Petrachi percorre tre strade per gli acquisti

Petrachi percorre tre strade per gli acquisti

Si sa: il calciomercato appaga le fantasie dei tifosi in mancanza di calcio giocato. D’altronde nei periodi senza pallone non resta che occupare il tempo in un modo differente ed il pensiero vaga liberamente alla ricerca di ciò che più aggrada il fan. Ogni supporter vorrebbe vedere la propria squadra del cuore acquistare un campione o un giocatore in grado di fare al differenza. Purtroppo, gli acquisti di questo…

di Edoardo Blandino

Si sa: il calciomercato appaga le fantasie dei tifosi in mancanza di calcio giocato. D’altronde nei periodi senza pallone non resta che occupare il tempo in un modo differente ed il pensiero vaga liberamente alla ricerca di ciò che più aggrada il fan. Ogni supporter vorrebbe vedere la propria squadra del cuore acquistare un campione o un giocatore in grado di fare al differenza. Purtroppo, gli acquisti di questo genere sono piuttosto rari. Da una parte c’è la necessità di risparmiare, dall’altra l’obbligo di ristrutturare una squadra senza sperperare tutto il danaro in un unico acquisto.

Sono diverse le strade da percorrere in questi casi. C’è chi tenta di costruire un progetto, acquistando ogni anni calciatori giovani e di prospettiva, c’è chi punta sui giocatori già affermati, magari verso fine carriera alla ricerca di un ultimo stimolo prima del ritiro, o chi ricerca calciatori sconosciuti nelle serie minori da inserire gradualmente in organico. Non esiste una politica corretta o una sbagliata. Sono tutte strade percorribili che a volte hanno dato ottimi risultati, mentre in altri casi si sono rivelate delle pessime scelte.

Oggi Petrachi è alla ricerca di un mix tra queste tre vie. I nomi che circolano riguardano sia calciatori di Serie A con un passato di buon livello, sia giovani ragazzi di prospettiva, sia giocatori di categorie minori ma con una grande voglia di sfondare. Si è fatto il nome di Tavano (interesse confermato dal suo procuratore), attaccante con un trascorso anche tra le fila della Roma e del Valencia, alla ricerca di un rilancio nella propria carriera. Ma il Toro sta anche seguendo Russotto, interessante giovane di 22 anni che la scorsa stagione ha fatto bene a Crotone. Puntare su di lui significherebbe prendere un giocatore di prospettiva con grandi margini di miglioramento. Però Petrachi tiene d’occhio anche Gaetano Carrieri, difensore del Manfredonia. Dopo il colpo-D’Ambrosio il ds granata spera di farne un altro acquistando qualche ragazzo interessante dalle serie inferiori. Anche perché la società pugliese versa in grave crisi economica e rischia il fallimento. Se non riuscisse ad inscriversi in Lega Pro, ecco che diventerebbe immediatamente più semplice mettere le mani su Carrieri.

Il mercato è però ancora lungo e spesso si è visto che i colpi più interessanti arrivano proprio nelle ultime ore disponibili. Bisognerà dunque attendere le ore 19 del 31 agosto prima di valutare compiutamente il lavoro del Torino Fc.

 

(Foto: M. Dreosti)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy