Il Torino e le occasioni targate Parma, da Pedro Mendes a Cassani: la situazione

Il Torino e le occasioni targate Parma, da Pedro Mendes a Cassani: la situazione

Calciomercato / Arriva lo svincolo per tutti i calciatori del Parma, Defrel diventa del Cesena. Petrachi, ma anche a Massimo Bava, alla finestra

Commenta per primo!

Occasioni in vista per il Torino di Gianluca Petrachi per quanto riguarda il fronte Parma.

Non è un mistero infatti che tra i ducali ci siano due elementi che interessano il club granata: Pedro Mendes e Gregoire Defrel (oltre al terzino Mattia Cassani, un altro giocatore che potrebbe rientrare nei piani della società di Via Arcivescovado, che ha già acquistato Avelar ma che tiene d’occhio il ruolo di laterale anche in relazione alle situazioni legate a Darmian e Bruno Peres).
Il fallimento ormai certificato degli emiliani cambia gli scenari, con tutti i giocatori in forza al Parma nell’ultima stagione che ricevono lo svincolo, restando liberi di trovare un’altra sistemazione. Non ci sarà bisogno di versare nemmeno un euro per l’acquisto di parecchi giocatori che possono far gola a molte società.

PEDRO MENDES – Per quanto riguarda il giovane difensore portoghese Pedro Mendes, da oggi pomeriggio chi lo vorrà non dovrà più trattare con il Parma. Al Torino piace, soprattutto come possibile sostituto di Nikola Maksimovic come terzo di destra nella retroguardia a tre, ma bisogna prima valutare la situazione relativa al difensore serbo ex Stella Rossa. Detto questo, è un profilo che potrebbe tornare utile anche a prescindere dal serbo, come alternativa per il pacchetto difensivo a costo zero. Chiaro che altre società sono interessate: tra queste anche il Frosinone, la matricola della Serie A.


DEFREL – Il Parma deteneva la metà del cartellino di Gregoire Defrel, diventa a questo punto interamente di proprietà del Cesena, con cui con ogni probabilità non giocherà in serie B il prossimo anno.
A partire dal neopromosso Bologna su di lui hanno messo gli occhi in tanti, trattandosi di una punta veloce, tecnica e di giovane età, e anche il Torino ci ha fatto un pensierino. Il problema è che i romagnoli, comunque, valutano il loro giocatore su una cifra intorno ai 4 milioni. Il Torino, che da tempo monitora la situazione del francese, ancora non si è fatto avanti con una proposta concreta, nè con il Cesena nè con l’agente Pocetta (lo stesso, tra l’altro, di Pedro Mendes). Ma adesso potrebbero esserci i presupposti per sviluppi in questo senso.

CASSANI – Un altro giocatore su cui da tempo insistono voci riguardo un interessamento del Torino è poi Mattia Cassani. L’esperto terzino destro (classe 1983) può essere un nome buono come alternativa per la fascia, come lo è stato Cristian Molinaro per la corsia opposta nella stagione appena conclusa. Chiaro che la situazione va analizzata in coordinazione con quelle che riguardano Matteo Darmian e Bruno Peres.

E PER LA PRIMAVERA… – Anche per il Settore Giovanile, infine, potrebbe arrivare qualcosa di buono per il Torino. Già nella scorsa stagione, il direttore Massimo Bava era arrivato per primo su alcuni pezzi pregiati delle squadre Primavera di Padova e Siena, le due società fallite un anno fa: da Zaccagno a Bonifazi, da Rizzo a Proia. Nessuno “sciacallaggio”, ovvio, ma un semplice e legittimo cogliere al volo le occasioni che il mercato proponeva. Anche in questa stagione potremmo assistere a uno scenario simile: del resto, il Settore Giovanile dei crociati, gestito dall’ottimo Francesco Palmieri, ha messo in mostra delle squadre competitive, dalla Primavera di Crespo ai Giovanissimi di Maurizio Neri, che hanno eliminato agli ottavi del proprio campionato il Torino di Fogli e che si giocheranno prossimamente la semifinale Scudetto.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy