Svincolati, un mercato che non interessa

Svincolati, un mercato che non interessa

di Valentino Della Casa

Quella del mercato degli svincolati è un’opportunità che molte società vorrebbero non farsi scappare, soprattutto quest’anno in cui, complice anche la crisi economica globale, molti giocatori interessanti restano ancora senza contratto. Ieri abbiamo sentito in esclusiva…

di Valentino Della Casa

Quella del mercato degli svincolati è un’opportunità che molte società vorrebbero non farsi scappare, soprattutto quest’anno in cui, complice anche la crisi economica globale, molti giocatori interessanti restano ancora senza contratto. Ieri abbiamo sentito in esclusiva il procuratore del centrocampista Fabio Gatti, che ha smentito un eventuale interessamento da parte dei granata. Probabilmente, se Toro News sentisse anche altri agenti di giocatori del calibro di Baronio o Catinali (che, a proposito, pare vicinissimo al Foggia di Zeman, alternativa la Ternana dell’ex Vailatti) otterremmo la stessa, identica risposta.

Perché? Ci sono due forti motivazioni che impediscono il DS Petrachi di agire su questo mercato. La prima è meramente burocratica: per un giocatore che arriva svincolato (e si presuma lo si voglia utilizzare nel corso dell’anno) deve essere rescisso un contratto di uno dei 19 over 21 inseriti nella lista della squadra. Senza questa operazione, nulla può essere compiuto, anche perché il Torino, altrimenti, dovrebbe tenere giocoforza escluso il giocatore appena ingaggiato, che farebbe compagnia ai vari Salgado, Loviso, Diana e Pratali. Un’assurdità economica oltre che ambientale.

Già, perché nessuno si deve dimenticare che gli equilibri di uno spogliatoio sono molto delicati, e qui, infatti, cadrebbe la seconda grande motivazione di cui vi dicevamo in precedenza. Come si potrebbe sentire un giocatore attualmente granata, se ogni giorno gli pesasse come una spada di Damocle la rescissione contrattuale? La domanda è ovviamente retorica, ma a maggior ragione lo è a Torino, dove Lerda per mesi ha dovuto convivere con l’incertezza di non avere una squadra completa, su cui poter lavorare con tranquillità. Ora che il mercato è terminato, sarebbe una pura follia tenere spiragli aperti ad ulteriori movimenti che evidentemente porterebbero più malumori che altro. Il mercato degli svincolati, dunque, non è cosa per il Toro. Almeno per quest’anno.

(Foto: M. Dreosti)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy