Il Toro chiama: Ekdal non risponde, ma ci pensa

Il Toro chiama: Ekdal non risponde, ma ci pensa

Calciomercato / L’entourage dello svedese prende tempo. Amburgo e Lazio in pressing

Il Torino non si nasconde, non lo ha fatto sin dall’inizio: era il 14 maggio, il nome di Albin Ekdal finiva sul taccuino dell’uomo-mercato granata, diventando un vero obiettivo di mercato per la prossima stagione. Petrachiospite al decimo compleanno del nostro giornale – si espresse così: ”É un giocatore molto, molto interessante. Nel Torino ci starebbe alla grande”.

Anche Ventura, che ieri ha incontrato il presidente Cairo assieme a Glik e Darmian, si è mostrato favorevole all’inserimento in rosa dello svedese (qui i dettagli). Potrebbe esser stata semplice pretattica? Difficile, risulterebbe fine a se stessa. D’altronde, stiamo pur sempre parlando di un giocatore che in tanti conoscono, per di più fermamente intenzionato a lasciare il Cagliari dopo la retrocessione rimediata in campionato.

I primi contatti sono avvenuti diverse settimane fa, quando i sardi non erano ancora matematicamente condannati e Marroccu era ancora il direttore sportivo del Cagliari. Proseguiranno in questi giorni, quando il neo arrivato Capozucca avrà fatto il proprio punto della situazione in casa rossoblù.

L’intesa con il club è logicamente lontana. Non per una questione di cifre, ma semplicemente perché il passaggio di testimone in Sardegna ha dilatato i tempi: di fatto, la trattativa non è ancora iniziata davvero. Onde evitare di perdere tempo, il club di via Arcivescovado ha parallelamente sondato il terreno anche con l’agente del centrocampista.

Il primo impatto è stato piuttosto freddo, non certo un rifiuto, fatto sta che la voglia di temporeggiare era nell’aria. Il giocatore non ha ancora dato alcun tipo di risposta, anzi. In questi giorni riflette seriamente sul proprio futuro che in ogni caso sarà lontano da Cagliari. La possibilità di approdare in granata stuzzica, ma ci sono anche l’Amburgo e i biancocelesti della Lazio. Senza scordare la Fiorentina, in questo momento più defilata, ma sempre attenta.

Il Toro chiama, Ekdal non risponde e riflette. Nei prossimi giorni, salvo domenica con le squadre che saranno impegnate sul campo, le diverse parti in causa (concorrenza compresa) torneranno a discutere con l’obiettivo di arrivare ad un punto di incontro. Ci saranno anche i granata a dire la loro, sperando di riuscire a piazzare la zampata vincente, superando l’offerta degli altri concorrenti. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy