Panchina Torino Primavera, il retroscena: l’accordo con Coppitelli c’è da giorni

Panchina Torino Primavera, il retroscena: l’accordo con Coppitelli c’è da giorni

Il tecnico firmerà un contratto annuale con opzione per il rinnovo. Prima della firma e dell’ufficialità, c’è da ottenere lo svincolo dal Frosinone

Federico Coppitelli – su queste colonne ve lo diciamo da giorni – è sempre il favorito per la panchina della Primavera del Torino. Qualcosa più di un favorito, in realtà: infatti, c’è da giorni l’intesa di massima per il nuovo contratto che legherà il 32enne mister laziale alla società di via Arcivescovado.

Tra contatti diretti e indiretti, il Torino e il tecnico due volte Campione d’Italia con la Roma (nel 2014 coi Giovanissimi e nel 2015 con gli Allievi) hanno definito in linea di massima già nei giorni scorso il vincolo che, una volta cristallizzato con firme e timbri, darà alla Primavera del Torino il successore di Moreno Longo, accasatosi alla Pro Vercelli per la prima esperienza nel calcio professionistico. Si tratta di un contratto annuale con opzione per il rinnovo di un altro anno, da esercitare a giugno 2017. C’è già il benestare del presidente Urbano Cairo, e Federico Coppitelli è pronto a iniziare la nuova avventura. Prima delle firme, però, occorre risolvere il contratto in essere col Frosinone, società in cui il tecnico ha vissuto l’ultima stagione, in sella alla Primavera terminata sesta nel Girone C. Ecco perchè l’annuncio ufficiale non c’è ancora stato.

Come abbiamo già avuto modo di riferirvi, sarà quindi la settimana che inizia domani a portare in dote la nomina del nuovo tecnico del Torino. E si tratterà, salvo cataclismi di Federico Coppitelli: se non sorgeranno complicazioni, la prima scelta di Massimo Bava risolverà il contratto col Frosinone – tra una buonuscita e una transazione reciproca – e poi sarà libero di firmare il nuovo contratto col Torino.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy