Torino, Boyè ha lasciato il ritiro: direzione Aek Atene

Torino, Boyè ha lasciato il ritiro: direzione Aek Atene

In uscita / L’attaccante argentino sbarcherà in Grecia: prestito con diritto di riscatto

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

Lucas Boyè ha già salutato il Torino. Il ventiduenne attaccante argentino sbarcherà in Grecia, come già raccontato nella giornata di ieri: raggiunto l’accordo tra il Torino e l’Aek Atene per il prestito con diritto di riscatto, il giocatore ha accettato la nuova destinazione e ieri sera ha lasciato l’albergo del Torino. Resta ancora da definire nei dettagli il trasferimento, ma non sarebbe una sorpresa se a ore il giocatore sbarcasse in Grecia per le visite mediche e la firma con il club greco. La formula dell’operazione è prestito con diritto di riscatto fissato a 6.5 milioni. Dopo l’avventura al Celta Vigo, è pronta un’altra avventura per Lucas Boyè.

 

 

40 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. teo64 - 5 mesi fa

    Penso che Boyé col fisico dirompente e il piede discreto che ha farebbe la sua fortuna se trovasse un allenatore che lo reinventa in un ruolo a centrocampo. Perchè la porta non la vede proprio. In bocca al lupo perchè avevi grinta. Ricordo ancora ha menato Lichsteiner nel derby

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Vivabangladeshtoroforsa - 5 mesi fa

    Pecato sembri forte ma non fai mai goal Lucas tanti auguri

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. prawn - 5 mesi fa

    ciao

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. FV♥️G - 5 mesi fa

    Non sono sicuramente pro bracciino braccia mozze, gli và sicuramente dato atto di aver reso la società Torino football club una società economicamente solida, che certo poco non è considerato chi è passato prima di lui negli ultimi vent’anni, ma questa non è una giustificazione perché per chi come me è innamorato del TORO, sì in maiuscolo,vincere lo scudetto del bilancio non fà godere. Nessuno gli chiede di dissanguarsi per prendere Messi o Mbappè,ma se davvero vuole portare il TORO in Europa lo dimostri con i fatti e non solo con le parole
    P.S. per la società Torino football club non ci sono ne ci saranno mai nè squali ne magnati generosi innamorati del calcio, perché purtroppo sopra di noi aleggia sempre quella nuovola nefasta a strisce bianche e nere.
    Questa è la mia personale opinione e grazie a tutti per lo spazio che mi è stato concesso

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. robertozanabon_821 - 5 mesi fa

    Peccato. Questo ragazzo aveva fatto intravedere delle qualità importanti che si sono disperse a contatto con gli “agi” economici e la notorietà conquistata.
    Distrazioni fatali giustificabili solo con la giovane età.
    Non sarà il primo…e neanche l’ultimo. Oltre al talento ci vuole carattere. Auguri.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Granat....iere di Sardegna - 5 mesi fa

    Mi riallaccio a quanto scritto da granata in merito alla domanda se non si possa fare qualche acquisto di qualità. No, almeno per ora non si può e, come sempre, sono i numeri a spiegare il comportamento della società. Le ragioni tecniche non esistono. Intanto bisogna partire da un presupposto essenziale: i ricavi ordinari (diritti tv, pubblicità, abbonamenti ecc. ecc. escluse le plusvalenze da cessione di giocatori) devono coprire TOTALMENTE il costo del personale, ossia il 90% dei costi della società. La possibilità di fare acquisti decenti (ossia presumibilmente costosi) si gioca tutta sulla possibilità di coprire gli ammortamenti dei cartellini dei giocatori con le plusvalenze almeno in buona parte, la parte dei ricavi eccedente il costo del personale infatti li copre parzialmente. La partita si gioca tutta qui. La plusvalenza scaturita dalla cessione di Barreca (presumibilmente intorno ai 9 mlni) potrebbe non essere sufficiente perché quest’anno entrano in ammortamento i cartellini di Niang e Rincon, oltre naturalmente ai nuovi arrivati ed agli ammortamenti dei giocatori già in rosa (liajic, Falque, Belotti, Baselli, ecc.ecc.). In parole povere non è scontato che la plusvalenza su Barreca e l’eccedenza di ricavi ordinari siano sufficienti a coprire gli ammortamenti dei cartellini dei giocatori in rosa. Ecco perché la società deve prima fare cessioni che producano plusvalenze per essere sicuri di far quadrare i conti 2018. Ciò può avvenire con la cessione di un big (liajc, Falque, Baselli, Belotti per esempio) oppure con la cessione di diversi giocatori che magari producono poche plusvalenze (obi, acquah, Niang, Valdifiori) ma la cui somma può soddisfare l’esigenza di equilibrio economico finanziario 2018. Tra l’altro in quest’ultimo caso si verrebbe incontro all’esigenza di rosa ristretta manifestata dal mister. Per vedere nuovi acquisti una di queste strade diventa obbligata, altrimenti si resterà così. Il fratello Bilancio potrebbe chiedermi allora che fine fanno gli utili degli anni scorsi (che non sono comunque soldi in cassa tecnicamente parlando). Ebbene quelli non devono essere considerati (ovviamente per il presidente). Ogni singolo esercizio di bilancio deve trovare il suo equilibrio a prescindere dagli anni precedenti e, in ogni caso, è del tutto evidente l’intento del presidente di recuperare le perdite degli anni passati, così come avvenuto con l’utile monstre del 2017. Staremo a vedere. Io non sono per niente fiducioso ma non bisogna mettere limiti alla provvidenza…e intanto mi scuso per avervi tediato coi numeri, ma è l’unico modo che ho per darmi una giustificazione del comportamento deficitario della società sul mercato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. bergen - 5 mesi fa

      I costi del personale (tutte le categorie) 2017 sono stati circa 54 milioni, i proventi dei diritti TV quasi 51. Con le sponsorizzazioni (5,5 milioni) si va in equilibrio. Quanto alle plusvalenze su cui tutti fanno i calcoli perché i giornalisti ci scrivono, finanziariamente vengono realizzate a rate perché (quasi) nessuna società (neppure il Chelsea) pagano il cartellino subito; vuoi perché a rate vuoi perché ci sono conguagli. Stessa cosa per gli acquisti. A fine 2017 i crediti vs altre società ancora da incassare erano circa 70 milioni di Euro, 40 milioni al netto dei debiti.
      So che non è popolare come argomento perché effettivamente Cairo è un po’ esagerato nella parsimonia. Ma ricordiamoci che le società di A hanno circa 2 miliardi di debiti, messe bene ci sono soltanto Torino, Napoli, Cagliari, Juventus. In B ce ne sono 3 che non riescono neanche ad iscriversi (Cesena, Bari, Avellino) e non si contano quelle a rischio. In Lega Pro almeno 10 non si iscrivono.
      Le bolle quando scoppiano non fanno prigionieri.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Granat....iere di Sardegna - 5 mesi fa

        Assolutamente d’accordo Bergen, io ho fatto un’analisi dal punto di vista economico e dell’utile di bilancio. Come però hai sottolineato anche da un punto di vista finanziario la società è ampiamente in equilibrio e senza debiti verso le banche (dunque non ci sono interessi che vanno a incidere sui costi). Detto ciò e supponendo solo per una frazione di secondo (è anche troppo) che io non sia tifoso del Toro, ti direi che andrei subito da Cairo a chiedergli l’autografo. Nessuna delle sue società ha dati finanziari così brillanti perché, per quanto lui segua il mantra della positività della PFN (posizione finanziaria netta), tutte le sue società hanno debiti verso le banche, il Toro no. Come tifoso del Toro e dunque di una società sportiva però non posso condividere questo trend. Mi sta bene l’assenza di debiti verso le banche ma cribbio le risorse ci sono per provare a fare qualcosa per qualche benedetto risultato sportivo che, tra l’altro, farebbe incrementare i ricavi (operazione Ronaldo merde docet). Quindi delle due l’una: o Cairo non vuole spendere semplicemente perché taccagno cronico oppure abbiamo un deficit dirigenziale nella scelta di come spendere i soldi. Francamente vedendo l’oggetto di questo articolo il dubbio mi pare lecito, anche in considerazione di quanto fatto negli anni passati per acquistare varie meteore che non hanno dato nulla alla squadra e neanche sono state vendute con chissà quale risultato economico finanziario. E vorrei sottolineare che tutti i vari Gaston silva, Jannson, Martinez ecc.ecc. erano giunti da noi spacciati per grandi colpi di mercato. Alla fine della fiera e dando credito (e non vedo perché non dovrei) a quanto asserito ieri da Luke, come giocatori a basso costo che hanno dato qualcosa alla squadra (anche in termini economici e finanziari) possiamo annoverare Glick, Peres, Darmian e Maksimovic. Cerci, Benassi, Zappacosta e Immobile sono già costati un po di più. Ora vedremo Izzo, Bremer e Meite. In mezzo abbiamo avuto gli Ichazo, Martinez, Jannson, Gustaffson, Gaston Silva, Sanchez Mino, Carlao e Sadiq (magari ne dimentico qualcuno), praticamente quasi una squadra intera. Sono io in malafede oppure c’è qualcosa in termini di scelta dei profili che non va?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Luke90 - 5 mesi fa

          Ciao Granat..iere, detto che, per riallacciarmi al discorso che ci siamo fatti ieri, neppure io ho la pretesa di avere ragione … tutt’altro ..
          Nel merito, credo tu abbia toccato uno dei nodi della, lasciami dire, mia teoria … “oppure abbiamo un deficit dirigenziale nella scelta di come spendere i soldi.”
          L’ho ripeto spesso: guardate quanto, anzi, come, … come, spendono Lazio e Atalanta (tanto per citarne due che spesso ricorrono), chi prendono, e confronta con i nostri acquisti.
          Poi se ci fai caso la maggior parte dei giocatori che hanno “funzionato” sono difensori… e li abbiamo venduti benissimo.
          Gli attaccanti che hanno funzionato ..venduti malissimo.. Il Napoli con gli attaccanti ci ha fatto un sacco di soldi.. e noi no… strano.. ?!
          Cmq, se tu (in senso lato) mi dici che è Cairo che si impunta su Niang o Sadiq o Gaston Silva o Rincon (che secondo me se rimane…) chi dici tu… allora faccio un passo indietro e ammetto ciò che adesso non riesco ad ammettere con facilità… ma se non è lui …!?
          Gli altri “nodi” .. li lascio per la prox volta…
          Ciao.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Granat....iere di Sardegna - 5 mesi fa

            No secondo me non è lui…in altri post ho sempre detto che Cairo ha le sue colpe (taccagno è taccagno, ha una gestione maniacale dei costi in tutte le sue aziende, famosi i suoi controlli sulla carta igienica a La 7) però lui non è tenuto a valutare e conoscere le caratteristiche dei giocatori, c’è un ds per questo, tra l’altro a mio modesto avviso eccessivamente presuntuoso e senza motivo…però siamo sempre li: chi l’ha scelto il ds?…io ho una speranza: Bava ha un contratto di 4 anni, Petrachi di due…penso tu abbia capito. Un caro saluto

            Mi piace Non mi piace
        2. One plastic - 5 mesi fa

          Ti ringrazio del chiarissimo. Intervento che condivido in pieno ,mi permetto solo di dire che le 2 opzioni , incompetenza della dirigenza negli acquisti e avarizia del presiniente, non solo alternative ma purtroppo complementari.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. steacs - 5 mesi fa

    E intanto le procure inziano ad indagare le plusvalenze (Chievo e Cesena), chissá che Cairo non abbia avuto di nuovo la tentazione pre-mani pulite e abbiamo fatto qualche giochetto strano…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Luke90 - 5 mesi fa

      di Chievo e Cesana se ne parla da mesi … son finiti pure su striscia…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. bergen - 5 mesi fa

      Ma smettiamola di gettare fango inutilmente

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. rogozin - 5 mesi fa

      Un giochetto che dovrebbero fare sarebbe di eliminare il tuo account: sei una presenza negativa, direi mefitica

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. granatadellabassa - 5 mesi fa

    Boyè ha delle potenzialità non espresse pienamente. Ha fisico, grinta, dribbling e capacità di tenere la palla. Ha però mostrato grossi limiti in fase realizzativa, peccato mortale per una punta. Sicuramente inadatto al ruolo di esterno. Penso sia un attaccante di manovra.
    Spero possa avere spazio in tale ruolo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. user-13782778 - 5 mesi fa

    Martufello ma quando tu ringrazi uno per cose fatte magari informati… Mi limito al Fila… Cosa avrebbe fatto Cairo per il Fila? Se nn avere ancora pagato i seggioloni che avrebbe comprato…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Martufello - 5 mesi fa

      Non è assolutamente merito suo, ma dei tifosi che hanno protetto il tempio per decenni e della Fondazione. Però ha contribuito, versando un milione, che può sembrare poco quando si parla di calcio, ma magari ce lo avessi in banca… Ha accettato di farne il campo di allenamento per la prima squadra e lo stadio per la Primavera. Non è comunque una cosa scontata. Credo poi che non sarebbe successo se il Toro fosse stato ancora quello delle presidenze precedenti. Ma questa è una supposizione personale. Buona giornata e forza Toro 😉

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. torotorotoro - 5 mesi fa

    benvenuto ad Atene Lucas! Tiferò un po’ anche per l’AEK in Grecia (oltre all’Atromitos).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Fb - 5 mesi fa

    1. risposte troppo lunghe rischiano di essere illeggibili

    2. boye ha bisogno di farsi le ossa a Crotone o in Kosovo, gli serve verve e furia. O rimane una figa

    3. chi crede che Cairo debba rischiare un acquisto da 50mln e 5mln di stipendio, pensi anche che il rischio preso puo andare male

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. granatadellabassa - 5 mesi fa

    @anpav
    È quello che ho chiesto anch’io in un post di qualche giorno fa….
    Non aggiungo altro per non scatenare polemiche…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. anpav - 5 mesi fa

    Da una parte leggo volentieri dopo molto tempo solo commenti molti educati seppure tra loro in antitesi. Dall’altra non capisco perchè si parli sempre di Cairo e non ad esempio di Boyè, come l’articolo richiederebbe. Credo che se il ragazzo non si sveglia rimarrà un eterno incompiuto. Dotato di mezzi importanti, ma incompiuto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. granata - 5 mesi fa

    Il riscatto di Boyè l’ anno scorso era di 12 milioni di euro ora di 6,5 e questo la dice lunga sul deprezzamento che sta subendo questo giocatore mai sbocciato. Spero di sbagliarmi, ma mi pare che sia un’ altra scommessa mancata. detto questo rispondo a Fb e Martufello che coprono dil odi il nostro presidente. Ho scritto più e più volte che l’ era Cairo e fatta di luci, ma anche di molte ombre. Il risultato economico è stato dapprima disastroso, con perdite rilevanti (oltre 50 milioni di euro) per un tourbillon di allenatori e direttori spoertivi e campagne acquisti/cessioni sbagliate che, fra l’ altro, hanno fatto restare il club in Serie B per tre stagioni. le disperazione di Cairo arrivò al punto da fargli dire pubblicamente: “Cedo il Toro per 1 euro”. Poi con l’ arrivo di Ventura (non di Petrachi, questo va detto onestamente) le cose sono molto migliorate sul piano eoconomico per le forti plusvalenze accumulate e per i diritti tv che la permanenza in Serie A concede. Oggi abbiamo una situazione finanziaria buona ed una sportiva stagnante. Ci siamo assestati a metà classifica e facciamo fatica a tenere il passo di società come l’ Atalanta. Abbiamo un progetto che finora è assomigliato a quello di club provinciali come Udinese, Chievo, Cagliari e Sassuolo e cioè la vendita di buoni elementi per fare plusvalenze e chiudere le cmapagne acquisti in attivo. A qualcuno evidentemente va bene, io dico che si può fare meglio senza intaccare la solidità economica del club. Certo, non vedo uno staff dirigenziale così professionale (troppi errori nel puntare su scommesse) e il settore giovanile stenta maledettamente a rimpolpare i ranghi della prima squadra. se guaridamo Napoli e Fuorentina (falliti e finiti in Serie C, mentre noi andammo solo in Serie B) il paragone di risultati soortivi e improponibile

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 5 mesi fa

      A me risultano diverse almeno in parte 3 cose.

      – Vendo il toro per 1 euro non l’ho mai sentito , nel 2010 ha detto che sarebbe andato via perché ci stava rimettendo una trentina di milioni. Poi miracolosamente è nata la legge melandri e quei soldi se li è ripresi con gli interessi , ha alcune decine di milioni in tasca e non ci pensa minimamente a vendere a meno che…
      – La solidità economica è arrivata grazie agli introiti milionari dei diritti tv prima che da ventura.
      -Boye mi risulta essere stato riscattato dal river a titolo gratuito dopo che sono stati riconosciuti 500 mila euro e un altro milione per i 2 anni in cui Boye è stato con noi e 1 milione di euro agli intermediari . Per cui se verrà venduto a 6,5 milioni il Toro ci guadagnerà comunque 4 milioni di euro.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. granata - 5 mesi fa

      Non avevo finito il ragionamento: “E ci metto pure la Lazio. Sono club che per potenzialità economiche dei loro proprietari sono alla nostra portata, se non inferiori. L’ ho già scritto e qualcuno si è stupito, ma questa è la verità dei numeri sportivi ed economici. Il Napoli ci sovrasta perché De Laurentis investe: 40 milioni per Higuain, 32 per Milic, 18 per Cavani, 12 per Joginho. 5,6 per Lavezzi. Poi, come e più di noi, accumula plusvalenze (50 da Higuain, 48 da Cavani, altrettanti da Joginho, 24 da Lavezzi). Ma la differenza è che il Napoli è sempre rimasto competitivo ad altissimo livello, noi ci siamo fermati e, dopo il settimo posto, siamo arretrati. Possibile che in questa campagna acquisti non si possa rischiare economicamente qualcosa per avere un paio di elementi di sicuro valore? E’ chiedere troppo? Oppure Cairo si è disamorato e aspetta qualcuno che gli faccia una buona offerta per andarsene (e credo che non baderà se si tratta di finanzieri stranieri d’ assalto)?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Luke90 - 5 mesi fa

        Ai 30Mil di perdita, ci sono le perdite del 2011 e 2012 nonostante la Melandri.. nel 2013 quando arrivano i soldoni l’utile è misero.. senza plusvalenze si sarebbe stati ancora in perdita tant’è che anche il player trading (che molti spesso mi citano) si chiuse negativamente … i soldi veri arrivano nel 2014; ciò nonostante, a detta di Cairo e da quello che si legge su altri siti, 59Mil di tasca sua li ha messi (cmq sempre 6 anni senza la ripartizione dei diritti tv)… ha fatto bene, ha fatto male, doveva farlo e ci mancherebbe, doveva metterne di più … come volete voi!
        Non credo che si possa essere paragonati al Chievo non “oggi”, almeno da quel che si sente … sempre che tutto venga confermato.
        Sul Napoli, han fatto più plusvalenze di noi in meno tempo e con meno giocatori (tutti attaccanti tra l’altro … )… e con uno in particolare (la plusvalenza, reale a bilancio, di Cavani è di 64Mil)ci hanno fatto mezza squadra (Higuain la plusvalenza reale è di 86Mil) .. Guarda il caos quando si è ipotizzato di vendere Belotti .. lo avessero venduto? c’è chi dice che non avrebbe speso o che li avrebbe rubati (??) o investiti in una catena di pizzerie vegane, forse … ma sono solo congetture …
        Poi, serve competenza e forse anche fortuna.
        La Lazio, lo scrivevo ieri, con 10Mil ha comprato Savic, con 5Mil Lucas Leiva e altri 5 per Luis Alberto (che aveva cambiato 5 squadre in 5 anni) … costi e rendimento … se fai una proporzione, con 17Mil che giocatore avresti dovuto avere… è una forzatura lo so.
        L’Atalanta non è che spende molto più di noi (compra sicuramente meglio, li allena meglio, inclusi gli sconosciuti-scommesse-giovani-ecc) e credo abbia un monte ingaggi inferiore.
        Non è solo questione di investire … ma come si investe.
        Se bastassero i soldi il Milan doveva vincere il campionato oppure arrivare secondo, o terzo, almeno quarto …

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Martufello - 5 mesi fa

    Grazie anche a voi ragazzi che rispondete con educazione… meno male che non la pensiamo tutti allo stesso modo! A parte sul Toro, di cui tutti siamo comunque innamorati!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. steacs - 5 mesi fa

    Tanto abbiamo Damascan, soffiatto al Real per il dopo CR7

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. gatsu7_903 - 5 mesi fa

    secondo me, hai messo troppi grazie, specialmente quando dici grazie per non averci ceduto a qualche squalo che ci vuole solo usare…. ma spiegami quali sono sti squali che sono entrati a far parte del calcio italiano, forse pensavi a Lee del Milan?
    Errore, ha portato 200ml il primo anno e poi ha avuto problemi di liquidità, ma il Milan è sempre arrivato davanti a noi e l’anno prossimo si vedrà, non mi sembra sia fallito.
    quindi quali sono questi squali?
    Altra cosa, non mi sembra abbia ancora imparato molto dagli errori commessi in passato, visto che non siamo ancora riusciti a migliorare la nostra squadra e anzi continuiamo a prendere cantonate a destra e a manca, per il resto si può anche lasciare perdere e non commentare.
    Te lo dico da ex Pro Cairo quindi valuta tu la mia critica.

    Alberto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. ddavide69 - 5 mesi fa

    C’e’ sempre qualcuno che stà peggio . Così pensando non si cresce mai.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 5 mesi fa

      infatti i -3 vivono di questo , diciamo sopravvivono

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. BeuoGranata03 - 5 mesi fa

    Com’è che noi li prendiamo tutti in prestito oneroso e li diamo tutti in prestito gratuito?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Fb - 5 mesi fa

    Martufello!
    Io la vedo come te
    E capisco chi critica Cairo perche vorrebbe di piu (credendo che Cairo possa fare di piu)

    Ma io penso… Cairo non e‘ obbligato a gestire diversamente
    E magnati interessati a noi non ne sento parlare

    E allora Grazie presidente che siamo una societa seria e continua a crescere come in questi anni
    E se un Príncipe arabo arrivasse… per favore, mettiti al suo fianco e lascialo investire. Ma riprendi il nostro Toro se costui si stufa e se ne va (vedetevi che fine ha fatto il Malaga…)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Martufello - 5 mesi fa

    Non voglio fare polemica, ma solo dire ciò che penso, senza offendere nessuno.
    Grazie presidente per avermi restituito il Toro quando rischiavamo di perderlo per sempre, grazie per avermi regalato una prima stupenda ed indimenticabile stagione, grazie per avermi regalato un presente finalmente sereno con una stabilità nella parte sinistra della classifica, grazie per avermi restituito un settore giovanile più che dignitoso, grazie per aver contribuito alla rinascita del Fila che pensavo impossibile, grazie per aver imparato dagli errori dei primi anni, grazie per non farmi temere di sentire il Toro tra le prossime società fallite, ma, anzi di mantenerla orgogliosamente virtuosa, grazie per non averci ceduto a qualche squalo straniero inaffidabile ed avido, grazie per il tuo stile e la tua educazione che non ci fanno mai vergognare, grazie perché è evidente come con piccoli passi stai cercando di farci crescere ed un ultimo grazie perché mi stai facendo passare un’estate finalmente serena senza la paura di veder partire il Gallo, Nkolou o Sirigu. Spero di poterti un giorno ringraziare anche per uno stadio di proprietà e per avermi regalato l’ebbrezza di vedere il granata in Champions, ma per adesso volevo solo dirti questo. GRAZIE. FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granat....iere di Sardegna - 5 mesi fa

      Su molte delle cose per cui lo ringrazi i suoi meriti sono prossimi allo zero ed io aspetterei fine mercato per ringraziarlo di aver tenuto Sirigu, n’koulu e Belotti (che comunque non giocano da soli). Tuttavia se questa è la tua convinzione Va rispettata…Io al massimo posso ringraziarlo per l equilibrio economico finanziario, non è neanche poco visti i fallimenti in giro…ma per il resto dopo 13 anni siamo pari

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. anpav - 5 mesi fa

        che bella cosa che hai scritto: Tuttavia se questa è la tua convinzione Va rispettata… Da queste parti parole come le tue sono rare e dunque da incorniciare. Parlando di Cairo credo che incensarlo sia troppo. Come troppo è attribuirgli anche le grandinate di ieri e l’altro ieri

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. steacs - 5 mesi fa

      Martufello non mi ha mai fatto ridere, torna con Bonolis

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. ANNO1976 - 5 mesi fa

      Allora esiste qualcuno che la pensa come me !!!
      Ottimo !!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Bilancio - 5 mesi fa

      Scusa Martufello,
      Ma NON pensi di mancare un po fi rispetto all AVV MARENGO ed ai suoi assistenti, un Signore con la S maiuscola che ha permesso VERAMENTE al toro di esistere ancora???
      Probabilmente NON conosci l inizio e sei in buona fede.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Martufello - 5 mesi fa

        Hai perfettamente ragione, un enorme grazie va rivolto a lui. Purtroppo mi ricordo tutto di quei momenti, anche il rischio di rimanere nelle mani di Giovannone. Ottima la tua precisazione.

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy