro. Avere un tesoretto per magari fare una correzione a gennaio e coprire gli aumenti di ingaggio, mi pare saggio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 3 settimane fa

        Si doveva prendere un centrocampista decente , magari cedere valdifiori che non serve a nulla e al limite baselli perchè in questo modulo non ha spazio .

        Di sicuro non vendo un nazionale titolare di 25 anni per prendere un rincalzo di 31 .

        ASSURDO!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Flower17 - 3 settimane fa

      Ma tu sei fuori che non sai come si gestisce una società di calcio mi pare ovvio viste le tue dichiarazioni ma poi soprattutto mi dici che era meglio cedere Baselli questo è assurdo cosa stai dicendo. Maicuntent

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  35. Daniele abbiamo perso l'anima - 3 settimane fa

    È vero. Siamo più forti dell’anno scorso, soprattutto in difesa.
    Zappacosta ci mancherà, a meno che De Silvestri non cambi marcia rispetto allo scorso campionato
    Mi auguro però che Sinisa tenga Burdisso solo a far da chioccia e nelle emergenze, perché Ljanco e Bonifazi devono giocare e Moretti non merita di fare da rincalzo a Burdisso.
    E poi c’è Niang. Non mi sono mai piaciuti i giocatori alla Balottelli, capricciosi e “raiolani”. Spero che Sinisa lo sappia gestire e lo faccia crescere di testa; e che cresca anche lui come tecnico. In area con questo modulo ci sono sempre pochi uomini. Secondo me sarebbe interessnfe giocare con Belotti e Niang come punte , Iago a destra e Berenguer a sinistra con Ljaic dietro al centro. Un filo sbilanciati ma un attacco che fa paura a chiunque.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 3 settimane fa

      In difesa l unico che sembra migliore dello scorso anno e nkoulou. Lyanco e bonifazi li devo ancora vedere in serie A. E ansaldi non è zappacosta . A centrocampo manca uno come kucka o jankto. Di valdifiori non ce ne facciamo niente e con questo modulo neppure di baselli.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Daniele abbiamo perso l'anima - 3 settimane fa

        Baselli deve giocare a fianco a Rincon, con Obi e Acquah che si alternano. In quel caso però non possiamo giocare con due punte.
        Almeno credo ..
        Valdifiori solo in caso di raffica di infortuni

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. ddavide69 - 3 settimane fa

          Guarda , se si gioca con liajic e niang nessuno dei 2 copre , se mette baselli puo’ andar bene con le squadre alla nostra portata ma con le prime 6-7 a centrocampo non reggiamo , Baselli non ha il fisico e neanche il temperamento .

          Forse se si giocasse a 3 avrebbe senso ma a quel punto come dicevo andava preso un signo centrocampista e non puntare solo su obi e aquah anche perchè se si fà male qualcuno chi metti ?

          Valdifiori non serve a un cazzo.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  36. Scifo7 - 3 settimane fa

    Ad oggi il vero leader è Moretti! Scrivere che arriva Burdisso ( svincolato) e sarà titolare e leader in campo e fuori mi sembra scorretto e irrispettoso verso chi ha tirato la carretta finora.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Prkrebel - 3 settimane fa

      Non c’è scritto che sarà titolare.
      Secondo me ottimo 5o centrale.
      E scrivere questa frase per noi era un lusso fino a pochi mesi fa.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Scifo7 - 3 settimane fa

        C’è scritto “ha 4 leader in campo e fuori” riferendosi a Rincon, N’koulu, Sirigu e Burdisso….

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. ddavide69 - 3 settimane fa

        Ma non 2-3 anni fà dove c’erano glik e maksimovic e peres ( tra l’altro 2 nazionali)

        ma la gente ha la memoria corta….

        Adesso chi sono i nazionali del toro in difesa ?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  37. Simone - 3 settimane fa

    Baselli è stato confermato ma lo vedo molto male in questo 4-2-3-1. Obi, acquah e rincon sono perfetti nel centrocampo a 2.
    Se ogni tanto non vedremo il 4-3-3 temo che marcirà in panchina

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  38. Valerio2207 - 3 settimane fa

    Errata corrige Serbo*

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  39. Valerio2207 - 3 settimane fa

    Si vero ora tocca al servo che spintona in panchina… :) Speriamo che faccia bene e che non dica .. mi hanno sbagliato la sostituzione !!! Smiles.. Forza Toro sempre

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy