Molinaro e il futuro al Torino: il rinnovo non è così scontato

Molinaro e il futuro al Torino: il rinnovo non è così scontato

Calciomercato / Il prolungamento del terzino resta in stand-by, i granata vagliano anche altre piste: Marchese sempre sullo sfondo

L’avventura in granata di Cristian Molinaro potrebbe terminare dopo un solo anno. Il contratto del laterale mancino scadrà al termine della stagione corrente e se prima il rinnovo, l’opzione di prolungamento in mano al Toro, sembrava un affare dall’esito (quasi) scontato, ora qualcosa è cambiato. Nella testa del Torino, non certo in quella del giocatore che si è sempre detto soddisfatto del progetto in cui era stato inserito.

La dirigenza granata per il momento ha congelato l’operazione, l’idea è infatti quella di sondare il terreno e provare ad assicurarsi un profilo più giovane, ma allo stesso tempo pronto per la categoria. Dopodiché il Toro farà chiarezza attorno a Bruno Peres e Darmian: in caso di partenza da parte di entrambi, ecco che verrebbe richiamato immediatamente in causa il l’ex Stoccarda.

Il condizionale resta, perché di mezzo ci si è messa anche la ‘riforma’ voluta dal presidente Tavecchio, la quale prevede una rosa bloccata e formata da soli 25 giocatori, di cui 4 cresciuti in un vivaio italiano e altri 4 direttamente nel proprio vivaio. Sotto questo aspetto, premesso che Barreca è troppo giovane per rientrare nei parametri della riforma (alla faccia della rivoluzione) e che Chiosa e Scaglia vengono tenuti costantemente sotto osservazione (qui i dettagli), il Torino potrebbe ritrovarsi a dover completare il proprio organico con un profilo dai contorni retrò: Giovanni Marchese

Il difensore del Genoa, il cui contratto scadrà nel 2017, è cresciuto tra le fila del Torino e da quando è arrivato (a parametro zero) in rossoblù ha patito diversi infortuni. Problemi fisici che ad oggi non convincono la dirigenza di via Arcivescovado ed anche per questo il giocatore resta per ora sullo sfondo, senza ingombrare spazio. E anche la sua situazione, può essere considerata in continua evoluzione. Proprio come quella di Molinaro, il cui rinnovo contrattuale non è poi così scontato.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy