Il Torino che verrà: da Darmian e Makismovic, gli scenari della difesa granata

Il Torino che verrà: da Darmian e Makismovic, gli scenari della difesa granata

Verso il Torino 2015/2016 / Si procede verso la conferma del trio Bovo-Glik-Moretti, mentre Bruno Peres.. 

 

Dopo avervi illustrato, la scorsa settimana, le possibili conferme e le probabili partenze di attacco e centrocampo granata in vista della prossima stagione, oggi è il turno del reparto difensivo. Diversamente dall’attacco, e ancor di più dalla mediana, la retroguardia vede una situazione più stabile a livello d’interpreti, la cui grandissima parte dovrebbe essere confermata per il prossimo anno. Ovviamente, però, potrebbero esserci spiacevoli eccezioni..

LE CONFERME DELLA “VECCHIA GUARDIA” – Bovo-Glik-Moretti. Questo trio, molto probabilmente, lo vedremo in rosa anche il prossimo anno, e – verrebbe da dire – meno male. Kamil Glik ha più volte dichiarato il proprio amore per la maglia granata e, nonostante l’interesse crescente di molti club vista l’impressionante stagione del polacco, non ha intenzione di muoversi da Torino e questa non può che essere una splendida notizia per Ventura e tifosi. Cesare Bovo ed Emiliano Moretti sono anch’essi sulla via della conferma, vista la non più giovanissima età del duo ma prestazioni sempre eccellenti da parte di entrambi.

LE NUOVE LEVE CHE NON SI MUOVONO – Arrivati dall’estero durante lo scorso mercato estivo, Pontus Jansson e Gaston Silva il prossimo anno saranno con tutta probabilità confermati e ancora a disposizione di Ventura, che potrà continuare così ad occuparsi della crescita dei due difensori, i quali nel corso della stagione corrente hanno saputo mostrare – seppur a tratti – parte del proprio talento.

MAKSIMOVIC, MASIELLO, MOLINARO – Tre casi diversi che meritano tre ragionamenti differenti. Per quanto riguarda Nikola Maksimovic, il Toro lo terrebbe eccome: il serbo sta ben figurando, come aveva già per altro fatto la passata stagione. Cairo è pronto a confermarlo, ma il classe ’91 sembra avere diverse richieste in Premier League: sarà lo stesso giocatore a valutare insieme alla società il suo futuro. Cristian Molinaro, invece, è legato al Torino con un contratto annuale con opzione per il rinnovo, che – in base anche a quanto accadrà con Peres e Darmian – dovrebbe esserci, data la buona stagione disputata dal laterale. Sul caso Salvatore Masiello, invece, il ragionamento è molto semplice: il contratto annuale firmato la scorsa estate sapeva già di “pezza”, di un qualcosa destinato a tamponare ma non per sempre. Il fluidificante ex-Bari dovrebbe quindi non essere confermato, non rientrando nei piani di Ventura già quest’anno.

PERES E DARMIAN – Qui purtroppo i dubbi sono tanti, e nessuno, almeno sino a che non inizierà il calciomercato, può dire qualcosa di certo sul futuro di Bruno Peres e Matteo Darmian. Sul primo, si sa del forte interesse della Roma, ma sono molti i club italiani e non ad aver addocchiato il brasiliano classe ’90. Il terzino azzurro, invece, ha addosso gli occhi di mezza europa, e negli scorsi giorni si è parlato addirittura di un interesse del Barcelona. In caso di offerte irrinunciabili, in base anche e soprattutto alla volontà dei due giocatori, il Toro potrebbe perderne uno dei due, ma anche entrambi. L’auspicio, chiaramente, è che possa tenerli, ma il mercato c’insegna come questi sogni siano spesso destinati a frantumarsi.

NUOVI ARRIVI – Per quanto concerne il trio di difensori centrali, il Toro dovrebbe essere ben coperto anche per il prossimo anno. L’unico in bilico, infatti, potrebbe essere Maksimovic, e nel caso il serbo non venisse confermato, Petrachi è pronto a sondare difensori dal piede destro e dalle caratteristiche simili a quelle del balcanico. Se invece a partire fossero uno – oppure entrambi – tra Darmian e Peres, allora bisognerà trovare sostituti adatti per le corsie, e qui il lavoro della dirigenza dovrà essere davvero molto oculato.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy