Per Gasbarroni non é svanito il Varese

Per Gasbarroni non é svanito il Varese

nostri inviati a Milano
Della Casa / Crocifisso

Se all’ora di pranzo il passaggio di Andrea Gasbarroni al Varese sembrava avere buone probabilità di riuscita, ecco che poco dopo l’operazione aveva tutti i connnotati del classico affare sfumato.
Il clamoroso acquisto di Simone Tiribocchi da parte dei biancorossi aveva fatto loro rivedere tutti i piani, perché l’operazione é decisamente…

nostri inviati a Milano
Della Casa / Crocifisso

Se all’ora di pranzo il passaggio di Andrea Gasbarroni al Varese sembrava avere buone probabilità di riuscita, ecco che poco dopo l’operazione aveva tutti i connnotati del classico affare sfumato.
Il clamoroso acquisto di Simone Tiribocchi da parte dei biancorossi aveva fatto loro rivedere tutti i piani, perché l’operazione é decisamente molto onerosa per le casse lombarde; tanto che, poche ora fa, il ds Milanese ci rivelava fuori dai denti: “Non abbiamo più i soldi, per Gasbarroni”.

Ma lo diceva con rammarico, perché il tecnico Benny Carbone ha chiaramente richiesto un giocatore in grado di inventare, là davanti, proprio come faceva lui; e dopo le prime due uscite della sua squadra, caratterizzata dalla preoccupante sterilità offensiva, non si può dargli torto.
Ebbene, l’operazione può tornare viva, con la condizione che il Varese ceda l’attaccante Marco Cellini al Brescia, che lo tessererebbe per colmare il vuoto lasciato dalla partenza di Caracciolo; se l’ex bomber dell’AlbinoLeffe raggiungerà le Rondinelle, allora nell’organico (e nelle casse) del Varese si riaprirà di colpo lo spazio per Gasbarroni. Il quale, a questo punto, ci spera quanto Carbone se non di più.

(foto M.Dreosti)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy